Salute, benessere e prevenzione i consigli quotidiani per vivere meglio.

Benessere 4 Luglio 2018

Cosa mettere in valigia? Le 12 cose da non dimenticare

Immagine articolo

Estate, tempo di vacanze. Ma spesso, organizzare e preparare le valigie, si dimostra essere tutt’altro che semplice.

E allora, come predisporre la valigia perfetta? Innanzitutto, è fondamentale non dimenticare farmaci e presidi di uso comune che potrebbero non essere disponibili nel Paese di destinazione. E poi: abbigliamento, dispositivi elettronici, articoli da toeletta e passaporto.

Dalla Società Italiana di Pediatria (SIP) arriva la lista delle cose indispensabili da portare con sé, soprattutto se si viaggia con i bambini:

  • soluzioni disinfettanti
  • gel disinfettante per le mani
  • analgesici e antipiretici
  • pomate cortisoniche contro punture di insetti
  • anticinetosici contro mal d’auto, d’aereo, di mare
  • un antibiotico ad ampio spettro
  • soluzioni reidratanti orali
  • prodotti antizanzare
  • antimalarici (se indicata la profilassi)
  • creme solari ad alta protezione
  • farmaci utilizzati abitualmente, in quantità sufficiente per tutta la durata del viaggio ed eventualmente un 10% di prodotti in più per far fronte ad eventuali imprevisti
  • certificato di assicurazione sanitaria
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 4 dicembre, sono 65.277.100 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.507.323 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 3 dicembre: ...
Voci della Sanità

Manovra 2021, prevista indennità per gli infermieri. Beux (FNO TSRM e PSTRP): «Offesa alle altre professioni sanitarie, si premi il merito»

L’articolo 66 della bozza della Legge di Bilancio prevede una indennità di “specificità infermieristica” in vigore a partire dal primo gennaio 2021. Ma il Presidente del maxi Ordine delle prof...
Salute

Covid-19, Stefano Vella: «Dall’HIV abbiamo imparato che i virus vanno affamati»

Intervista a Stefano Vella dell'Università Cattolica di Roma: «Pandemia dichiarata colpevolmente in ritardo, ci siamo fidati della SARS. Testare tutti è impossibile, dobbiamo raggiungere una copert...
di Tommaso Caldarelli