Salute 29 Ottobre 2020

Yoga, benefici per corpo e mente. I consigli di Francesca Senette

«All’inizio si percepiscono i benefici fisici perché lo yoga fa bene alla colonna vertebrale, all’addome e all’allungamento muscolare. Poi subentra il benessere psicologico. A volte bastano anche solo dieci minuti per avere benefici per l’intera giornata»

di Federica Bosco

Come superare un nuovo lockdown? Dopo la fase uno e la riapertura durante l’estate, ritornare ad una condizione di semi libertà rappresenta uno scoglio psicologico difficile da gestire. Il rischio di una depressione da confinamento è dietro l’angolo e per evitare di scivolare in un limbo di disperazione è fondamentale sin dai primi giorni attivare una difesa psicologica in grado di far fronte ai momenti down che inevitabilmente dovremo affrontare nei prossimi giorni. Un aiuto in questo senso può arrivare dallo yoga: la disciplina orientale infatti sembrerebbe essere in grado di agire sul fisico e sulla mente. Lo sa bene Francesca Senette, esperta di comunicazione, giornalista televisiva e oggi insegnante di yoga.

«Lo yoga può dare sostegno ed equilibrio alle persone in base alle esigenze del momento – spiega la Senette -. Un equilibrio che durante il Covid è stato messo a dura prova. In particolare le donne, che rappresentano il 90% delle fruitrici della disciplina orientale, hanno dovuto reggere l’urto della pandemia nelle case, riorganizzando la vita familiare, gestendo il lavoro in smart working e la didattica a distanza dei figli». Un triplo impegno fisico e psicologico che la Senette ha insegnato a gestire al meglio alle sue allieve.

Consapevolezza, concentrazione e calma i tre aggettivi scelti da Francesca per inquadrare i molteplici benefici che lo yoga può apportare al fisico e alla mente di un individuo: «Molto dipende dall’approccio che una persona ha con la disciplina – ammette -. All’inizio si percepiscono i benefici fisici perché lo yoga fa bene alla colonna vertebrale, che resta giovane e flessibile, lavora tantissimo sull’addome e sull’allungamento muscolare. Per cui il primo effetto dello yoga è un fisico tonico, agile e in forma, perché il lavoro sui muscoli è simile a quello del nuoto».

«Parallelamente – continua – si lavora anche sull’alimentazione, perché quando si inizia a prestare attenzione al corpo e si capisce che il cibo incide drasticamente sull’organismo, si impara lentamente a scegliere dei cibi che non appesantiscono, legano e rendono rigidi quando si è sul mantra».

Ma quante volte è necessario fare yoga per ottenere questi risultati? «Una, due o tre volte la settimana – risponde Francesca Senette -. Ognuno sceglie quanto dedicare alla pratica dello yoga in base al proprio benessere psicofisico. A volte bastano anche solo dieci minuti per fare il saluto al sole e alla luna ed avere benefici per l’intera giornata».

«Il tempo è una scelta – sottolinea – equivale ad una priorità. Se fa stare bene e se un individuo si rende conto quanto drasticamente cambia la giornata praticando yoga, troverà il tempo da dedicargli».

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Logoteatroterapia, l’improvvisazione che cura e allena alla vita
L’intervista a Cecilia Moreschi (teatroterapista) e Giorgia Salemi (logopedista): «La logoteatroterapia utilizza il teatro non come fine ma come mezzo. Gli esercizi, consigliati tra gli 8 e i 14 anni, sono adatti a tutti, soprattutto a chi soffre di disturbi legati all’apprendimento, ritardo linguistico o cognitivo, difficoltà prassico-motorie e autismo»
di Isabella Faggiano
Torna Dottor Libro. Andrea Vianello racconta la sua rinascita dopo l’ictus
Il 3 dicembre all’Ospedale Israelitico all’Isola Tiberina il primo appuntamento dopo lo stop imposto dalla pandemia. Nell’opera del giornalista Rai il racconto della battaglia contro la malattia
Al via la seconda edizione del corso per diventare Paziente Esperto EUPATI
Dieci mesi di alta formazione suddivisi in sei moduli, per un totale di 220 ore di lezione. Obiettivo: far arrivare ad oltre 100 il numero di Pazienti Esperti EUPATI in Italia
La stanza dove abbracciarsi non è vietato: «Migliora umore e benessere di anziani e disabili»
La struttura è stata realizzata all’interno della Rsa Domenico Sartori, a Castelfranco Veneto. La direttrice: «In pochi giorni è migliorato il tono dell’umore e il benessere di tutti i nostri ospiti, anziani e disabili. L’abbiamo ideata pensando alle incubatrici che proteggono i bambini prematuri senza sottrarli all’affetto dei propri genitori»
di Isabella Faggiano
Epatite C, appello alle Regioni per eliminare il virus: «Screening e trattamenti per evitare migliaia di morti»
«È necessario disegnare programmi di intervento per le coorti di nascita identificate dal Decreto “Milleproroghe” di febbraio, coordinando anche l’attuazione proattiva dello screening nelle popolazioni chiave, tra cui tossicodipendenti e detenuti», sottolinea Loreta Kondili, Centro Nazionale Salute Globale Ist. Superiore di Sanità
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 3 dicembre, sono 64.527.868 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.493.348 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 2 dicembre: ...
Voci della Sanità

Manovra 2021, prevista indennità per gli infermieri. Beux (FNO TSRM e PSTRP): «Offesa alle altre professioni sanitarie, si premi il merito»

L’articolo 66 della bozza della Legge di Bilancio prevede una indennità di “specificità infermieristica” in vigore a partire dal primo gennaio 2021. Ma il Presidente del maxi Ordine delle prof...
Salute

Covid-19, Stefano Vella: «Dall’HIV abbiamo imparato che i virus vanno affamati»

Intervista a Stefano Vella dell'Università Cattolica di Roma: «Pandemia dichiarata colpevolmente in ritardo, ci siamo fidati della SARS. Testare tutti è impossibile, dobbiamo raggiungere una copert...
di Tommaso Caldarelli