Salute 29 Ottobre 2020 06:11

Yoga, benefici per corpo e mente. I consigli di Francesca Senette

«All’inizio si percepiscono i benefici fisici perché lo yoga fa bene alla colonna vertebrale, all’addome e all’allungamento muscolare. Poi subentra il benessere psicologico. A volte bastano anche solo dieci minuti per avere benefici per l’intera giornata»

di Federica Bosco

Come superare un nuovo lockdown? Dopo la fase uno e la riapertura durante l’estate, ritornare ad una condizione di semi libertà rappresenta uno scoglio psicologico difficile da gestire. Il rischio di una depressione da confinamento è dietro l’angolo e per evitare di scivolare in un limbo di disperazione è fondamentale sin dai primi giorni attivare una difesa psicologica in grado di far fronte ai momenti down che inevitabilmente dovremo affrontare nei prossimi giorni. Un aiuto in questo senso può arrivare dallo yoga: la disciplina orientale infatti sembrerebbe essere in grado di agire sul fisico e sulla mente. Lo sa bene Francesca Senette, esperta di comunicazione, giornalista televisiva e oggi insegnante di yoga.

«Lo yoga può dare sostegno ed equilibrio alle persone in base alle esigenze del momento – spiega la Senette -. Un equilibrio che durante il Covid è stato messo a dura prova. In particolare le donne, che rappresentano il 90% delle fruitrici della disciplina orientale, hanno dovuto reggere l’urto della pandemia nelle case, riorganizzando la vita familiare, gestendo il lavoro in smart working e la didattica a distanza dei figli». Un triplo impegno fisico e psicologico che la Senette ha insegnato a gestire al meglio alle sue allieve.

Consapevolezza, concentrazione e calma i tre aggettivi scelti da Francesca per inquadrare i molteplici benefici che lo yoga può apportare al fisico e alla mente di un individuo: «Molto dipende dall’approccio che una persona ha con la disciplina – ammette -. All’inizio si percepiscono i benefici fisici perché lo yoga fa bene alla colonna vertebrale, che resta giovane e flessibile, lavora tantissimo sull’addome e sull’allungamento muscolare. Per cui il primo effetto dello yoga è un fisico tonico, agile e in forma, perché il lavoro sui muscoli è simile a quello del nuoto».

«Parallelamente – continua – si lavora anche sull’alimentazione, perché quando si inizia a prestare attenzione al corpo e si capisce che il cibo incide drasticamente sull’organismo, si impara lentamente a scegliere dei cibi che non appesantiscono, legano e rendono rigidi quando si è sul mantra».

Ma quante volte è necessario fare yoga per ottenere questi risultati? «Una, due o tre volte la settimana – risponde Francesca Senette -. Ognuno sceglie quanto dedicare alla pratica dello yoga in base al proprio benessere psicofisico. A volte bastano anche solo dieci minuti per fare il saluto al sole e alla luna ed avere benefici per l’intera giornata».

«Il tempo è una scelta – sottolinea – equivale ad una priorità. Se fa stare bene e se un individuo si rende conto quanto drasticamente cambia la giornata praticando yoga, troverà il tempo da dedicargli».

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Medicina estetica, con i fili di trazione lifting non chirurgico e risultati garantiti? Cosa dice l’esperto
Domenico Centofanti, vicepresidente SIME, analizza l’ultima moda in ambito estetico: costi, benefici ed effetti collaterali: «Terapia efficace e poco invasiva, con ridotti rischi di complicanze. Indicata per pazienti con un grado di lassità cutanea lieve e anche per chi ha già fatto botox e filler»
di Federica Bosco
Amenorrea e calo della libido, ecco i campanelli d’allarme dell’iperprolattinemia secondo AME
Renato Cozzi, presidente eletto AME: «La pandemia ha reso più difficile l’accesso agli ambulatori di endocrinologia e questo può avere ritardato anche le diagnosi»
Il 21 novembre è la giornata dell’assistente sanitario
Una data scelta in onore dell’anniversario della Carta di Ottawa, sottoscritta da tutti gli Stati appartenenti alla Organizzazione mondiale della Sanità nel 1986
Recuperare le liste di attesa: le risorse ci sono, ma sono utilizzate? E in che modo? L’indagine CIMO-LAB
Quici: «Non vorremmo, a questo punto, che a qualche decisore politico “illuminato” venga nuovamente l’idea di fronteggiare il problema delle liste d’attesa bloccando l’attività libero professionale del medico»
Orienta è la prima Agenzia per il Lavoro a diventare Dyslexia Friendly
Sono 2 milioni le persone con dislessia e altri disturbi specifici dell’apprendimento in Italia (4% della popolazione). Di questi 300mila vanno a scuola e 16mila all’Università. Sono 12mila coloro che, ogni anno, entrano nel mondo del lavoro. Per la prima volta quest’anno un’agenzia interinale è stata certificata Dyslexia Friendly
di Federica Bosco
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 29 novembre, sono 261.519.267 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 5.200.271 i decessi. Ad oggi, oltre 7,6 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Ecm

Proroga ECM in scadenza, De Pascale (Co.Ge.A.P.S.): «Inviate agli Ordini posizioni formative degli iscritti»

Il presidente del Consorzio Gestione Anagrafica Professioni Sanitarie a Sanità Informazione: «Pronti ad affrontare fine proroga, poi Ordini valuteranno che azioni intraprendere con inadem...
Salute

Covid-19, tre categorie per 10 potenziali terapie contro il virus

La Commissione Europea sta definendo una rosa di 10 potenziali terapie per il Covid-19. Come agiscono questi farmaci? Quando è possibile somministrali? A chi? Risponde, a Sanità Informaz...
di Isabella Faggiano