Salute 19 ottobre 2018

Valter Longo tra i 50 scienziati più influenti al mondo per il Time con la dieta mima digiuno: l’intervista

«Abbassa il rischio di cancro e ringiovanisce i tessuti», così ai nostri microfoni lo scienziato tricolore ha descritto il suo ‘elisir di lunga vita’ che oggi gli ha permesso di guadagnare un posto accanto a Bill e Melinda Gates e ai neo premi Nobel per la medicina, James P. Allison e Tasuku Honjo

Immagine articolo

È stato annoverato nei 50 top influencer Salute al mondo dal Time per la sua dieta mima digiuno. Si chiama Valter Longo ed è una vecchia conoscenza di Sanità Informazione che l’ha intervistato tempo fa per conoscere i segreti del suo regime alimentare definito ‘elisir di lunga vita’. LEGGI L’INTERVISTA  E GUARDA IL VIDEO

Il professor Longo, Direttore del Programma longevità & cancro dell’Ifom (Istituto Firc di oncologia molecolare) di Milano e del Longevity Institute della University of Southern California, di origine italiana naturalizzato americano, compare nella selezione del Time accanto a Bill e Melinda Gates e ai neo premi Nobel per la medicina, James P. Allison e Tasuku Honjo.

Longo è noto a livello internazionale per le sue ricerche di giuventologia; per l’invenzione della ‘Dieta mima digiuno’, basata su 25 anni di ricerche; per il suo bestseller mondiale ‘La dieta della longevità’, edito in Italia da Vallardi e successivamente in altre 14 lingue, con 500 mila copie vendute solo in Italia e Usa.

Proprio in questi giorni, inoltre, il giornale americano sull’invecchiamento Aging Cell’ ha pubblicato un suo articolo intitolato ‘Programmed longevity, youthspan and juventology’ in cui lo scienziato ripropone la sua teoria della longevità programmata introducendo due neologismi che vanno a complementare il termine invecchiamento: ‘youthspan’, il periodo della vita in cui un organismo rimane non solo sano ma anche giovane, e ‘iuventologia’, cioè il nuovo campo di ricerca dedicato a comprendere i meccanismi responsabili dello youthspan.

«Gli studi dell’invecchiamento – commenta Longo – sono cominciati migliaia di anni fa, ma si sono quasi sempre focalizzati sul perché invecchiamo e non sul perché rimaniamo giovani. Per esempio, una delle teorie più quotate è quella sui radicali liberi e sui danni ossidativi causati da ossigeno e altre molecole su Dna, proteine e cellule. Come chiaro anche dal nome, queste teorie si focalizzano sul processo di deterioramento che porta l’organismo a invecchiare e che inizia dopo i 40-50 anni di età».

Ma questo, puntualizza Longo «non è un parametro sufficiente. Bisogna studiare anche la fase della vita umana che lo precede, caratterizzata da un funzionamento efficiente». Lo scienziato tricolore sostiene che la conoscenza dei meccanismi che regolano quella fase della vita porterebbe non solo a un allungamento della vita sana, ma anche a quello di una vita giovane. Questo approccio emerge dalle ricerche condotte nei suoi laboratori all’Ifom di Milano e alla University of Southern California, in cui la Dieta mima digiuno «sta dimostrando non solo di proteggere vari organi e da varie patologie – si legge nella nota diffusa dall’Ifom – ma anche di promuovere un rinnovamento cellulare nell’organismo».

Articoli correlati
Ricerca: la nutrizione clinica previene molte malattie e aumenta l’efficacia delle terapie. Ma pochi lo sanno
Il professore di medicina Traslazionale e di Precisione Alessandro Laviano: «Gli studi sulla nutrizione clinica sono epidemiologici e per questo poco considerati. I trial clinici costerebbero decine di milioni di euro e le risorse non ci sono»
di Isabella Faggiano
Ma la dieta Mima-digiuno funziona davvero? Intervista esclusiva al ‘guru della longevità’ Valter Longo
Rigenerare il corpo diminuendo il rischio di cancro, diabete, malattie cardiovascolari e neurodegenerative. Il regime alimentare del professor Valter Longo riprogrammerebbe l’organismo rallentando gli effetti della vecchiaia…
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

Formazione ECM, tutte le novità 2019: dall’aggiornamento all’estero alla certificazione

Un dovere sentito sempre più come opportunità professionale. Ecco, in una rapida carrellata, i principali cambiamenti che hanno investito negli ultimi anni il sistema dell’Educazione Continua in M...
Politica

Deroga iscrizione Ordini, Beux (TSRM e PSTRP): «Condividiamo obiettivi ma così si rischia sanatoria. In decreti attuativi si ponga rimedio o faremo da soli»

Il provvedimento inserito in legge di Bilancio prevede che chi ha lavorato 36 mesi negli ultimi 10 anni possa continuare ad esercitare anche senza i titoli per iscriversi al maxi Ordine delle professi...
Politica

Deroga iscrizione Ordini, la bocciatura dei fisioterapisti. Tavarnelli (Aifi): «Si riaprano i percorsi di equivalenza già previsti dalla legge 42 del ’99»

Il presidente Aifi: «Senza un passo indietro si rischia una sanatoria globale, una grande confusione per il cittadino ed una scarsissima tutela della sua salute»
di Isabella Faggiano