Salute 21 Dicembre 2022 17:01

Vacanze per disabili: le soluzioni digitali a portata di tutti

Dalle piattaforme certificate per scegliere l’hotel o la casa senza barriere architettoniche alle app che indicano i servizi per disabili nelle vicinanze. Oggi grazie alla tecnologia le persone con disabilità possono viaggiare in libertà

Vacanze per disabili: le soluzioni digitali a portata di tutti

Son quasi 13 milioni i disabili in Italia. Persone per le quali una vacanza spesso è preclusa. Non solo per una questione economica (oltre il 30% vive in condizioni di povertà) ma perché è difficile scegliere itinerari, alberghi e servizi idonei ad accogliere persone con disabilità. Eppure, oggi in Italia ci sono strumenti digitali in grado di aiutare persone diversamente abili ad organizzare un viaggio unico in Italia o all’estero. Oltre ad agenzia viaggi specializzate, dunque per chi desidera fare un weekend fuori porta, una vacanza esotica o una visita in montagna magari in occasione delle festività natalizie, è possibile trovare la soluzione giusta, certificata, anche sul web.

Come scegliere il viaggio giusto

Prima di iniziare a navigare è bene avere le idee chiare sul tipo di vacanza accessibile che si desidera fare. Esistono infatti diverse soluzioni: dall’hotel, all’appartamento fino alla vacanza in barca o nello chalet di montagna con caratteristiche idonee, prive di barriere architettoniche ed indicate ad accogliere persone con mobilità ridotta o non vedenti, l’importante è riuscire a trovarle e per farlo occorre affidarsi a siti sicuri.

Village for all è una certezza sul web da molti anni, il portale per eccellenza per persone diversamente abili propone località turistiche in tutte le regioni italiane, oltre a Repubblica di San Marino e Croazia. Lo staff verifica personalmente ogni singola struttura segnalata perché risponda ai requisiti di accessibilità. Non solo, nel portale sono riportate anche le testimonianze dei turisti e indicate le strutture dove è possibile fare riabilitazione e dove trovare ausili indispensabili all’ospite, dal sollevatore da piscina o carrozzina da spiaggia.

Esiste poi la versione senza barriere architettoniche di booking.com, Bookinbility.com che si propone come vero e proprio punto di riferimento on line gratuito per chi vuole un hotel o un B&B per persone con disabilità o altre esigenze speciali. Il servizio non richiede alcuna commissione aggiuntiva oltre al pagamento dell’alloggio direttamente nella struttura prescelta.

Case con spazi accessibili

Non solo hotel. Per chi predilige soluzioni più indipendenti, meglio rivolgersi a Casamundo o Airbnb dove esiste la possibilità su una pagina dedicata, di consultare soluzioni in Europa e nel mondo con l’obiettivo di permettere a sempre più persone diversamente abili di vivere soggiorni unici. «Per migliorare i criteri di visualizzazione della piattaforma e promuovere l’inclusione abbiamo creato la categoria “spazi accessibili” che comprende alloggi verificati con ingressi, camere da letto e servizi senza barriere architettoniche – spiega Suzanne Edwards, accessibility Standards Lead di Airbnb -. Dalle case sugli alberi, alle cupole geometriche, sono tante le soluzioni proposte nei soggiorni unici che anche gli ospiti con esigenze di mobilità possono prenotare in tranquillità». Tra gli alloggi più curiosi lo chalet in stile e-frame, privo di barriere architettonica in Nova Scotia in Canada, o per gli amanti della natura il rifugio ecologico con vista mozzafiato sulle Black Mountains localizzato all’interno della Foresta Nazionale del Pisgah negli Stati Uniti a  Burnsville, in  North Caroline.

Le app che localizzano servizi per disabili

Oltre ad individuare l’hotel o la casa delle vacanze, per una persona diversamente abile è fondamentale avere a disposizione tutta una serie di servizi utili, dal parcheggio, ai bagni pubblici attrezzati. Per questo viene in aiuto WheelMate l’app in grado di individuare nelle vicinanze bagni pubblici e parcheggi per disabili. Il servizio è attivo anche all’estero e dunque è molto prezioso per chi viaggia in auto o con i mezzi pubblici.

Anche la visita a musei o a luoghi di intrattenimento potrebbe essere difficoltosa per le persone disabili. Per superare questa barriera, Google Maps ha deciso di introdurre una nuova funzionalità “Luoghi accessibili”. In questo modo l’app grazie alla nuova impostazione consente di sapere in anticipo se in un determinato luogo di interesse ci sono barriere architettoniche. Se è accessibile, sulla mappa sarà presente un’icona con la sedia a rotelle, in caso contrario, l’icona sarà barrata.

 

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Dalla Redazione

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Ad oggi, 7 febbraio 2023, sono 671.921.477 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.845.807 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I casi in Italia L’ultimo bollettino di...
Covid-19, che fare se...?

Come distinguere la tosse da Covid da quella da influenza?

La tosse da Covid è secca e irritante, quella da influenza tende invece a essere grassa. In ogni caso non esistono rimedi se non palliativi, come gli sciroppi lenitivi. No agli antibiotici: non...
Ecm

Il questionario di verifica dei corsi FAD deve essere somministrato esclusivamente in modalità on-line?

La Formazione a Distanza (FAD) può anche essere erogata attraverso riviste (e quindi documentazione cartacea) pertanto il questionario di verifica per i corsi FAD effettuati attraverso material...