Salute 31 Agosto 2017

Stress da rientro? Ecco cosa fare per sconfiggerlo

«Un’alimentazione studiata e attenzione a recuperare le sane abitudini» la Dottoressa Serena Missori, endocrinologa e nutrizionista fornisce utili consigli per sconfiggere lo stress da rientro e ricominciare a carburare al meglio dopo le ferie

Immagine articolo

Arrivederci vacanze estive! Si ricomincia con l’implacabile routine quotidiana e ben presto spiagge assolate e paesaggi incontaminati saranno solo un lontano ricordo. Ma il rientro preoccupa un italiano su 5 già prima delle vacanze, secondo uno studio online di In a Bottle: ansie sul lavoro, ritorno alla ruotine e colleghi sono gli aspetti più temuti. Insomma, in molti casi si torna dalle vacanze più stressati di prima. Come mai? «Lo stress – spiega Giandomenico Bagatin, psicoterapeuta – è dovuto a frustrazione. Le vacanze possono essere piacevoli ma se si torna a una vita insoddisfacente, si rischia di essere più stressati di prima». Cosa si può fare quindi per sconfiggere lo stress da rientro dalle ferie? Come riportato, tra gli altri, da Ansa, Libero , Huffington Post e l’Eco di Bergamo, succo di limone, obiettivi da raggiungere, respiri profondi, positività e momenti dedicati a se stessi sono solo alcuni dei consigli fai-da-te della dottoressa Missori, endocrinologa e nutrizionista. In collaborazione con il provider ECM Sanità in-Formazione e Consulcesi Club, la dottoressa spiega i 9 trucchi per tornare a lavoro sconfiggendo lo stress da rientro.

1 – Utilizza acqua fredda sui polsi e poi sul viso. I brividi risvegliano immediatamente e sono un vero toccasana quando si è assonnati.

2 – Bevi un bicchiere d’acqua con succo di limone appena sveglio. Il succo di limone è acido, ma aiuta ad alcalinizzare il corpo donando una sferzata d’energia.

3 – Muoviti: un corpo in movimento tende a rimanere tale mentre un corpo a riposo tende a rimanere a riposo. La mattina fai un paio di minuti di yoga o di saltelli, anche con i bambini, che si divertiranno tantissimo e si prepareranno prima, piuttosto che essere chiamati e richiamati dai genitori con un timbro di voce irritato.

4 – Inizia la giornata immaginando il risultato finale che vuoi raggiungere, e magari scrivilo. Se hai bambini in età scolastica chiedi loro quale gioco vorrebbero fare al rientro affinché sappiano che li aspetta anche qualcosa di divertente.

5 – Non utilizzare mai il telefono in bagno, risparmierai almeno 30 minuti. I tuoi amici, contatti, colleghi, possono aspettare qualche minuto e puoi goderti un po’ di privacy senza perdere la cognizione del tempo per poi dover correre all’impazzata per riuscire a fare tutto.

6 – Imposta la colazione e il pranzo la sera prima, sia per te sia per i bambini; prepara già la tavola per la colazione, scegli i frullati e prepara gli ingredienti secchi nel frullatore la sera prima e aggiungi il liquido poco prima della colazione. In 30 secondi sarà tutto pronto. Quando prepari la cena, lascia da parte del cibo per il pranzo del giorno dopo e disponilo in appositi contenitori in frigorifero, metti un post-it sulla porta di casa con su scritto ‘pranzo in frigo’, e mettilo in borsa prima di uscire.

7 – La sera metti gli snack direttamente nella borsa, così come negli zaini dei bambini; se sono abbastanza grandi e autonomi puoi affidare loro questo piccolo compito.

8 – Inizia la giornata con un ‘grazie’ e un ‘buongiorno’, questo predisporrà la tua mente alla soluzione dei problemi e non allo scoraggiamento.

9 – Non dimenticare di respirare. Quando ci si alza molto presto e si hanno i minuti contati, si respira in modo superficiale e velocemente. Questo aumenta lo stato di ansia e preoccupazione. Prenditi un minuto per focalizzare l’attenzione sul respiro, inspira profondamente gonfiando bene il torace ed espira via tutta l’aria, preferibilmente davanti a una finestra aperta.

Articoli correlati
Depressione da stress, una molecola anti-neuroinfiammazione può controllare il disturbo
«Oggi il coinvolgimento del processo neuroinfiammatorio è dimostrato tanto nelle malattie neurodegenerative che nelle patologie neuropsichiatriche», spiega Salvatore Cuzzocrea, professore ordinario di Farmacologia all’Università di Messina
Anna Pedrazzini, la manager-maratoneta che corre per solidarietà con Consulcesi Onlus
«Indossare la maglia della Consulcesi alla Maratona di Roma praticando la cosa che amo più al mondo e per un progetto così importante è stata un’esperienza straordinaria che sicuramente si ripeterà in futuro», il racconto in prima persona di Anna Pedrazzini, manager del network legale Consulcesi a Sanità Informazione
Italia Sonno 2019, Garbarino (neurologo): «Chi dorme poco si ammala di più»
Si è chiusa l’VIII edizione della Convention dedicata alla medicina del sonno. Di Michele (pneumologa): «L’insonnia è il problema maggiormente diffuso. Tra le parasonnìe le più conosciute sono il sonnambulismo o il parlare durante il sonno. I comportamenti della fase Rem possono anticipare anche di dieci anni la diagnosi di malattie neurodegenerative»
di Isabella Faggiano
Da Senior Italia FederAnziani il database nazionale di canili e gattili di tutta Italia: censite 949 strutture
Adottare un animale da compagnia è una buona ricetta per vivere in salute e più a lungo facendo risparmiare il Servizio Sanitario Nazionale, ed è un atto di generosità che consente di dare una famiglia a tanti pet abbandonati in canili e gattili, liberando al contempo risorse economiche per i comuni, da investire in servizi […]
In Francia c’è una clinica dedicata alla salute mentale di medici e professionisti sanitari
ESCLUSIVA | Intervista allo psichiatra Thierry Javelot della clinica Le Gouz, che lavora con camici bianchi che combattono sempre più con stress e burnout: «Chi opera in sanità tende a non ammettere di essere malato e a non prendersi cura della propria salute. Finora abbiamo accolto soprattutto infermieri, ma i più esposti sono medici di famiglia e di Pronto soccorso»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

ECM, finisce a Striscia la Notizia il caso dei medici non in regola. FNOMCeO: «Dal 2020 sanzioni per chi non sarà in regola»

Anche la popolare trasmissione di Canale 5 punta i riflettori sul caso dei tanti medici che non rispettano l’obbligo di legge sull’aggiornamento continuo in medicina. Gerry Scotti: “Pazienti pre...
Formazione

Obbligo ECM, Rosset (OMCeO Aosta): «La formazione tutela la salute pubblica. Con sentenza si esce dall’ambiguità»

«Il rispetto della formazione, la tutela della salute e l’obbligo di rispondere a quanto viene dettato dal legislatore, quindi a osservare la legge, sono cose assolutamente imprescindibili e che re...
di Giovanni Cedrone e Diana Romersi
Salute

Guarire dalla balbuzie si può: Chiara Comastri, psicologa ed ex balbuziente, ci spiega come agisce il metodo Psicodizione

Da balbuziente ad esperta di linguaggio: la psicologa Chiara Comastri si racconta a Sanità Informazione e rivela: «Con un approccio di tipo cognitivo comportamentale e un percorso preciso si possono...