Salute 19 Giugno 2018

La salute passa per il sistema endocannabinoide. Bagar (International Institute for Cannabinoids): «Ecco come funziona e a cosa serve»

Diversi processi vitali per l’organismo umano e animale passano per una rete composta da milioni di recettori che interagiscono con i cannabinoidi: «Grandissime potenzialità, ma ancora non conosciamo tutto…»

di Arnaldo Iodice - Inviato ad Atene (Grecia)
Immagine articolo

Nel corpo umano esiste una rete composta da milioni di recettori che interagiscono con i cannabinoidi, sostanze chimiche naturali che possono provenire dall’organismo stesso (e per questo si chiamano endo-cannabinoidi) o dall’esterno. La combinazione tra recettore e cannabinoide genera, all’interno del corpo, determinati processi che garantiscono il funzionamento di diverse funzioni e attività, tanto del sistema nervoso centrale quanto di quello periferico. Questa rete di recettori è conosciuta come “sistema endocannabinoide”, e sulle sue qualità e potenzialità c’è ancora molto da studiare e capire. Ne abbiamo parlato con la dottoressa Tanja Bagar, CEO and Chairman of the Expert Council of the International Institute for Cannabinoids, in Slovenia, intervenuta nel corso del Balkannabis Expo, in Grecia.

Dottoressa Bagar, che cos’è il sistema endocannabinoide e perché è così importante per le nostre vite?

«Il sistema endocannabinoide è una sorta di sistema di protezione generale che abbiamo nel nostro corpo. La sua funzione è appunto quella di proteggere noi e la nostra biochimica, quindi le nostre cellule, i nostri tessuti, i nostri organi, insomma, tutto il nostro corpo. Forse il modo migliore per capire cosa faccia è quello di paragonarlo al sistema immunitario: abbiamo un sistema immunitario che è lì per proteggerci dai batteri, dai virus, dai parassiti, mentre il sistema endocannabinoide è lì per proteggerci da qualunque cosa ci possa accadere, dallo stress emotivo agli inquinanti che possiamo bere, mangiare o respirare. Questo sistema si attiva quando incontriamo virus, batteri, parassiti, oppure se abbiamo un danno fisico, come una frattura. Quindi il sistema si attiva ogni qual volta accade qualcosa al nostro corpo che rompa il nostro equilibrio e il nostro funzionamento ottimale. È per questo che è così importante per noi. Il sistema endocannabinoide funziona insomma come un pulsante di SOS».

LEGGI ANCHE: MALATTIE DEGENERATIVE, LE PROPRIETA’ DEL CBD. RUSSO (ICCI): «ALLEVIA SINTOMI DI EPILESSIA, CANCRO E ALZHEIMER»

Quali sono le prospettive a breve termine della ricerca?

«Innanzitutto, bisogna sapere cos’è e a cosa serve il sistema endocannabinoide e riuscire a gestire il nostro stile di vita, la nostra salute e il cibo in modo da nutrire questo apparato. Per questo una delle cose fondamentali è avere uno stile di vita e un tipo di alimentazione che possano nutrire il sistema endocannabinoide e aiutarlo a mantenersi in forma. Sappiamo che il nostro organismo ha bisogno di acidi grassi Omega 3 perché senza di loro non possiamo produrre endocannabinoidi. È poi necessario avere un intestino sano, perché è quello il posto in cui viene prodotta la maggior parte del sistema endocannabinoide, e se non è sano non riesce a produrla. Quindi questo è il primo aspetto. L’altro interviene in caso di malattia. Vediamo un utilizzo molto efficace di cannabinoidi nei casi di malattie autoimmuni, nel cancro, in malattie infiammatorie o neurologiche. In caso di malattia, il CBD o gli altri cannabinoidi fanno da stampella al sistema endocannabinoide e gli permettono di tornare in equilibrio e di ricoprire nuovamente il ruolo protettivo che ha. Questo probabilmente è il modo migliore per spiegare dove sta andando la ricerca».

Articoli correlati
Lotta alle fake news, Leoni (FNOMCeO): «Disinformazione per interessi commerciali. Tv ha enormi responsabilità»
La proposta del vicepresidente della FNOMCeO Giovanni Leoni: «Bisogna avere un comitato scientifico che validi le persone che parlano al pubblico»
di Giulia Cavalcanti e Diana Romersi
Lombardia: accordo Prefettura, Regione e ASST Santi Paolo e Carlo di Milano per combattere la droga
Insieme per capire e prevenire la diffusione di droghe tra i minori. Prefettura di Milano e ASST Santi Paolo e Carlo con il supporto di Regione Lombardia uniscono le forze siglando un protocollo di intesa sperimentale, finalizzato alla realizzazione di interventi specifici rivolti a minori segnalati per possesso di sostanze stupefacenti e ai loro genitori. […]
di Federica Bosco
Salute, Pierpaolo Sileri (M5S) è il nuovo Vice Ministro: ecco le sue idee per la sanità
Insieme a Sileri arriva a Lungotevere Ripa come sottosegretario, in quota Pd, Sandra Zampa. Il Chirurgo romano ha guidato per 15 mesi la Commissione Sanità di Palazzo Madama. Dall'endometriosi ai contenziosi medico-paziente, idee e proposte per rilanciare la sanità
Governo, Sandra Zampa è il nuovo sottosegretario alla Salute
L'ex deputata del Partito Democratico, vicinissima a Romano Prodi, in passato si è occupata di sanità in relazione al suo impegno verso le fasce più deboli. Affiancherà il nuovo viceministro, Pierpaolo Sileri
Ospedale Fatebenefratelli di Erba: «Morire di dolcezza… Ecco la pericolosità delle bevande zuccherate»
Il consumo di bibite, sia zuccherate sia con dolcificanti ipocalorici, può essere collegato a maggior rischio di morte per tutte le cause. Lo conferma la dietista dell’Ospedale Sacra Famiglia Fatebenefratelli di Erba (Como), Tiziana Casati, commentando lo studio condotto dallo IARC e pubblicato da JAMA Internal Medicine. Secondo lo studio, rispetto a un basso consumo […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

Firenze, a motivare gli aspiranti medici c’è anche l’influencer Marta Pasqualato: «Non arrendetevi»

Sta per diventare medico, dopo essere diventata celebre su Uomini&Donne: «Io sono entrata dopo due anni. Se non passate valutate il ricorso»
di Diana Romersi e Viviana Franzellitti
Salute

Toscana, allarme per superbatterio “New Delhi”: 350 portatori e 44 infetti. Istituita unità di crisi

Nuova Delhi Metallo-beta-lattamasi è un enzima recentemente identificato che rende i batteri resistenti ad un ampio spettro di antibiotici beta-lattamici. «Il numero di pazienti portatori dall'inizi...
Politica

Roberto Speranza: abolizione superticket e assunzioni. Ecco chi è il nuovo ministro della Salute

Cambio di vertice per il Ministero della Salute, al posto della pentastellata Giulia Grillo l’ex Pd, Roberto Speranza. Ecco il profilo e le idee del deputato di Liberi e Uguali