Salute 28 Giugno 2023 10:56

Schillaci: «Servono più fondi per il SSN, ma vanno anche spesi meglio»

«La sanità italiana resta una sanità di grande qualità anche tra mille difficoltà. Nel post pandemia la sanità va riorganizzata e ripensata in maniera più moderna e per farlo servono risorse. Grazie anche al contributo di Agenas stiamo andando verso una rivoluzione del SSN. Incrementare la medicina del territorio è senza dubbio quel che serve […]

Schillaci: «Servono più fondi per il SSN, ma vanno anche spesi meglio»

«La sanità italiana resta una sanità di grande qualità anche tra mille difficoltà. Nel post pandemia la sanità va riorganizzata e ripensata in maniera più moderna e per farlo servono risorse. Grazie anche al contributo di Agenas stiamo andando verso una rivoluzione del SSN. Incrementare la medicina del territorio è senza dubbio quel che serve affinché gli ospedali possano essere decongestionati» queste le prime parole del ministro della Salute, Orazio Schillaci, all’evento che celebra a Roma i 30 anni di Agenas, l’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali.

«In quest’ottica – continua il titolare del dicastero – è necessario investire sul personale e sopperire alla carenza di medici e infermieri. Anche se i medici non sono numericamente pochi, piuttosto, sono spesso poco motivati ad accedere ad alcune specializzazioni. Gli infermieri, invece, sono numericamente insufficienti in Italia, così come nel resto d’Europa, in Giappone e negli Stati Uniti. Si tratta quindi di due carenze diverse da affrontare in modo differente».

«La medicina digitale è la parte più affascinante di tutto il cambiamento che sta vivendo il nostro SSN, e su questo Agenas sarà fondamentale, poiché è uno strumento utile ad assottigliare le diseguaglianze tra nord e sud ed anche tra le città e i piccoli centri. Molti benefici potrà trarne anche l’organizzazione degli ospedali. Altro ruolo fondamentale sarà quello delle farmacie che hanno svolto un ruolo importante durante il Covid-19 ed oggi continuano ad averlo perché i cittadini sentono che è un luogo vicino alle loro esigenze. Infine, una battuta sul fondo sanità: potrebbe essere speso meglio e in maniera più moderna, ovviamente avere più soldi sarebbe opportuno, ma sicuramente la prima necessità è spendere meglio» conclude Schillaci.

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Contributi e Opinioni

Giornata Infermieri. Testimonianze: “Chi va via, e chi ritorna…”

Rosaria ha accolto l’ordine di servizio arrivato a dicembre 2013. Ad accompagnarlo una frase: “Sono pazienti particolari, si prenda cura di loro”. Era il 2013 e Rosaria da allora non...
Politica

Diabete: presentate al Governo le istanze dei medici e dei pazienti

Dopo aver promosso gli Stati Generali sul Diabete, lo scorso 14 marzo, alla presenza del ministro della Salute, di rappresentanti dell’ISS e di AGENAS, FeSDI, l'Università di Roma Tor Ver...
Advocacy e Associazioni

Malattia renale cronica, Vanacore (ANED): “La diagnosi precoce è un diritto: cambia la storia dei pazienti e il decorso della patologia”

Il Presidente dell’ANED: “Questa patologia, almeno agli esordi, non dà segni di sé, è subdola e silenziosa. I primi sintomi compaiono spesso quando la malattia renale ...