Salute 22 gennaio 2018

Meritocrazia, stop precariato ed estensione cure sanitarie: ecco il programma Sanità del centrodestra

Nel decalogo della coalizione anche più sostegno alla famiglia e centralità del rapporto medico-paziente nel circuito dell’assistenza sanitaria. Il patto firmato ad Arcore da Berlusconi, Meloni e Salvini

Le elezioni del 4 marzo si avvicinano e con queste si avvicina il momento della presentazione dei programmi elettorali. Il centrodestra non ha ancora individuato il candidato premier, ma nel patto siglato da Meloni, Salvini e Berlusconi ad Arcore ci sono anche le prime indicazioni programmatiche. Nel decalogo messo a punto da Lega Nord, Fratelli d’Italia, Forza Italia e Noi con L’Italia (la cosiddetta ‘quarta gamba’ guidata da Lorenzo Cesa e Raffaele Fitto) priorità assoluta a crescita, sicurezza, famiglie e impegno per la piena occupazione. Lo stesso Berlusconi, in una intervista al Corriere della Sera, ha sottolineato che i primi provvedimenti saranno quelli per la creazione di posti di lavoro stabili «con la decontribuzione dei contratti di apprendistato e di primo impiego soprattutto per i giovani e quelli di vigoroso contrasto della povertà, con il reddito di dignità per i più deboli e l’aumento delle pensioni minime a 1.000 euro». Il punto chiave sulla sanità è il punto 7 del programma intitolato “Più qualità nella scuola, nell’università e nella sanità pubblica”. Nel dettaglio si parla della necessità di «una maggiore libertà di scelta per le famiglie nell’offerta educativa e sanitaria» e «dell’incentivazione della competizione pubblico-privato a parità di standard».

Altro tema importante che sicuramente interesserà gli operatori sanitari è quello sulla «centralità del rapporto medico-paziente nel circuito dell’assistenza sanitaria». Sempre in questa macroarea, che alla sanità unisce scuola e università, si parla di «sostegno all’aggiornamento e meritocrazia» e «azzeramento progressivo del precariato».

Anche nel punto 4 intitolato «Aiuto a chi ha bisogno» ci sono cenni a tematiche sanitarie. In particolare si fa riferimento all’estensione delle cure sanitarie e al raddoppio dell’assegno minimo per le pensioni di invalidità e sostegno alla disabilità. Al punto 7, intitolato «Più sostegno alla famiglia», si trova la proposta di un piano straordinario per la natalità con asili nido gratuiti e consistenti assegni familiari più che proporzionali al numero dei figli, senza dimenticare la tutela del lavoro delle giovani madri. Pur non essendoci un punto espressamente dedicato ai temi di salute e sanità non sono poche le proposte, anche se per ora non sono noti i dettagli che saranno sviluppati in vista della presentazione delle liste (c’è tempo fino alle ore 20 del 29 gennaio).

Articoli correlati
Il Provider deve richiedere a tutti i relatori l’autocertificazione sul conflitto d’interessi indipendentemente dalla presenza dell’eventuale conflitto?
Il Provider deve richiedere a tutti i relatori l’autocertificazione sul conflitto d’interessi indipendentemente dalla presenza dell’eventuale conflitto? Il Provider deve acquisire la dichiarazione dei rapporti, degli ultimi due anni, di relatori/moderatori/formatori con soggetti portatori d’interessi commerciali in campo sanitario. I docenti, i moderatori, i formatori devono dichiarare eventuali rapporti con aziende con interessi commerciali in […]
Carenza medici, l’assessore Arru (Sardegna): «Con quota cento rischio boom di pensionamenti. Aumentare borse di studio per MMG»
Il titolare della Sanità sarda difende la riforma della rete ospedaliera regionale: «Problema non è la carenza di servizi, ma un eccesso di servizi mal distribuiti che molto spesso non raggiungono i volumi indicati e suggeriti dal Piano nazionale esiti». Poi rilancia la medicina multiprofessionale per affrontare cronicità
Milano, tariffe agevolate e tempi di attesa ridotti. Ecco l’innovativo servizio di prenotazione “Salute4you”
È attivo in quindici farmacie milanesi marchio LloydsFarmacia, Gruppo Admenta Italia, oltre alla parafarmacia LloydsSalute di CityLife, il servizio di prenotazione esclusivo Salute4You, che consente all’utente-paziente di accedere ad una vasta gamma di visite ed altri accertamenti sanitari presso le principali strutture sanitarie della città di Milano. Il tutto usufruendo di tariffe agevolate e tempi di […]
Fertilità maschile, numero spermatozoi in caduta libera: meno 59,3% in 40 anni. Visite gratuite a Roma
Da 99 milioni di spermatozoi per millilitro nel 1973 a 47 milioni nel 2011. Questo, è il crollo verticale della capacità riproduttiva maschile fotografata dalla meta-analisi apparsa su Human Reproduction Update. Eppure la prevenzione e la protezione della fertilità maschile sono le grandi assenti dai programmi di screening e in molti casi i problemi vengono […]
Malattie Croniche Intestinali, parte campagna sensibilizzazione. Pisanti (Ministero Salute): «Serve integrazione tra specialisti»
In Italia circa 200mila persone colpite da Morbo di Chron e Colite ulcerosa. Gruppo di studio Ig-IBD calcola un miliardo l’anno il costo per il SSN. La Coordinatrice del Piano delle Cronicità: «Importante anche per operatori supporto psicologico»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Diritto

Ex specializzandi, 16 miliardi a rischio per le casse dell’erario. Arriva Ddl per accordo Governo e camici bianchi

C’è una bomba ad orologeria nelle casse pubbliche: la vertenza tra gli ex specializzandi ’78-2006 e lo Stato. Gli aventi diritto ammontano a oltre 110mila medici e il contenzioso costerà all’e...
Formazione

ECM e validazione delle competenze mediche: più spazio alla professione. Lavalle (Agenas): «Ecco come funzionerà»

«Dare un valore all’apprendimento non certificato è utile stimolo per professionista» così Franco Lavalle, vicepresidente OMCeO Bari e membro dell’Osservatorio Nazionale del’ Age.na.s
Professioni Sanitarie

Professioni sanitarie, Beux (TSRM e PSTRP): «Ordine favorirà qualità. Ora servono decreti attuativi»

Inizia a prendere vita il nuovo ordine istituito nella scorsa legislatura. 33mila i professionisti già censiti ma se ne stimano 230-240mila