Salute 25 Giugno 2019

Lotta all’abusivismo, Dal Pont (TSRM Roma): «Ho chiesto elenchi professionisti a strutture ma non tutte hanno risposto»

Il presidente del Maxi Ordine delle professioni sanitarie di Roma Claudio Dal Pont rivela che molte strutture si sono trincerate dietro la privacy: «Sappiamo tutti benissimo che l’abuso di professione è penalmente perseguibile anche dal datore di lavoro con il sequestro di tutte le attrezzature atte a compiere l’atto illecito»

Immagine articolo

La lotta all’abusivismo è una delle priorità del nuovo Ordine multialbo delle professioni sanitarie. Una guerra che però al momento viene combattuta con armi ‘spuntate’. Intanto però gli oltre 200mila professionisti sanitari attendono l’approvazione degli ultimi due decreti attuativi della Legge Lorenzin, la legge 3 del 2018, che ha dato il via alla grande avventura dell’Ordine dei Tecnici Sanitari Radiologia Medica e delle Professioni Sanitarie Tecniche, della Riabilitazione e della Prevenzione.

In mancanza delle armi adeguate, c’è chi però non perde tempo. È il caso del Presidente dell’Ordine TSRM-PSTRP di Roma e provincia, Claudio Dal Pont, che ha preso carta e penna e ha scritto a tutte le strutture sanitarie, pubbliche e private di Roma e provincia per avere gli elenchi dei professionisti sanitari impiegati. Le risposte però non sono state quelle che si attendevano.«Non tutte le strutture pubbliche hanno risposto – sottolinea Dal Pont a Sanità Informazione – mentre tra le private c’è chi ha negato la risposta trincerandosi dietro la privacy».

LEGGI ANCHE: PROFESSIONI SANITARIE, BEUX (TSRM PSTRP): «PROBLEMA EQUIVALENZA TITOLI E’ ‘DRAMMA’, SERVE SOLUZIONE TECNICA. MA ABUSIVI VANNO CONTRASTATI»

Eppure non ci dovrebbero essere reticenze: l’Ordine è un Ente sussidiario dello Stato e dovrebbe poter accedere legittimamente a questi dati. «Non ho la stella da poliziotto o da Nas – continua il Presidente del maxi Ordine di Roma – Ho chiesto tutti gli elenchi dei professionisti dei 19 profili dell’Ordine. Ho chiesto di avere gli elenchi. Molte aziende pubbliche e anche qualche privato me lo hanno mandato, ma non tutte. Adesso reitererò la richiesta mettendo qualcosa di più convincente. Sappiamo tutti benissimo che l’abuso di professione è penalmente perseguibile anche dal datore di lavoro con il sequestro di tutte le attrezzature atte a compiere l’atto illecito».

Presidente, cosa si può fare per sbloccare questa situazione?

«Non so se altri presidenti hanno fatto la stessa cosa. Io è da più di un mese che ho mandato le Pec a tutte le strutture pubbliche e private. Ho chiesto di darmi gli elenchi. Forse, ma ragiono per supposizioni, potrebbero almeno garantire con una autocertificazione che tutti i professionisti siano in regola. Le assicuro che il mio intendimento è quello di andare avanti. Io un paio di casi di abusivismo li ho già trovati, i nomi sono in mano all’avvocato. Adesso scriveremo all’azienda dove lavorano»

A Roma e provincia hanno compreso l’importanza di iscriversi all’Ordine multialbo?

«La stragrande maggioranza sì. Non posso nascondere che molti hanno una ritrosia. Ma del resto non tutti sono professionisti con la “P” maiuscola. Devo dire, anche in riferimento alla categoria a cui appartengo, quella dei tecnici di radiologia medica, qualcuno aveva problemi persino ad apparire nel referto al fianco del medico radiologo…».

Articoli correlati
Intramoenia professioni sanitarie, Sileri (Commissione Sanità) presenta Ddl. Il plauso di FNOPI e Nursing Up
La presidente FNOPI Barbara Mangiacavalli: «Non sia strumento per sopperire alle carenze di organici». Il presidente Nursing Up Antonio De Palma: «Ddl segna momento storico»
Chi sono e cosa fanno i dietisti? L’Ordine TSRM e PSTRP sfata le ‘fake news’ sulla professione
Nel mondo della nutrizione e della dietetica, dove sempre più spesso è la confusione ad essere protagonista, la Federazione nazionale degli Ordini dei TSRM e delle PSTRP e ANDID (Associazione maggiormente rappresentativa dei Dietisti) danno il loro contributo a un’informazione obiettiva. «Sul Dietista - commenta il presidente della Federazione Alessandro Beux - da troppo tempo vengono veicolate informazioni errate, fuorvianti e di conseguenza denigranti, presenti anche su alcuni siti istituzionali
ANTEL, si avvicina il Congresso. Casalino (Vice Pres.): «Linee guida e Ordine, tante sfide per i tecnici di laboratorio»
Dal 25 al 28 settembre a Roma il Congresso dell’Associazione Italiana Tecnici Sanitari di Laboratorio Biomedico. L’evento in collaborazione con la Sibioc, Società Italiana di Biochimica Clinica e Biologia Molecolare
1 Luglio 2019, un anno di iscrizioni agli Ordini TSRM PSTRP. Il Presidente Beux: «Stiamo costruendo la cattedrale delle professioni sanitarie»
«Un anno fa, 1° luglio 2018, si sono aperte le iscrizioni agli albi di cui al DM 13 marzo 2018. Dei 192mila professionisti stimati da censire, attualmente al portale se ne sono registrati 150mila, dei quali 110mila hanno terminato l’iter e risultano iscritti ai relativi albi. Invito i colleghi iscritti a partecipare al 1° Congresso nazionale della FNO TSRM PSTRP che si terrà a Rimini dall'11 al 13 ottobre 2019» così Alessandro Beux, presidente FNO TSRM PSTRP
Etica e sanità, parla Don Angelelli (CEI): «Garantire libertà agli operatori sanitari. Sanità cattolica ha rincorso modello aziendalistico, tornare alle origini»
Il Direttore dell'Ufficio Nazionale per la pastorale della salute, ha incontrato una delegazione dell’ANTEL, l’Associazione Italiana Tecnici Sanitari di Laboratorio Medico, che a settembre celebreranno il Congresso Nazionale. «La Chiesa ha creato l’idea stessa di sanità nel momento in cui ha cominciato a prendersi cura delle persone che stavano morendo da sole. Ora dobbiamo recuperare il modello originario»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Lo psicologo di famiglia è un diritto riconosciuto dalla legge. Alle Regioni il compito di trovare accordi con gli MMG

La norma inserita nel Dl Calabria. Lazzari (Cnop): «Gli psicologi saranno al servizio dei cittadini anche nell’ambito delle cure primarie, accanto ai medici di medicina generale ed ai pediatri di l...
di Isabella Faggiano
Lavoro

Contratto medici e unificazione fondi: ecco cosa sta succedendo all’Aran

Il nuovo pomo della discordia è l’unificazione dei fondi della dirigenza medica, sanitaria non medica e delle professioni sanitarie. Palermo (Anaao-Assomed): «A guadagnarci sono i medici». Quici ...
Salute

Boom di denunce per “malpractice”, i chirurghi non ci stanno: «Nessuno vuole fare più questo mestiere»

Dei 35mila procedimenti che si aprono ogni anno oltre il 90% si risolvono in un nulla di fatto. Il Presidente del Collegio Italiano dei Chirurghi (CIC), Filippo La Torre: «Serve legge che regoli la m...