Salute 22 Ottobre 2019

L’Ospedale Niguarda compie 80 anni. Il direttore Bosio: «Una storia di generosità e innovazione»

Con una grande festa al teatro dal Verme, condotta da Simona Ventura, si sono conclusi i festeggiamenti per l’Ospedale Niguarda di Milano, alla presenza delle istituzioni e di artisti del calibro di Vittorio Sgarbi e Roberto Vecchioni

di Federica Bosco
L’Ospedale Niguarda compie 80 anni. Il direttore Bosio: «Una storia di generosità e innovazione»

Ottant’anni e non sentirli. Con una grande festa al teatro dal Verme, condotta da Simona Ventura, si sono conclusi i festeggiamenti per l’Ospedale Niguarda di Milano, alla presenza delle istituzioni e di artisti del calibro di Vittorio Sgarbi e Roberto Vecchioni. Una storia unica di professionalità e innovazione per quella che è da sempre un’eccellenza della sanità lombarda, come ha voluto ricordare il direttore generale Marco Bosio.

«Da 80 anni Niguarda eroga prestazioni di eccellenza e non solo, – racconta Bosio – perciò è giusto celebrare i nostri professionisti perché non c’è solo la dedizione e la passione, ma anche una grande professionalità e questo dà fiducia alle persone che accedono al Niguarda per i loro bisogni e quindi ci sembrava giusto aprirci alla città per celebrare insieme la sanità lombarda. Abbiamo avuto tanti primati: sulla chirurgia, sull’oncologia, sull’ematologia, ogni decennio ha avuto un primato. Tutto questo ci ha portato ad oggi, e a questo punto l’eccellenza di Niguarda è consolidata, ciò che adesso dobbiamo cercare di incrementare è la presa in carico del paziente, non solo in ospedale, ma anche sul territorio».

Ottant’ anni di storia coronati da un prestigioso traguardo: il trapianto di fegato numero 2.000 realizzato a settembre 2019. Un record che testimonia una grande tradizione e l’elevata competenza dei professionisti coinvolti: Niguarda, infatti, è il primo centro in Regione Lombardia per trapianti di fegato, e tra i primi per rene e per quelli combinati rene pancreas.

LEGGI: TRAPIANTO FEGATO-RENE IN DUE MOMENTI DIVERSI, AL NIGUARDA IL PRIMO IN ITALIA. DE CARLIS: «INTERVENTO COMPLESSO, ECCO COME ABBIAMO FATTO»

E’ diventato uno straordinario punto di eccellenza per la nostra Regione e per l’Italia – ha voluto sottolineare l’assessore alla Sanità di Regione Lombardia, Giulio Gallera – dalla cardiochirurgia, a tante altre discipline, ha scritto la storia della sanità italiana, ma mantenendo sempre un forte radicamento sul territorio. Niguarda ha sempre avuto la capacità di rinnovarsi e innovarsi. Ha 80 anni e non li dimostra. Qualche anno fa è stato fatto il blocco sud straordinariamente efficiente e continua a innovarsi anche nei reparti che riescono a produrre salute: dal centro per le malattie neuromuscolari, all’unità spinale, all’ippoterapia. Niguarda è l’unico ospedale al cui interno c’è un maneggio, senza dimenticare il centro traumi o centro trapianti che sono un punto di riferimento nazionale. Questo è un grande paradigma della straordinaria eccellenza della sanità lombarda».

Articoli correlati
Una giornata in un Covid hotel di Milano, dove i posti stanno per terminare
All'hotel Baviera del gruppo Mokinba forze dell’ordine, operatori sanitari e senza tetto aspettano in isolamento la negatività al virus
di Federica Bosco
Milano, primo giorno di lockdown in zona rossa: rabbia ma rispetto delle regole
Molti controlli da parte delle forze dell’Ordine, ma poche multe. Ristoranti e bar si riconvertono al delivery e la Campania zona gialla non va proprio giù a molti milanesi. La cronaca
di Federica Bosco
Seconda ondata Covid-19, i medici che chiedono il lockdown immediato
Gli appelli alle istituzioni degli Ordini di Milano, Torino e Oristano affinché si predisponga velocemente un efficace lockdown per contenere l'epidemia
Gli anestesisti in tour da Torino a Bari. Petrini (Siaarti): «Contro il Covid siamo stati brillanti»
Un'iniziativa per raccontare una professione in prima linea ed incontrare medici e istituzioni. La presidente della Società italiana di anestesia, analgesia, rianimazione e terapia intensiva: «Suggerimenti positivi per il governo su organizzazione e follow up»
di Federica Bosco
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 2 dicembre, sono 63.894.184 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.480.709 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 2 dicembre: ...
Voci della Sanità

Manovra 2021, prevista indennità per gli infermieri. Beux (FNO TSRM e PSTRP): «Offesa alle altre professioni sanitarie, si premi il merito»

L’articolo 66 della bozza della Legge di Bilancio prevede una indennità di “specificità infermieristica” in vigore a partire dal primo gennaio 2021. Ma il Presidente del maxi Ordine delle prof...
Salute

Covid-19, Stefano Vella: «Dall’HIV abbiamo imparato che i virus vanno affamati»

Intervista a Stefano Vella dell'Università Cattolica di Roma: «Pandemia dichiarata colpevolmente in ritardo, ci siamo fidati della SARS. Testare tutti è impossibile, dobbiamo raggiungere una copert...
di Tommaso Caldarelli