Formazione 31 Luglio 2017 12:06

“Ho amici in Paradiso”: la disabilità raccontata dai disabili. ‘Er Cipolla’ Enzo Salvi: «Un grande messaggio sociale»

Disabili? No, attori che mettono in scena la loro realtà. Questa sera su Rai 1 il film di Fabrizio Maria Cortese con i pazienti del Centro di riabilitazione psichica Don Guanella a fare da interpreti con Valentina Cervi e il comico Enzo Salvi che racconta ai microfoni di Sanità Informazione: «Una pellicola che diventerà portabandiera per la disabilità»

“Ho amici in Paradiso”: la disabilità raccontata dai disabili. ‘Er Cipolla’ Enzo Salvi: «Un grande messaggio sociale»

«La disabilità è negli occhi chi la vede e la disprezza» lo dichiara il comico e cabarettista italiano Enzo Salvi, che ha fatto parte del cast di ‘Ho amici in Paradiso’ la commedia che mette al centro il tema della disabilità per sensibilizzare l’opinione pubblica. «Devo fare i complimenti al regista – prosegue l’attore -. Fabrizio Maria Cortese è riuscito a confezionare questo progetto cinematografico facendo partecipare sia attori professionisti che ragazzi con disabilità». Infatti il film è ambientato al Centro di Riabilitazione Don Guanella di Roma e sono proprio gli ospiti del Centro ad essere i protagonisti. «Si tratta di uno spaccato della vita del Centro dove abitano queste persone meravigliose che sono i veri interpreti del film, noi attori professionisti siamo solo il loro supporto, il film l’hanno fatto loro».

‘Ho amici in Paradiso’ è nelle sale cinematografiche dal 2 febbraio e qualche giorno fa è stato presentato alla Camera dei Deputati alla presenza del Ministro della Salute Beatrice Lorenzin. La pellicola nasce da un’idea del regista Fabrizio Maria Cortese che, dopo aver tenuto un corso di recitazione presso il Centro Don Guanella, specializzato nel trattamento di problematiche psichiche, ha deciso di far raccontare la disabilità dai disabili stessi, il tutto condito dai toni frizzanti e leggeri di una commedia che nasconde un importante messaggio sociale.

«Il vero Paradiso è il Don Guanella dove c’è una città con un cuore gigante che pulsa – spiega Enzo Salvi che nel film interpreta il ruolo di un infermiere del Don Guanella -. Il film deve lanciare un messaggio per aprire gli occhi su una realtà che la gente non conosce. Sono certo che il film diventerà sicuramente un porta bandiera della disabilità, una verità che la gente deve guardare in faccia e non girare la testa dall’altra parte».

Nel film gli operatori sanitari del Centro sono coinvolti nelle dinamiche divertenti che creano i pazienti stessi «la formazione del personale è fondamentale – entra nel merito l’attore – soprattutto per affrontare queste situazioni di disagio psichico. Ma la cosa più importante è il sentimento, i medici devono metterci il cuore oltre che la competenze».

Articoli correlati
Le politiche future per la disabilità, l’appello di FISH per la nuova legislatura
In un documento la FISH chiede politiche e servizi inclusivi, strumenti normativi ed interventi normativi adeguati, il tutto in linea con i principi valoriali della Convenzione Onu sui diritti per le persone con disabilità
Lovegiver: ecco chi è e cosa fa
Maximiliano Ulivieri, nel 2013, ha fondato il Comitato Lovegiver, per promuovere la professione dell’O.E.A.S., l’operatore per l’assistenza emotiva, affettiva e sessuale di persone con disabilità fisico e/o cognitiva
Università: migliora l’accesso agli studenti con disabilità
Diffuso il nuovo report dell'Anvur su accesso alle università da parte degli studenti disabili. Registrati importanti miglioramenti
di Redazione
«C’è molta strada da fare sulla percezione della disabilità», Comellini (Anvur)
Anvur invita a migliorare la percezione della disabilità nelle università e nella società in generale
di Redazione
Abetone Cutigliano 2022: il “Pinocchio sugli sci” apre alla disabilità ed allo sport accessibile
All’interno delle iniziative di Abetone Cutigliano città Toscana dello Sport 2022, l’amministrazione comunale, insieme alla Regione Toscana e all’Osservatorio Malattie Rare, ha organizzato una intera giornata dedicata alla disabilità con la promozione del convegno “Abetonabile: città dello sport, città per tutti”. Durante il convegno, moderato da Francesco Macchia, Vicepresidente di OMaR, molti gli interventi di […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

All’11 agosto, sono 587.500.701 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.427.422 i decessi. Ad oggi, oltre 12 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dall...
Covid-19, che fare se...?

Paracetamolo o ibuprofene, cosa prendere contro i sintomi del Covid?

È la domanda che si fanno molti di coloro che sono stati colpiti lievemente dal virus Sars-CoV-2
Salute

Troppi malori improvvisi tra i giovani, uno studio rivela la causa

Alessandro Capucci, professore ordinario di malattie dell’apparato cardiovascolare, spiega come un eccesso di catecolamine circolanti possa determinare un danno cardiaco a volte fatale