Salute 23 settembre 2014

Il “Jet Set” della sanità europea a Milano

Le telecamere di Sanità Informazione all’atteso summit: protagonisti tutti i ministri della Salute della Ue e le grandi organizzazioni internazionali in ambito sanitario

Immagine articolo

Parterre de roi al MiCo di Milano dove tra ieri e oggi si sono riuniti tutti i ministri della Salute dei Paesi che fanno parte dell’Unione europea. L’incontro – esteso anche ad Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Svizzera e alle grandi Organizzazioni internazionali operanti nel settore sanitario come Ocse ed OMS – è una appuntamento classico che ogni Presidenza del Consiglio dell’Unione organizza durante il proprio semestre.

Toccati i temi più rilevanti del momento in ambito medico con particolare attenzione alle azioni che l’Ue sta mettendo in campo per contrastare l’epidemia causata dal virus Ebola.

Presenti i principali protagonisti della sanità internazionale, tra cui, padrona di casa dell’evento, il ministro della Salute Beatrice Lorenzin che, dopo essere intervenuta sul tema delle cure palliative e della terapia del dolore – definiti prioritari nell’agenda dei lavori  con l’obiettivo di eliminare le disparità di applicazione tra gli Stati dell’Unione – e sull’impiego di farmaci oppioidi in quest’ambito, ha affrontato la questione attualmente più scottante: l’emergenza Ebola.

Un miliardo di dollari: questa la cifra che l’ONU dovrà stanziare per gestire l’emergenza Ebola

“La situazione in Africa occidentale è molto critica, non solo dal punto di vista epidemiologico ma anche umanitario. L’OMS ha pronosticato 20mila nuovi casi in sei mesi, a meno che non si riesca intervenire con decisione, ed ha preventivato un miliardo di dollari alle Nazioni Unite per gestire entrambe le emergenze – sanitaria e umanitaria. Verrà coinvolto anche l’Esercito, e si cercherà di realizzare un vero e proprio sistema sanitario, la cui assenza – nei Paesi interessati – è stata la principale causa dello scoppio dell’epidemia. L’Europa ha già stanziato 150 milioni di euro, e anche l’Italia sta cooperando attivamente sul territorio per raggiungere l’obiettivo di 3000 posti letto in più. Ma, oltre al contagio, dobbiamo pensare al piano di evacuazione e recupero per le migliaia di operatori che verranno inviati, e ad apposite strutture di ricovero. A livello preventivo stiamo rendendo più stringente il controllo agli aeroporti e gli accertamenti nei confronti delle persone provenienti dai Paesi interessati”.

Un altro punto caldo, su cui è necessaria una riflessione a livello internazionale, è quello delle nuove tecnologie in Sanità…
“Qui l’Europa deve fare un salto di qualità, ed è stata questa la proposta partita dall’Italia. Le nuove scoperte hanno portato alla prima vera rivoluzione in medicina degli ultimi 15 anni, una rivoluzione già in atto a tutti gli effetti. Le sfide da affrontare riguardano il modo in cui reggere i costi – altissimi – di questa innovazione, che renderà necessaria un’alleanza tra investitori, pazienti e Stati membri. In secondo luogo, continuare ad attrarre investimenti sulla ricerca, intervenendo sul rapporto tra i finanziatori e gli Stati. Infine, incentivare l’innovazione e renderla accessibile: la discussione sul tema, affrontata oggi a livello europeo, costituirà la base delle prossime direttive”.

Articoli correlati
Salute, 4,5 mln colpiti da osteoporosi. Ogni 3 secondi una frattura
In Italia circa 3,5 milioni di donne e 1 milione di uomini sono affetti da osteoporosi. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità a causa di questa malattia ogni 3 secondi si verifica una frattura di femore, polso o vertebra: nel nostro Paese, ogni anno, negli over 50 quelle di femore sono più di 90mila mentre sono […]
Malattie infettive, vaccinazioni e accesso alle cure al centro del 2° Congresso Waidid
Emergenza pertosse, primo network globale per l’eradicazione della Tubercolosi, immunizzazione in gravidanza e accesso universale alle cure. Questi sono alcuni degli hot topic al centro del 2° Congresso Internazionale dell’Associazione Mondiale per le Malattie Infettive e i Disordini Immunologici – WAidid –, presieduta dalla professoressa Susanna Esposito, che da oggi al 20 ottobre ospiterà a Milano […]
Patologie delle valvole cardiache. Freri (Cuore Italia): «Colpiti un milione di italiani»
Al via “Ascolta il mio cuore”, la campagna di sensibilizzazione organizzata da Cuore Italia, sostenuta da Senior Italia FederAnziani, e culminata in una “camminata per il cuore” tra i giardini di Villa Borghese, a Roma.
di Isabella Faggiano
Assisi, il metodo WAL (walk and learn) entra a scuola. Massimo Paggi: «Abbiamo aperto una porta sul futuro»
Imparare in movimento è una formula vincente: la studiosa Carla Hannaford ha da tempo confermato l’efficacia del movimento nel processo di apprendimento e nell’educazione infantile. In uno studio fra 500 bambini esaminati, coloro che praticavano più di un’ora di movimento al giorno presentavano un rendimento scolastico migliore di bambini meno attivi. I benefici dell’attività fisica […]
Milano, tariffe agevolate e tempi di attesa ridotti. Ecco l’innovativo servizio di prenotazione “Salute4you”
È attivo in quindici farmacie milanesi marchio LloydsFarmacia, Gruppo Admenta Italia, oltre alla parafarmacia LloydsSalute di CityLife, il servizio di prenotazione esclusivo Salute4You, che consente all’utente-paziente di accedere ad una vasta gamma di visite ed altri accertamenti sanitari presso le principali strutture sanitarie della città di Milano. Il tutto usufruendo di tariffe agevolate e tempi di […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

ECM e validazione delle competenze mediche: più spazio alla professione. Lavalle (Agenas): «Ecco come funzionerà»

«Dare un valore all’apprendimento non certificato è utile stimolo per professionista» così Franco Lavalle, vicepresidente OMCeO Bari e membro dell’Osservatorio Nazionale del’ Age.na.s
Professioni Sanitarie

Professioni sanitarie, Beux (TSRM e PSTRP): «Ordine favorirà qualità. Ora servono decreti attuativi»

Inizia a prendere vita il nuovo ordine istituito nella scorsa legislatura. 33mila i professionisti già censiti ma se ne stimano 230-240mila
Salute

Pensioni, i contributi vanno in prescrizione? Cavallero (Cosmed): «Controllate estratto conto Inps»

Tra i temi affrontati alla Giornata della previdenza anche la contribuzione ridotta della quota B («Si può comunicare anche dopo il 30 settembre»), le prospettive di riforma della Legge Fornero ed ...