Salute 28 Giugno 2023 17:48

GADOSoS: la piattaforma online di primo sostegno per donne operate al seno

Prende il nome dall’Associazione “GADOS ODV Gruppo Assistenza Donne Operate al Seno”, che si impegna ad accompagnare le donne in un dignitoso decorso della malattia e garantire una miglior qualità di vita

GADOSoS: la piattaforma online di primo sostegno per donne operate al seno

A Torino nasce la piattaforma GADOSoS, uno strumento online per dare un primo sostegno alle donne operate al seno e ai loro famigliari/caregivers. Prende il nome dall’Associazione “GADOS ODV Gruppo Assistenza Donne Operate al Seno”, che si impegna ad accompagnare le donne in un dignitoso decorso della malattia e garantire una miglior qualità di vita. GADOSoS accoglie l’iscrizione di personale medico e non, che ruota attorno al percorso di cura consigliato alle donne che affrontano il tumore al seno; la piattaforma è aperta a tutto il personale sanitario, pubblico e privato, che desideri contribuire a questa causa a titolo gratuito. Il servizio è rivolto a donne su tutto il territorio italiano, è gratuito e semplice da utilizzare e permette all’utenza di avere una consulenza in tempi brevi, anche con professionisti fuori dalla propria zona di residenza.

A chi si rivolge GADOS

«L’Associazione nel tempo ha riscontrato una generalizzata difficoltà a trovare un supporto specialistico di primo sostegno durante il percorso della malattia. Per rispondere a questo bisogno, GADOS ha scelto uno strumento innovativo, che si appoggia ai mezzi di comunicazione moderni per far dialogare specialisti e pazienti senza porre necessariamente un confine geografico, riduce drasticamente costrizioni di orario e limita i tempi di attesa, tipici del settore sanitario. GADOSoS permette anche alle/ai pazienti di prenotare in autonomia gli appuntamenti evitando l’intermediazione di centralini o segreterie, velocizzando così il processo e limitando la potenziale ansia data dalla condizione di malattia», spiega Rossella Noto, Presidente di GADOS.

Cosa offre

GADOS vuole offrire all’utenza un servizio sempre più omnicomprensivo e, al contempo, permettere ai professionisti di mettere a disposizione le loro competenze e instaurare con i pazienti “un rapporto uno a uno”, che possa eventualmente proseguire, qualora le due parti lo desiderino, indipendentemente da GADOS e dalla piattaforma di primo supporto.  «L’idea è nata durante la pandemia di Covid, quando la comunicazione tra paziente e medico era spesso virtuale; abbiamo pensato che si potesse continuare ad utilizzare questa dimensione per andare oltre i confini locali e permettere di raggiungere con estrema facilità più persone su tutto il territorio», spiega ancora la Presidente di GADOS,« con il passare dei mesi, poi, ci siamo resi conto di quanto fosse necessario rispondere alle richieste di supporto dei pazienti con un servizio efficiente e rapido, che non si limitasse a dare supporto psicologico, ma che abbracciasse tante altre specializzazioni».

Come funziona GADOSoS

Per l’utenza

Per utilizzare la piattaforma è necessario versare la quota associativa annuale di 20€ ed essere soci di GADOS nell’anno corrente. Successivamente, viene attivato il profilo dell’Utente, che può registrarsi su GADOSoS tramite il sito GADOS | GRUPPO ASSISTENZA DONNE OPERATE AL SENO con nome, cognome, mail, numero di telefono. L’utente dovrà fornire anche un quadro della propria situazione clinica, che sarà visibile solo ed esclusivamente al professionista di riferimento.
La piattaforma presenta una lista di professionisti, divisi per specializzazioni (mediche e non), che hanno dato la loro disponibilità per le consulenze. Dall’elenco di professionisti si può scegliere a chi rivolgersi e inviare una richiesta di appuntamento, sulla base delle date e gli orari messi a calendario dagli stessi professionisti, che avranno cura di ricontattare l’utenza via telefono o con videochiamata. GADOSoS non fornisce un supporto di videochiamata integrato per lasciare la libertà di scegliere il mezzo di connessione preferito (Zoom, Google Meet, WhatsApp, etc.).

Per i professionisti

Il processo di iscrizione alla piattaforma è uguale per il professionista, che non deve essere socio Gados e non deve versare la quota associativa, ma fare un upload del proprio CV e numero di iscrizione all’albo. Tali documenti sono visibili solo all’Associazione, che li verifica prima di accettare un professionista, come garanzia di professionalità per l’utenza.La piattaforma offre un calendario personalizzato ad ogni professionista, attraverso cui si potranno indicare le proprie disponibilità in totale autonomia e libertà, in base al proprio tempo.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Contributi e Opinioni

Giornata Infermieri. Testimonianze: “Chi va via, e chi ritorna…”

Rosaria ha accolto l’ordine di servizio arrivato a dicembre 2013. Ad accompagnarlo una frase: “Sono pazienti particolari, si prenda cura di loro”. Era il 2013 e Rosaria da allora non...
Politica

Diabete: presentate al Governo le istanze dei medici e dei pazienti

Dopo aver promosso gli Stati Generali sul Diabete, lo scorso 14 marzo, alla presenza del ministro della Salute, di rappresentanti dell’ISS e di AGENAS, FeSDI, l'Università di Roma Tor Ver...
Advocacy e Associazioni

Malattia renale cronica, Vanacore (ANED): “La diagnosi precoce è un diritto: cambia la storia dei pazienti e il decorso della patologia”

Il Presidente dell’ANED: “Questa patologia, almeno agli esordi, non dà segni di sé, è subdola e silenziosa. I primi sintomi compaiono spesso quando la malattia renale ...