Salute 15 Febbraio 2024 14:30

Donne con infezione da HPV avrebbero un rischio quattro volte più alto di morte cardiovascolare

La ricerca coreana ha coinvolto 163.250 donne di mezza età che non avevano malattie cardiovascolari

di S.M.
Donne con infezione da HPV avrebbero un rischio quattro volte più alto di morte cardiovascolare

Le donne correrebbero un rischio quattro volte maggiore di morire di malattie cardiovascolari se hanno un’infezione da un ceppo ad alto rischio di papillomavirus umano (HPV). A mostrarlo è una ricerca condotta da un team della Sungkyunkwan University di Seoul, in Corea del Sud, coordinato da Seungho Ryu.

Precedenti ricerche hanno evidenziato che l’infezione da HPV può contribuire all’accumulo di pericolose placche nelle arterie. La ricerca coreana ha coinvolto 163.250 donne di mezza età che non avevano malattie cardiovascolari. Le donne si sono sottoposte a una serie di esami di screening, compreso l’esame per identificare i 13 ceppi di HPV ad alto rischio. Le donne, poi, si sono sottoposte a controlli regolari ogni anno o due, per una media di otto anni e mezzo successivi.

Trattandosi di donne relativamente giovani e sane, il rischio di morte per malattie cardiovascolari era generalmente basso, pari a 9,1 su 100mila. Tuttavia, dopo aver preso in considerazione altri fattori noti per aumentare il rischio di malattie cardiovascolari, i ricercatori hanno osservato che le donne con HPV ad alto rischio avevano un rischio di 3,91 volte più alto di avere un blocco delle arterie, un rischio di 3,74 volte più alto di morire di malattia cardiaca e un rischio di 5,86 volte maggiore di morire di ictus, rispetto alle donne che non avevano l’infezione da HPV. Infine, il team ha evidenziato che il rischio era ancora più alto tra le donne che avevano l’infezione da HPV e con obesità.

European Heart Journal (2024) – doi: 10.1093/eurheartj/ehad829

 

 

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Advocacy e Associazioni

Mieloma multiplo. Aspettativa di vita in aumento e cure sul territorio, il paradigma di un modello da applicare per la prossimità delle cure

Il mieloma multiplo rappresenta, tra le patologie onco-ematologiche, un caso studio per l’arrivo delle future terapie innovative, dato anche che i centri ospedalieri di riferimento iniziano a no...
Salute

Parkinson, la neurologa Brotini: “Grazie alla ricerca, siamo di fronte a una nuova alba”

“Molte molecole sono in fase di studio e vorrei che tutti i pazienti e i loro caregiver guardassero la malattia di Parkinson come fossero di fronte all’alba e non di fronte ad un tramonto&...
di V.A.
Advocacy e Associazioni

Oncologia, Iannelli (FAVO): “Anche i malati di cancro finiscono in lista di attesa”

Il Segretario Generale Favo: “Da qualche anno le attese per i malati oncologici sono sempre più lunghe. E la colpa non è della pandemia: quelli con cui i pazienti oncologici si sco...