Salute 22 Agosto 2018 16:33

Cure palliative, terapie innovative e progressi della scienza: tutto questo al Meeting di Rimini

Ben 148 incontri, 14 mostre, 2.500 volontari all’opera e 397 relatori. Sono solo alcuni dei numeri del festival romagnolo in corso dal 19 al 25 agosto

Cure palliative, terapie innovative e progressi della scienza: tutto questo al Meeting di Rimini

Ben 148 incontri, 14 mostre, 2.500 volontari all’opera e 397 relatori. Sono solo alcuni dei numeri del Meeting di Rimini in corso dal 19 al 25 agosto organizzato da Comunione e liberazione e giunto alla 39ma edizione. Nell’ambito del festival uno spazio d’eccezione è dedicato all’Arena salute, momento di approfondimento e dibattito su temi caldi medico-scientifici come l’accesso ai farmaci, la cronicità in aumento, vaccini, nutrizione, ricerca, tecnologie e nuove scoperte.

Da segnalare l’incontro ‘Carità e scienza: il mistero della relazione di cura’, moderato da Felice Achilli, presidente di Medicina e Persona, responsabile di Cardiologia Clinica all’Ospedale San Gerardo di Monza. Oggetto del dibattito l’importanza da parte del medico di mantenere un approccio professionale serio ma allo stesso tempo umano e solidale nei confronti del paziente. Sul tema quattro testimoni hanno raccontato le proprie esperienza personali e professionali: Andrea Mariani, professor in Obstetric and Gynecologic Division of Gynecologic Surgery, Chair for Research, Department for Obstetrics and Gynecology, Mayo Clinic Rochester, Minnesota; Roberto Bernabei, presidente di Italialongeva; Mariella Enoc, presidente dell’Ospedale pediatrico Bambino Gesù; Rose Busingye, infermiera e responsabile del Meeting Point International di Kampala.

Altro spazio seguitissimo l’incontro sulle cure palliative ‘Curare il dolore o la persona sofferente?’, introdotto da Paola Marenco, dell’Associazione Medicina e Persona che si è focalizzato sulla figura di Cicely Saunders – di cui il Meeting ospita una mostra –, infermiera britannica che, alla luce della sua poliedrica esperienza in campo medico-assistenziale, ha favorito un approccio globale al dolore del paziente, così come al suo bisogno.

Altro personaggio chiave nell’ambito della medicina italiana e mondiale, Giancarlo Rastelli, cardiochirurgo e scienziato italiano – operativo nella seconda metà del XX secolo – inventore di sofisticate tecniche d’intervento cardiaco-pediatriche su cui si è incentrato il dibattito moderato da Giorgio Bordin, Responsabile Medico di Reumatologia all’Hospital Piccole Figlie di Parma. Ad intervenire anche Paolo Ciliberti, Cardiologo Pediatra all’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù; Fiore Salvatore Iorio, Direttore del Dipartimento Medico Chirurgico di Cardiologia Pediatrica dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù e Giovanni Lucertini, Studente di Medicina all’Università degli Studi di Bologna.

Articoli correlati
Patologie croniche respiratorie, MMG e istituzioni concordi: «Serve assistenza più vicina alle persone»
Se ne parlerà all’evento “La gestione delle cronicità respiratorie: la lezione di Covid-19” organizzato da Fortune Italia con il contributo non condizionante di Chiesi Italia
Sindrome long-Covid in 3 pazienti su 4. L’appello: «Ripensare l’assistenza territoriale sulla base di nuovi bisogni»
Una sindrome che colpisce vari apparati, da quello cardiovascolare a quello respiratorio, passando per disturbi oculistici e dermatologici. Inoltre, il 96% dei sopravvissuti al virus soffre di Sindrome Post Traumatica da Stress. La tavola rotonda organizzata dall’Associazione Dossetti – I Valori
Cure palliative e cannabis terapeutica, a che punto siamo?
Intervista a Walter Tirelli, antalgologo palliativista, responsabile dell'Ambulatorio Terapia del Dolore dell'Hospice Fondazione Sanità e Ricerca di Roma
di Vanessa Seffer
Cure palliative, Gobber (SICP): «La rete di assistenza ai malati terminali ha retto al potente impatto della pandemia»
Gli obiettivi del neo presidente della Società Italiana di Cure Palliative: «Attivare la scuola di specializzazione, incrementare la ricerca e dare visibilità ai giovani colleghi»
di Isabella Faggiano
«Dalle cure palliative alle cure simultanee, così accompagniamo i pazienti negli ultimi mesi di vita»
Viaggio in un hospice con Priscilla Landucci, medico di cure palliative alla Asl Roma 4, delegato di Cisl Medici Lazio
di Vanessa Seffer, Uff. stampa Cisl Medici Lazio
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 17 maggio, sono 163.082.347 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.379.501 i decessi. Ad oggi, oltre 1,46 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Voci della Sanità

Terapia domiciliare Covid, Ministero ricorre al Consiglio di Stato. Il Comitato: «Ricorso in appello va contro voto del Senato»

«Chiediamo al Ministro della Salute Speranza delucidazioni in merito alla decisione di ricorrere in Appello, alla luce dell’opposto indirizzo votato dal Senato» scrive in una nota Er...
Cause

Medico denuncia per diffamazione paziente che lo aveva portato in tribunale per lesioni personali. Risarcito

Donna denuncia penalmente dermatologo ma l’accusa cade. Il medico avvia a sua volta un iter processuale verso la paziente che lo aveva accusato pubblicamente. «Una sentenza che farà...