Salute 28 Aprile 2023 15:13

Covid: nuova variante sotto monitoraggio. Oms: Kraken in calo

Dal monitoraggio Covid dell’Oms emerge una New entry: XBB.1.9.2. Arturo al 4,3%, crescono Gryphon e Hyperion

Covid: nuova variante sotto monitoraggio. Oms: Kraken in calo

Mentre Kraken (XBB.1.5), quella che oggi è ancora la variante Covid più diffusa nel mondo, risulta in calo, l’Organizzazione mondiale della sanità aggiunge una new entry all’elenco delle sue varianti sotto monitoraggio (Vum): si tratta di XBB.1.9.2, inserita il 26 aprile nel gruppo che oggi conta così sette mutanti sotto la lente. Restano due le varianti d’interesse (Voi): Kraken e Arturo (XBB.1.16). A fare il punto sulla situazione delle figlie più attive di Omicron è l’Oms nel suo aggiornamento settimanale.

Kraken: -4% in un mese

Secondo gli ultimi dati resi disponibili dall’agenzia Onu per la salute, nell’arco di circa un mese Kraken, segnalata ad oggi da 103 Paesi, ha perso 4 punti percentuali. Era al 49,1% nella settimana epidemiologica numero 10 del 2023 (dal 6 al 12 marzo) – e addirittura al 49,4% tra il 20 e il 26 marzo – ed è scesa al 45,4% nella settimana 14 (dal 3 al 9 aprile 2023).

Arturo resta stabile

Appare per il momento stabile Arturo, che nella stessa settimana (3-9 aprile) rappresentava il 4,3% del totale sequenze depositate in banca dati Gisaid, lievemente meno rispetto al dato della settimana precedente (4,5%), ma comunque in aumento rispetto all’1,2% del 6-12 marzo. Questa variante, sotto i riflettori in particolare per l’impennata di casi in India, è stata segnalata al momento da 37 Paesi.

Gryphon e Hyperion in crescita

Tra le varianti sotto monitoraggio, a mostrare trend in crescita continuano a essere Gryphon (XBB), che in circa un mese è passata dal 6,6% al 13,3% dell’ultima settimana monitorata, Hyperion (XBB.1.9.1) che è passata dal 5,8% al 9,4% nello stesso lasso di tempo e la new entry XBB.1.9.2 che sale da 1,3% a 2,7% nella settimana 14. Durante lo stesso periodo di riferimento, le altre varianti sotto monitoraggio calano: CH.1.1 (Orthrus) è poco sotto il 4%, BQ.1 (la famiglia a cui appartiene Cerberus) è al 3,6%, BA.2.75 (Centaurus) all’1,7%, XBF (Bythos) allo 0,3%.

Il Covid in Italia

Resta sostanzialmente stabile il tasso di positività per Covid-19 in Italia nell’ultima settimana: si attesta al 6,9%, 0,1 punti percentuali in meno rispetto alla settimana precedente (7%). Tornano a scendere i test eseguiti in 7 giorni: il bollettino settimanale del ministero della Salute, relativo al periodo 21-27 aprile, riporta un totale di 333.138 tamponi, pari al 16,5% in meno rispetto alla settimana precedente (398.788). Diminuiti anche i contagi e i morti Covid in Italia. Nella settimana dal 21 al 27 aprile si sono registrati 23.132 nuovi casi di Covid-19, in calo del 17,3% rispetto alla settimana precedente (quando erano 27.982). Sono stati 156 i decessi in 7 giorni, con una riduzione del 18,3% rispetto alla settimana precedente (quando erano 191).

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Advocacy e Associazioni

“Una Vita Senza Inverno”: conoscere l’Anemia emolitica autoimmune da anticorpi freddi attraverso il vissuto dei pazienti  

Nato da una iniziativa di Sanofi in collaborazione FB&Associati, e con il contributo di Cittadinanzattiva e UNIAMO, oltre alle storie dei pazienti racconta anche quelle dei loro caregiver, mettendo in...
Politica

Liste d’attesa: nel decreto per abbatterle c’è anche la Carta dei diritti dei cittadini

Il Cup dovrà attivare un sistema di “Recall”. Il paziente che non si presenterà alla visita senza disdirla dovrà pagare la prestazione. Cambiano le tariffe orarie per ...
Politica

Liste di attesa addio? La risposta del Consiglio dei Ministri in due provvedimenti

Ieri il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente, Giorgia Meloni, e del Ministro della salute, Orazio Schillaci, ha approvato due provvedimenti, un decreto-legge e un disegno di legge, che i...
Salute

Tumori: boom di casi nei paesi occidentali. Cinieri (Aiom): “Prevenzione attiva per ridurre carico della malattia”

Nel 2024 negli USA, per la prima volta nella storia, si supera la soglia di 2 milioni di casi di tumore. Una crescita importante, comune a tutti i Paesi occidentali. Per Saverio Cinieri, presidente di...