Salute 17 Febbraio 2015

Calo dei vaccini, l’OMS bacchetta l’Italia. E i Pronto Soccorso scoppiano 

Diminuite le vaccinazioni obbligatorie e consigliate. Tra le cause probabile l’ “effetto Fluad”

Immagine articolo

Un serio problema di sanità pubblica. E’ così che il ministro alla Salute Beatrice Lorenzin ha definito il calo – il più consistente in Italia negli ultimi 10 anni – delle vaccinazioni per i bambini.

Il quadro allarmante emerge dall’indagine condotta dal Ministero della Sanità, i cui dati – relativi al 2013 – sono stati pubblicati dall’Iss. La flessione riguarda tutte le coperture vaccinali offerte gratuitamente e attivamente secondo il Piano nazionale della prevenzione vaccinale (Pnpv) 2012-2014 ai bambini entro i 24 mesi d’età: da quelle obbligatorie, come antipolio, antitetanica, antidifterica, antiepatite B a quelle non obbligatorie, ma consigliate, contro pertosse, influenza, rosolia, parotite e morbillo. Malattia, quest’ultima, che l’Organizzazione Mondiale della Sanità intende debellare completamente dall’Europa entro la fine di quest’anno. Anche per questo l’Oms ha “bacchettato” l’Italia e fissato – per il mese di marzo – un incontro di confronto con il ministro Lorenzin. Indispensabile intervenire con urgenza dal momento che, come sottolinea l’Iss, “il mantenimento di coperture elevate è fondamentale per prevenire epidemie ed evitare che si ripresentino malattie che sono state eliminate in Italia.

Proprio il calo delle coperture vaccinali per morbillo e rosolia, aggiunge l’Iss, “è più marcato rispetto alle altre vaccinazioni ed è stato registrato in tutte le Regioni”. E, in pieno picco stagionale, il calo di vaccini antinfluenzali ha portato ad un sovraffollamento delle corsie ospedaliere. Con 2 milioni e 600mila casi dall’inizio della ricerca epidemiologica, la sindrome influenzale e le sue complicazioni respiratorie sono state responsabili del 12,8% di tutti gli accessi nei Pronto Soccorso dall’inizio della stagione. Al di là dei numeri, certo preoccupanti, ci si interroga sulle possibili cause del fenomeno: un ruolo fondamentale è certamente giocato dalle massicce campagne mediatiche in atto contro i vaccini, a ridosso del recente “caso Fluad”. Nonostante la secca smentita da parte dell’Aifa e dell’Ue circa la correlazione tra i casi di morte sospetta e la somministrazione dell’antinfluenzale prodotto dalla Novartis, sembra ancora persistere un diffuso (e pericoloso) pregiudizio su questa “arma di prevenzione di massa” fornita dalla ricerca.

Tags

Articoli correlati
Caregiver sempre più centrale nell’assistenza al paziente. Grigioni (ISS): «Con welfare technology alcune attività diventano semplici»
«La tecnologia può supportare il malato e chi lo assiste. Necessario renderne effettivo l’uso e la sua accettazione anche in contesti sociali e organizzativi» così l’ingegner Mauro Grigioni, direttore del centro TISP all’ISS, in occasione del Convegno ‘La figura del caregiver: tecnologie e ausili per migliorare la qualità della vita’ tenutosi all’Istituto Superiore di Sanità
di Lucia Oggianu
Salute donne, D’Amato (Regione Lazio): «Raddoppiata prevenzione per tumore alla mammella»
«La Regione Lazio è stata tra le prime ad adottare le linee guida sulle Breast Unit prodotte dal Ministero della Salute» dichiara in una nota l’Assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato – . «Nel 2018 il 75% dell’attività chirurgica riguardante il tumore alla mammella è stato effettuato in uno dei […]
Patto per la salute, Giulia Grillo: «Ascolteremo i protagonisti della sanità per raccogliere idee e modelli innovativi»
L’8, il 9 e il 10 luglio, per tre giorni consecutivi, il ministero della Salute ascolterà i protagonisti della sanità italiana, in vista della definizione del Patto per la Salute 2019-21. L’accordo sarà stipulato da Governo e Regioni per progettare le politiche sanitarie del prossimo triennio. La tre giorni sarà una vera e propria maratona […]
Patto per la salute, Grillo: «Non firmerò con quella clausola» e chiede incontro al Mef su finanziamenti SSN
«Per avere la certezza che quanto già stanziato nella scorsa legge di Bilancio non venga toccato», spiega il ministro della Salute, Giulia Grillo
Tumori, al Regina Elena San Gallicano di Roma l’evento “La bellezza resta anche in estate”
Il 21 Giugno entra l’estate e al Regina Elena San Gallicano venerdì 21 giugno dalle ore 14:00 alle 16:00 (Centro congressi multimediale IFO – aula B) si terrà l’evento per guidare le pazienti oncologiche al vivere al meglio “la bella stagione”. La pelle in estate, per le donne che seguono trattamenti oncologici, è molto delicata […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Sanità internazionale

«La sanità si basa sullo sfruttamento infinito e gratuito di medici e professionisti sanitari»

Riuscite a immaginare un idraulico o un avvocato che lavorano il 30% in più senza chiedere ulteriori compensi? In sanità viene dato per scontato
Lavoro

Ex specializzandi, a Roma l’Appello dà ragione ai camici bianchi. L’avvocato Marco Tortorella: «300mila medici abbandonati dallo Stato, ora giustizia»

L’ultima sentenza della Corte di Appello di Roma ha portato all’assegnazione di rimborsi per 12 milioni di euro per i camici bianchi tutelati dal network legale Consulcesi. «Lo Stato è obbligato...
Salute

Anatomia Patologica, viaggio nel laboratorio dove si scoprono i tumori. Virgili (Campus Bio-Medico): «Sanità digitale e I.A. il futuro»

Sanità Informazione è entrata nel laboratorio del Policlinico Campus Bio-Medico di Roma dove vengono analizzati i tessuti: la tecnologia consente precisione e velocità. Il coordinatore Roberto Virg...