Salute 17 Maggio 2023 23:55

Allerta Mpox dei Cdc Usa: «Il vaiolo delle scimmie non è un caso chiuso»

Mpox, il vaiolo delle scimmie, non è un capitolo chiuso in Usa. Un nuovo allerta dei centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (Cdc) invita i medici e la popolazione a tenere d’occhio sintomi sospetti: “I focolai del vaiolo delle scimmie non sono finiti”, dicono gli esperti del governo americano. A far scattare […]

Allerta Mpox dei Cdc Usa: «Il vaiolo delle scimmie non è un caso chiuso»

Mpox, il vaiolo delle scimmie, non è un capitolo chiuso in Usa. Un nuovo allerta dei centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (Cdc) invita i medici e la popolazione a tenere d’occhio sintomi sospetti: “I focolai del vaiolo delle scimmie non sono finiti”, dicono gli esperti del governo americano. A far scattare di nuovo l’allarme sono i 13 casi registrati nell’area di Chicago tra metà aprile e il 5 maggio. Tutti nuovi contagi hanno colpito individui che erano pienamente immunizzati contro la malattia con il vaccino Jynneos (‘vaccinia virus Ankara-Bavarian Nordic’).

Nonostante a fine gennaio gli Usa avessero dichiarato la fine dell’emergenza vaiolo delle scimmie, così come ha fatto l’OMS la scorsa settimana, gli esperti di salute pubblica stanno così ora osservando un aumento della trasmissione del virus nelle comunità. E temono – si legge nella nota dei Cdc – “che con l’arrivo della primavera e dell’estate, dei festival e delle riunioni di gruppo l’epidemia di Mpox, vaiolo delle scimmie, risorga”. I Cdc osservano inoltre che “nonostante il vaccino contro il vaiolo delle scimmie non dia completa immunità, questo rimane la misura più completa di prevenzione”.

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Contributi e Opinioni

Giornata Infermieri. Testimonianze: “Chi va via, e chi ritorna…”

Rosaria ha accolto l’ordine di servizio arrivato a dicembre 2013. Ad accompagnarlo una frase: “Sono pazienti particolari, si prenda cura di loro”. Era il 2013 e Rosaria da allora non...
Politica

Diabete: presentate al Governo le istanze dei medici e dei pazienti

Dopo aver promosso gli Stati Generali sul Diabete, lo scorso 14 marzo, alla presenza del ministro della Salute, di rappresentanti dell’ISS e di AGENAS, FeSDI, l'Università di Roma Tor Ver...
Advocacy e Associazioni

Malattia renale cronica, Vanacore (ANED): “La diagnosi precoce è un diritto: cambia la storia dei pazienti e il decorso della patologia”

Il Presidente dell’ANED: “Questa patologia, almeno agli esordi, non dà segni di sé, è subdola e silenziosa. I primi sintomi compaiono spesso quando la malattia renale ...