Salute 27 Giugno 2019

“A fianco del coraggio”, Roche premia le storie dei bambini affetti da emofilia

Un premio letterario che quest’anno è stato dedicato ai minori affetti da emofilia. Vincitore della terza edizione è Alessandro Marchello: «Un’emozione grande»

Si intitola “Guardami! Sto volando!” il racconto di Alessandro Marchello, vincitore della terza edizione del premio letterario #Afiancodelcoraggio. Il progetto promosso da Roche, quest’anno ha raccolto le storie di chi ha vissuto accanto a un amico, un fratello, una sorella o un familiare, le difficoltà legate all’emofilia. L’idea è proprio quella di dare così voce ai bisogni e i desideri dei malati, e allo stesso tempo di raccontare le difficoltà e i sentimenti di chi si trova al loro fianco.

LEGGI: GIORNATA MONDIALE EMOFILIA, MANCA ATTUAZIONE ACCORDO MEC. L’APPELLO ALLE REGIONI: «GARANTITE LA QUALITÀ DEI SERVIZI»

Il racconto vincitore sarà tradotto in uno spot prodotto da Medusa che andrà poi in onda nelle sale cinematografiche. A scegliere il primo classificato, una giuria popolare e una giuria di tecnici. Quest’anno il premio ha voluto raccogliere le storie dei più giovani, coinvolgendoli con la realizzazione di un fumetto, un mezzo espressivo a loro particolarmente congeniale. È nato così il volume “Al fianco del coraggio – Il Fumetto“, che raccoglie tutte le storie delle persone che hanno aderito al concorso, reinterpretate da fumettisti affermati a livello nazionale e internazionale.

«Questa volta abbiamo ascoltato la voce dei papà – commenta il presidente Roche Italia, Maurizio De Cicco – che ci hanno raccontano la malattia dei bambini affetti da emofilia ed è un qualche cosa che ci fa capire quanto sia importante poter condurre una vita normale. Grazie anche a questi eventi, passiamo messaggi di speranza di una vita migliore e devo dire che il ruolo di Roche è quello di mettere a disposizione dei farmaci che consentono di dare nuove speranze di cura anche ad una patologia rara e difficile come può essere l’emofilia».

«E’ un’emozione grande – esulta ai nostri microfoni il vincitore Alessandro Marchello -. Si tratta di raccontare una storia che io vivo in prima persona ma che racconta la storia di bambini speciali. E’ un’emozione che io vivo ogni volta che li incontro, perché è davvero speciale quando loro scoprono la possibilità di rendersi indipendenti e di fare quel piccolo gesto terapeutico che è un buco nella vena, che però cambia la loro vita da così a così».

Articoli correlati
Emofilia: Csl Behring mette a disposizione servizio per consegna a domicilio dei farmaci
La pandemia di Covid-19 ha messo in evidenza l’esigenza di servizi sul territorio, non solo per i soggetti Covid positivi ma per tutti quelli considerati ‘fragili’ a causa di una condizione patologica preesistente. «Oggi CSL Behring ha deciso di rinnovare ‘sine die’ – per i pazienti emofilici trattati con i suoi prodotti – un servizio […]
Emofilia, Schmitt (CSL Behring): «Necessario approccio olistico per poter essere partner del SSN»
Macchia (Managing Director di Rarelab): «Necessario il superamento dell’impostazione “a silos” per raggiungere un percorso di cura e di alleanza più ampio per dare risposte al paziente»
Emofilia, presentato il Rapporto di Omar nell’ottica del ‘Value Based Health Care’
Binetti: «Sia finanziato il nuovo piano delle malattie rare». E le associazioni dei malati chiedono che i pazienti vengano messi al centro
Emofilia: che cos’è, i sintomi, le terapie e tutti i numeri. Intervista all’esperta
La responsabile del Centro Emofilia di Cesena: «Non abbiamo ancora una cura definitiva. Le novità più interessanti arrivano dalle terapie che determinano un equilibrio coagulativo e possono essere somministrate a livello sottocutaneo»
Emofilia, un nuovo modello di sanità nel Rapporto di OMAR
Nel Rapporto “Il valore della cura e dell’assistenza nell’emofilia”, le problematiche legate alla patologia e il ruolo chiave della Value Based Health Care (VBHC)
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 23 ottobre, sono 41.705.699 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.137.333 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 23 ottobre: Ad oggi in I...
Contributi e Opinioni

«Tamponi Covid sui bambini: troppe prescrizioni che non tengono conto dei rischi intra-procedurali»

di prof. Filippo Festini, Professore Associato di Scienze Infermieristiche generali, cliniche e pediatriche all’Università degli Studi di Firenze
di Filippo Festini, Professore Associato di Scienze Infermieristiche generali, cliniche e pediatriche, Università di Firenze
Ecm

ECM, De Pascale (Co.Ge.APS): «Entro fine anno azzereremo posizioni arretrate e Ordini potranno certificare formazione»

Il presidente del Co.Ge.APS racconta a Sanità Informazione i mesi appena trascorsi e anticipa il cambiamento di forma giuridica che il Consorzio avrà dal prossimo anno. E sulla riforma del sistema E...