Salute 5 maggio 2017

Goodbye Obamacare. La rivincita di Trump: «Una riforma catastrofica che finalmente è morta»

La Camera approva l’abrogazione della riforma sanitaria vessillo della presidenza di Obama. 217 favorevoli contro 213 contrari. ora Trump all’esame del Senato

Immagine articolo

A neanche quattro mesi dalla fine dell’incarico presidenziale, il lavoro di Obama comincia ad essere smantellato. Donald Trump non si è fermato alle prime difficoltà, ha continuato la sua corsa, saltando gli ostacoli senza mai voltarsi indietro, fino ad arrivare a tagliare il nastro e ad agguantare la sua prima vittoria, anzi una rivincita. Nel suo 105esimo giorno in carica, la Camera dei Rappresentanti ha approvato il dibattuto piano dei repubblicani per demolire la riforma sanitaria divenuta in qualche modo, emblema della presidenza di Barack Obama. «Una riforma che è stata una catastrofe ora finalmente è morta» ha dichiarato un trionfante Trump che ha voluto festeggiare la sua vittoria con una conferenza stampa nel giardino delle rose, come non era mai accaduto prima per un provvedimento che deve ancora passare il vaglio del Senato per diventare Legge.

Nonostante l’entusiasmo del Presidente, il primo colpo sferrato all’Obamacare, è stato sì ben assestato, ma non ha ancora messo l’avversario a K.O. Infatti, la normativa prevista per smantellare il sistema sanitario, denominata American Health Care Act, è passato con un margine bassissimo di approvazioni, appena quattro voti hanno fatto la differenza, 217 favorevoli contro 213 contrari. Hanno votato no, oltre a tutti i democratici, anche 20 repubblicani. Insomma una tiepida vittoria che tuttavia per Trump sembrerebbe rappresentare tanto «abbiamo davvero ricompattato il partito», ha evidenziato dimostrando di aver già dimenticato la scottante sconfitta di 6 settimane fa, quando, la prima versione del progetto di Legge venne ritirata per mancanza di appoggi in seno al Grand Old Party (Gop).

Il piano approvato dunque dalla Camera, di fatto elimina le sanzioni per coloro che non si assicurano e cancella l’espansione del programma di assistenza sanitaria pubblica Medicaid per le famiglie a basso reddito. In questo quadro, le assicurazioni finanziate dal Governo saranno sostituite da crediti fiscali compresi tra 2.000 e 4.000 dollari all’anno, in base all’età. Questi sconti fiscali saranno limitati per chi guadagna oltre 75.000 dollari all’anno e per le famiglie con redditi superiori ai 150.000 dollari.

Leggi le reazioni dell’ex presidente Barack Obama sul Sole 24 Ore

Articoli correlati
Usa, sì agli antibiotici sugli agrumi. Gli scienziati: «Una strada pericolosa che rischia di aumentare l’antibiotico-resistenza»
Ignorando i moniti degli esperti, l’Epa (Ente di protezione ambientale statunitense) ha autorizzato l'utilizzo di antibiotici come pesticidi sugli agrumi. Un decisione che sconcerta per il rischio di aumentare a dismisura il problema della resistenza batterica mettendo in pericolo la salute delle persone
USA, giudice del Texas dichiara l’Obamacare incostituzionale
Un giudice federale del Texas ha dichiarato incostituzionale l’ObamaCare. La legge continuerà ad essere in vigore in attesa della probabile pronuncia della Corte Suprema a riguardo, ma se il verdetto dovesse essere confermato, milioni di americani rischierebbero di perdere la copertura sanitaria. In particolare, la corte texana si è espressa sull’incostituzionalità dell’obbligo individuale di acquistare […]
Salute, il 50% degli italiani non fa mai controlli della vista
Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, oltre l’80% dei deficit visivi può essere prevenuto o curato. E secondo le stime dell’Oms senza interventi decisi, l’84% di tutti i casi di cecità e ipovisione riguarderà gli ultracinquantenni. Eppure, il 50% degli italiani non fa mai controlli della vista e tra il 30% che ha effettuato negli ultimi 12 […]
Salute degli occhi, quanto ne sai? L’Osvi presenta i risultati del sondaggio
Il 13 dicembre, Santa Lucia, è la Giornata per la prevenzione della cecità. Per questa occasione, l’OSVI (Osservatorio per la Salute della vista) ha realizzato un sondaggio per indagare l’attenzione alla salute degli occhi degli italiani. Gli italiani controllano la vista? Sanno che i primi controlli per la prevenzione del glaucoma vanno fatti intorno ai 40 […]
Esame della vista per patente, Mazzacane (Goal): «Necessario affidare compito ad oculisti per sicurezza di tutti»
In occasione del congresso Aimo, il Gruppo oculisti ambulatoriali liberi ha organizzato un simposio dedicato alla guida in sicurezza ed uno sul glaucoma. Il segretario Goal presenta il secondo congresso nazionale che si svolgerà a Roma il 29 e 30 marzo: «Sarà un congresso interattivo, in cui tutti diranno la loro per poterci migliorare»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Taglio pensioni e quota 100, che succede ai medici iscritti all’Enpam? Parla il vicepresidente Malagnino

Ad agosto le prime uscite dei dipendenti pubblici con 62 anni di età e 38 di contributi. Secondo i sindacati, saranno circa mille i medici che ogni anno approfitteranno della riforma pensionistica, c...
Sanità internazionale

La lettera di un medico stressato: «Il mio lavoro sta prosciugando la mia umanità»

«L’ultimo tuo contatto umano, poco prima che le tue condizioni peggiorassero velocemente e morissi, è stato con un medico stressato e distaccato, che ha interrotto il tuo ricordo felice. Ti chiedo...
Lavoro

Ex specializzandi: nel 2018 dallo Stato rimborsi per oltre 48 milioni e nuovi ricorsi sono pronti per il 2019

La "road map dei risarcimenti" regione per regione: Lazio in testa con 9 milioni, sul podio Lombardia e Sicilia. Più di 31 milioni al centro-sud con la Sardegna in forte crescita. Pronta la nuova azi...