Professioni Sanitarie 11 Febbraio 2020 12:50

Igienisti dentali, Tomassi (Albo Roma): «A breve sportello informativo. E sull’ECM faremo la nostra parte»

A poco più di un mese dalle elezioni per le Commissioni d’Albo provinciali, parla il Presidente della Commissione d’Albo Igienisti dentali di Roma e provincia Domenico Tomassi: «Metteremo in campo iniziative per aumentare il coinvolgimento dei colleghi»

Sono ancora in fase di rodaggio le Commissioni d’Albo, in rappresentanza delle 19 professioni sanitarie afferenti al Maxi Ordine TSRM-PSTRP, che sono state elette negli ultimi mesi del 2019 in tutti gli Ordini provinciali.

Avranno compiti importanti di autogoverno e di rappresentanza delle professioni: proporranno al Consiglio Direttivo l’iscrizione all’ordine del professionista; adotteranno e daranno esecuzione ai provvedimenti disciplinari nei confronti di tutti gli iscritti all’Albo; eserciteranno le funzioni gestionali e daranno il proprio concorso alle autorità locali nello studio e nell’attuazione dei provvedimenti che possano interessare la professione. Un ruolo dunque significativo a tutela dei professionisti e dei cittadini-utenti e di controllo dell’esercizio abusivo della professione.

«La Commissione d’Albo si è attivata in modo volenteroso, naturalmente all’inizio la macchina è ancora da rodare. Ora, con tutte le altre professioni, stiamo cercando di avere il giusto approccio comunicativo e di mantenere una linea coerente tra tutte le professioni nei confronti dell’Ordine» spiega a Sanità Informazione Domenico Tomassi, Presidente UNID, Unione Nazionale Igienisti Dentali, e presidente della Commissione d’Albo degli Igienisti dentali di Roma e provincia. Insieme a lui sono stati eletti nella Commissione di Roma Enrica Scagnetto, Stefania Piscicelli, Paola Lastella e Gianna Maria Nardi. L’Albo Igienisti dentali di Roma è uno dei più grandi d’Italia, con circa 700 iscritti. La novità sarà l’attivazione dello Sportello per i professionisti che avranno bisogno di informazioni.

«L’Ordine si è dimostrato molto aperto e collaborativo. Il 25 gennaio c’è stato l’incontro della Commissione nazionale degli Ordini che ha fornito spunti e indicazioni, ma la cosa più importante sarà come ogni singolo Ordine procederà nell’attivazione delle Commissioni. Abbiamo creato su Roma dei gruppi di lavoro con le altre professioni per attivare nel modo migliore queste esigenze organizzative che ci permetteranno di raggiungere quegli obiettivi che ci eravamo prefissati».

Anche per gli igienisti dentali, come per le altre professioni, sono stati bassi gli indici di affluenza alle urne, o quantomeno al di sotto delle aspettative. «Le elezioni si sono svolte tranquillamente anche se ci aspettavamo più partecipazione – aggiunge Tomassi -. Desidero ringraziare tutti i colleghi che hanno partecipato al voto, molti di loro da sempre vicini alle associazioni, continuando a dimostrare un sentimento partecipativo per la professione».

La sfida per il futuro è quella di coinvolgere più professionisti possibili alla vita dell’Ordine e dell’Albo di appartenenza. «Qualcuno vive l’Ordine come un vincolo, un obbligo. Avvicinare queste persone è importante, però anche loro devono credere nelle istituzioni. Metteremo in campo tutte le iniziative che potranno favorire la partecipazione, a partire dai corsi di aggiornamento. Ci impegneremo molto nella Formazione continua».

L’ultimo tassello per il Maxi Ordine TSRM-PSTRP è quello dell’elezione delle Commissioni d’Albo nazionali delle 19 professioni: entro fine marzo è previsto il varo dell’ultimo decreto attuativo con le regole elettorali.

 

Articoli correlati
Ordine TSRM PSTRP Roma, gli obiettivi della Lista “Sinergia”
Al centro del progetto «una rappresentanza politica delle professioni sul territorio, tale da costituire una presenza attiva e costante in tutti i contesti comunali». Le elezioni si svolgeranno il 16, 17, 18 e 19 dicembre
Simulazione in formazione, ecco come la realtà virtuale prepara i farmacisti ad affrontare le sfide reali
Dalla “clean room” alla ricerca clinica, fino a capitolati di gara e interazione con il paziente, Zanon (SIFO): «La figura del farmacista è poliedrica e, per questo, anche la sua formazione, compresa quella post laurea, deve essere altrettanto variegata. L’utilizzo della simulazione ha segnato un punto di svolta importante nei processi formativi»
UNID, Luperini nuovo presidente. Dai Quaderni dell’Igienista dentale al Progetto Grazia, le iniziative in corso
Maurizio Luperini sostituisce Domenico Tomassi, alla guida per tre anni. «Vogliamo dedicarci alla formazione, avremo una sessione ad hoc dedicata a ricerca e sviluppo»
«TSRM è tecnologia, assistenza e umanizzazione delle cure». Parla la presidente FASTeR Patrizia Cornacchione
La FASTeR, Federazione delle Associazioni Scientifiche dei Tecnici di Radiologia, riunisce sette associazioni scientifiche di Tecnici di Radiologia ed è impegnata nel promuovere qualsiasi tipo di formazione che possa finalizzare la crescita della professione. Il Presidente: «La nostra professione attualmente non ha ancora dei colleghi con ruoli accademici incardinati nelle università, stiamo lavorando su questo».
Il ruolo della professione ostetrica per la prevenzione: dall’autopalpazione del seno al pap test
Finale (FNOPO): «Nella pratica osserviamo il Piano Nazionale di prevenzione 2020-25, mettendo in atto tutte le direttive che le Regioni declinano localmente ed offriamo alle donne gli strumenti necessari affinché possano tutelare la propria salute attraverso azioni di prevenzione»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Dalla Redazione

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Ad oggi, 5 dicembre 2022, sono 645.344.408 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.641.218 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I casi in Italia L’ultimo bollettino di...
Covid-19, che fare se...?

Se ho avuto il Covid-19 devo fare lo stesso la quarta dose?

Il secondo booster è raccomandato anche per chi ha contratto una o più volte il virus responsabile di Covid-19. Purché la somministrazione avvenga dopo almeno 120 giorni dall'esit...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono gli effetti collaterali della quarta dose?

Gli effetti collaterali dell'ultimo richiamo di Covid-19 sono simili a quelli associati alle dosi precedenti: un leggero gonfiore o arrossamento nel punto di iniezione, stanchezza e mal di testa