Professioni Sanitarie 7 Ottobre 2019

Dall’11 ottobre a Rimini il 1° Congresso delle Professioni sanitarie. Il presidente Beux: «Siamo 19 entità unite in una casa comune»

Conto alla rovescia per il I° congresso della Federazione nazionale Ordini dei Tecnici sanitari di radiologia medica, delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione (FNO TSRM PSTRP). L’evento vedrà la partecipazione delle 19 professioni sanitarie, che, con i loro oltre 220mila professionisti, fanno parte della Federazione

 Tre giorni discussione e di confronto, in una nuova prospettiva unitaria, per dare una risposta adeguata alla domanda di salute della popolazione italiana. Si apre sotto questi auspici a Rimini il primo congresso nazionale della Federazione nazionale degli Ordini dei Tecnici sanitari di radiologia medica, delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione (FNO TSRM PSTRP), al Palacongressi di Rimini, dall’11 al 13 ottobre 2019.

Nata dalla legge Lorenzin per il riordino delle professioni sanitarie, chiamata anche più formalmente legge 3/2018, che obbliga tutti gli operatori dell’ambito della salute a iscriversi all’ordine di riferimento, la Federazione FNO TSRM PSTRP riunisce attualmente 61 ordini provinciali e interprovinciali, rappresentando così 19 professioni sanitarie per un numero stimato di circa 220.000 iscritti.

Si tratta di una grande operazione di regolamentazione delle professioni sanitarie che va a garanzia della qualità delle cure offerte ai cittadini del nostro Paese. E il primo congresso è una tappa fondamentale del lungo iter di armonizzazione degli enti di riferimento, tutt’ora in corso.

LEGGI ANCHE: PROFESSIONI SANITARIE, BEUX (MAXI ORDINE): «DAl 1° OTTOBRE POSSIBILE ISCRIVERSI AGLI ELENCHI SPECIALI»

Il programma dei lavori

Molto ricco il programma dei lavori. Il primo giorno si parlerà, in sessione plenaria, del tema delle competenze avanzate e specialistiche delle professioni sanitarie e di argomenti che riguardano nello specifico l’organizzazione ordinistica, con la sessione “Dove c’è ordine c’è benessere”. Il secondo giorno, saranno affrontati i temi della promozione della salute e del contributo che le professioni sanitarie possono dare al raggiungimento di questo obiettivo. Un altro focus della giornata sarà quello delle malattie cronico-degenerative, che sono di grande attualità e hanno un enorme impatto sulla vita dei cittadini e sul sistema sanitario. Seguiranno discussioni sui percorsi diagnostico-terapeutici nell’esperienza multiprofessionale, nonché sulle nuove tecnologie digitali e sul ruolo sempre più pervasivo che esse rivestono nelle professioni sanitarie. Non potevano mancare, nella terza giornata, i temi giuridici, medico-legali, etici e deontologici, su cui il professionista sanitario deve mantenere un costante aggiornamento.

«Tutto il programma scientifico del congresso è stato definito non solo dai tecnici di radiologia, ma anche delle associazioni maggiormente rappresentative delle altre professioni, sulla base di un confronto, iniziato già l’anno scorso, nell’ambito del comitato scientifico – ha spiegato Alessandro Beux, presidente FNO TSRM PSTRP – Il Congresso è il primo risultato della cooperazione tra le diverse professioni coinvolte nell’ordine».

Unità e autorevolezza

«È stata una nostra scelta precisa e consapevole quella di dare un’impronta trasversale alle tematiche congressuali – ha aggiunto Beux -. L’obiettivo è quello di dare alla discussione un respiro un po’ più ampio rispetto a ciò a cui sono abituati i nostri iscritti, che frequentano tradizionalmente eventi formativi e congressuali dominati da argomenti tecnici, specifici della propria professione: in questo congresso vorremmo che ogni partecipante seguisse temi che interessano e toccano tutti».

L’idea è che tutto questo possa favorire un senso di appartenenza alla neonata Federazione degli ordini e una prospettiva condivisa degli obiettivi.

«Dobbiamo pensare a noi stessi come 19 entità unite in una casa comune: se riusciremo a fare della nostra eterogeneità un elemento di ricchezza saremo sempre più autorevoli e credibili – ha aggiunto Beux -. Al Congresso sono invitate anche le altre federazioni degli ordini, e cioè FNOMCeO, la FNOPI e la FNOPO, che rappresentano rispettivamente le professioni mediche, infermieristiche e ostetriche: sarà un’importante occasione di confronto».

La Federazione crede profondamente nell’importanza della formazione e alla valorizzazione dei giovani professionisti. È per questo che nell’ambito del congresso sono previste sessioni dedicate alla discussione e premiazione delle migliori tesi di laurea triennali (Premio Crocetti) e magistrali.

Articoli correlati
Coronavirus, FNO TSRM e PSTRP in prima linea: «Fare rete sul territorio tra professionisti per fronteggiare emergenza»
I professionisti afferenti al Maxi Ordine sono chiamati a fare la loro parte per affrontare il contagio del virus proveniente dalla Cina. De Santis (AsNAS): «Niente panico, importante comunicare con empatia e tranquillizzare i cittadini. Organizzeremo presidi per informare la popolazione»
TSRM e PSTRP, Beux: «Elenchi speciali, ecco perché c’è la proroga fino al 30 giugno»
Il presidente del Maxi Ordine delle professioni sanitarie commenta le recenti elezioni per le Commissioni d’Albo provinciali: «Bassa affluenza segnala disaffezione verso istituzioni». E sulla Consulta: «Bene, ma ora programmazione»
Professioni sanitarie, Beux ad Anelli (FNOMCeO): «La sanità non è del medico»
La lettera aperta del presidente della Federazione nazionale degli Ordini TSRM-PSTRP dopo le polemiche nate dall'adozione della delibera del Veneto che estende le competenze dei profili delle professioni sanitarie senza aver consultato i rappresentanti dei medici
Dalla “rifioritura” al ruolo degli Ordini: le novità in materia di fragilità alla prima Conferenza Nazionale
Al Forum Risk Managament l’evento che ha coinvolto giuristi, membri delle istituzioni, professionisti sanitari. Perciballi (Ordine TSRM e PSTRP): «Obiettivo un codice etico comune tra tutte le federazioni delle professioni sanitarie»
di Giovanni Cedrone e Arnaldo Iodice
Fragilità, al Forum di Firenze la prima Conferenza Nazionale. Perciballi (TSRM e PSTRP): «Puntiamo a progetti comuni tra professionisti della sanità»
Il 27 novembre va in scena alla Fortezza di Basso il primo evento di questo tipo. Apre una lectio magistralis del professore Paolo Cendon. La referente per le relazioni con la cittadinanza e la promozione dei valori del maxi Ordine delle professioni sanitarie: «Obiettivo proporre il Codice Etico Unico delle 19 professioni alle altre federazioni della sanità»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Riscatto agevolato della laurea, l’esperto: «Ecco cosa cambia dopo circolare INPS»

Anche chi ha studiato prima del 1996 può richiederlo. Tomi (F.F.S. S.r.l. e collaboratore di Consulcesi & Partners): «Possibile riscattare fino a 5 anni di studi universitari versando la somma di 5....
Salute

Coronavirus e Sars, la storia che si ripete. Ecco cosa è successo nel 2003

Anche la Sindrome Acuta Respiratoria Grave si diffuse dalla Cina al resto del mondo con le stesse modalità. La patologia causò 800 morti
Lavoro

Spese sanitarie in contanti e sgravi fiscali, cosa cambia per i professionisti della sanità

I pareri del fiscalista esperto in materia sanitaria Francesco Paolo Cirillo e del Tesoriere Sumai Napoli Luigi Sodano