Professioni Sanitarie 7 Ottobre 2019

Dall’11 ottobre a Rimini il 1° Congresso delle Professioni sanitarie. Il presidente Beux: «Siamo 19 entità unite in una casa comune»

Conto alla rovescia per il I° congresso della Federazione nazionale Ordini dei Tecnici sanitari di radiologia medica, delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione (FNO TSRM PSTRP). L’evento vedrà la partecipazione delle 19 professioni sanitarie, che, con i loro oltre 220mila professionisti, fanno parte della Federazione

 Tre giorni discussione e di confronto, in una nuova prospettiva unitaria, per dare una risposta adeguata alla domanda di salute della popolazione italiana. Si apre sotto questi auspici a Rimini il primo congresso nazionale della Federazione nazionale degli Ordini dei Tecnici sanitari di radiologia medica, delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione (FNO TSRM PSTRP), al Palacongressi di Rimini, dall’11 al 13 ottobre 2019.

Nata dalla legge Lorenzin per il riordino delle professioni sanitarie, chiamata anche più formalmente legge 3/2018, che obbliga tutti gli operatori dell’ambito della salute a iscriversi all’ordine di riferimento, la Federazione FNO TSRM PSTRP riunisce attualmente 61 ordini provinciali e interprovinciali, rappresentando così 19 professioni sanitarie per un numero stimato di circa 220.000 iscritti.

Si tratta di una grande operazione di regolamentazione delle professioni sanitarie che va a garanzia della qualità delle cure offerte ai cittadini del nostro Paese. E il primo congresso è una tappa fondamentale del lungo iter di armonizzazione degli enti di riferimento, tutt’ora in corso.

LEGGI ANCHE: PROFESSIONI SANITARIE, BEUX (MAXI ORDINE): «DAl 1° OTTOBRE POSSIBILE ISCRIVERSI AGLI ELENCHI SPECIALI»

Il programma dei lavori

Molto ricco il programma dei lavori. Il primo giorno si parlerà, in sessione plenaria, del tema delle competenze avanzate e specialistiche delle professioni sanitarie e di argomenti che riguardano nello specifico l’organizzazione ordinistica, con la sessione “Dove c’è ordine c’è benessere”. Il secondo giorno, saranno affrontati i temi della promozione della salute e del contributo che le professioni sanitarie possono dare al raggiungimento di questo obiettivo. Un altro focus della giornata sarà quello delle malattie cronico-degenerative, che sono di grande attualità e hanno un enorme impatto sulla vita dei cittadini e sul sistema sanitario. Seguiranno discussioni sui percorsi diagnostico-terapeutici nell’esperienza multiprofessionale, nonché sulle nuove tecnologie digitali e sul ruolo sempre più pervasivo che esse rivestono nelle professioni sanitarie. Non potevano mancare, nella terza giornata, i temi giuridici, medico-legali, etici e deontologici, su cui il professionista sanitario deve mantenere un costante aggiornamento.

«Tutto il programma scientifico del congresso è stato definito non solo dai tecnici di radiologia, ma anche delle associazioni maggiormente rappresentative delle altre professioni, sulla base di un confronto, iniziato già l’anno scorso, nell’ambito del comitato scientifico – ha spiegato Alessandro Beux, presidente FNO TSRM PSTRP – Il Congresso è il primo risultato della cooperazione tra le diverse professioni coinvolte nell’ordine».

Unità e autorevolezza

«È stata una nostra scelta precisa e consapevole quella di dare un’impronta trasversale alle tematiche congressuali – ha aggiunto Beux -. L’obiettivo è quello di dare alla discussione un respiro un po’ più ampio rispetto a ciò a cui sono abituati i nostri iscritti, che frequentano tradizionalmente eventi formativi e congressuali dominati da argomenti tecnici, specifici della propria professione: in questo congresso vorremmo che ogni partecipante seguisse temi che interessano e toccano tutti».

L’idea è che tutto questo possa favorire un senso di appartenenza alla neonata Federazione degli ordini e una prospettiva condivisa degli obiettivi.

«Dobbiamo pensare a noi stessi come 19 entità unite in una casa comune: se riusciremo a fare della nostra eterogeneità un elemento di ricchezza saremo sempre più autorevoli e credibili – ha aggiunto Beux -. Al Congresso sono invitate anche le altre federazioni degli ordini, e cioè FNOMCeO, la FNOPI e la FNOPO, che rappresentano rispettivamente le professioni mediche, infermieristiche e ostetriche: sarà un’importante occasione di confronto».

La Federazione crede profondamente nell’importanza della formazione e alla valorizzazione dei giovani professionisti. È per questo che nell’ambito del congresso sono previste sessioni dedicate alla discussione e premiazione delle migliori tesi di laurea triennali (Premio Crocetti) e magistrali.

Articoli correlati
Beux (FNO TSRM e PSTRP): «Contenziosi in aumento, fare presto su tavolo di conciliazione»
Il presidente della FNO TSRM e PSTRP: «L’ospedale si attiva quando il territorio ha perso. Prima, sempre e ovunque viene il territorio; solo dopo, solo quando serve e solo laddove è necessario si attiva l’ospedale»
Professioni sanitarie, i numeri della FNO TSRM e PSTRP: oltre 151mila iscritti agli Albi, quasi 22mila agli elenchi speciali
In una lettera ai presidenti provinciali e al Ministero della Salute il Presidente Alessandro Beux ha voluto ricordare l'anniversario del primo luglio 2018, giorno dell'apertura delle iscrizioni: «Numeri impressionanti, in termini assoluti e relativi; numeri che testimoniano l’affidabilità sia di coloro che, prima, li hanno stimati sia di coloro che, dopo, li hanno determinati»
Infermiere di famiglia, De Palma: «Non limitarlo ad assistenza domiciliare». Beux: «Attenti a sovrapposizioni con assistente sanitario»
Nel corso delle audizioni in Senato, il presidente del sindacato Nursing Up Antonio De Palma chiede l’istituzione di una “Convenzione nazionale” sul modello dei medici di famiglia. Per il presidente del maxi ordine delle professioni sanitarie Alessandro Beux il territorio va rafforzato anche con altre figure professionali che garantiscano un ampio ventaglio di prestazioni, dalla riabilitazione alla diagnostica
Migliorare la gestione delle risorse, alleggerire la burocrazia e più meritocrazia: le proposte della FNO TSRM PSTRP agli Stati Generali
Per il maxi Ordine delle Professioni sanitarie era presente il Presidente Alessandro Beux. Al primo punto la necessitò di «dare piena attuazione a quanto negli anni è stato scritto in autorevoli atti d’indirizzo: Patto per la Salute, Patto per la sanità digitale, Piano nazionale della prevenzione, Piano nazionale della cronicità»
Successo per il primo webinar della FNO TSRM e PSTRP sul Codice etico: 5 ore di confronto e 350 partecipanti
Il Presidente del Maxi Ordine delle Professioni sanitarie Alessandro Beux annuncia: «In autunno il testo per la consultazione pubblica»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 5 agosto, sono 18.543.662 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 700.714 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 5 agosto: nell’ambito del ...
Contributi e Opinioni

«Contro il Covid non fate come noi. Non sta funzionando». La lettera di 25 scienziati e medici svedesi

Un gruppo di 25 scienziati e medici dalla Svezia scrive una lettera su Usa Today al resto del mondo: «La strategia "soft" non funziona, abbiamo perso troppe vite»
di 25 dottori e scienziati svedesi
Lavoro

SIMG, appello ai Ministri Azzolina e Speranza: «Utilizziamo i medici in pensione nelle scuole»

«Una eccezionale risorsa professionale totalmente inutilizzata, professionisti esperti e perfettamente formati con esperienza ultratrentennale, ben aggiornati e spesso in prima linea su Covid-19», s...