Professioni Sanitarie 19 Ottobre 2020 14:39

Igienisti dentali, Tomassi (UNID): «Avviato confronto fra CdA nazionale e Odontoiatri su nostra autonomia, serve soluzione condivisa»

Gli igienisti dentali si sono ritrovati a Roma per il Congresso Nazionale dell’UNID. Il Presidente della FNO TSRM e PSTRP Alessandro Beux sottolinea: «Ora trattiamo a livello istituzionale da pari con le altre professioni, è un risultato straordinario a cui abbiamo creduto tutti»

Igienisti dentali, Tomassi (UNID): «Avviato confronto fra CdA nazionale e Odontoiatri su nostra autonomia, serve soluzione condivisa»

Nonostante tutte le difficoltà del momento legate all’emergenza coronavirus, l’UNID Unione Nazionale Igienisti Dentali ha deciso di ritrovarsi dal vivo nel consueto Congresso annuale che anche quest’anno si è svolto all’hotel Holiday Inn Eur Parco De Medici di Roma. “Health in a smile” lo slogan scelto, dietro cui si cela quello che è il vero spirito della professione, cioè offrire attraverso un sorriso sano anche uno status di salute psicofisica.

Un’assise voluta fortemente dal presidente Domenico Tomassi, recentemente eletto anche nella Commissione d’Albo nazionale. Immancabile però la diretta streaming che ha visto una folta partecipazione: oltre 400 professionisti si sono collegati nel corso della giornata inaugurale.

La professione si ritrova a fare i conti con il problema della sentenza del Consiglio di Stato che ha messo in dubbio la possibilità da parte degli igienisti dentali di aprire uno studio in autonomia e di poter lavorare senza la presenza dell’odontoiatra.

Del tema si è parlato durante la tavola rotonda che ha aperto l’assise a cui hanno presenziato Alessandro Beux, Presidente della FNO TSRM e PSTRP, Antonio Bortone, Presidente CONAPS, Caterina Di Marco, neo eletta Presidente della CdA Nazionale degli Igienisti Dentali, Claudio Dal Pont, Presidente dell’Ordine TSRM e PSTRP di Roma e provincia, Laila Perciballi, referente FNO TSRM e PSTRP per la redazione del Codice Etico, Marco Croce, Avvocato CONAPS ed UNID, Fernando Capuano, Presidente Simedet, Maurizio Luperini, past president UNID. Tiziana Rossetto, Segretario del CoGeAPS, ha risposto alle più frequenti domande sul tema dell’obbligo ECM.

CONFRONTO IGIENISTI DENTALI-ODONTOIATRI

La buona notizia è che il “grande freddo” con gli odontoiatri è stato superato dopo un incontro a cui hanno partecipato Filippo Anelli, Presidente FNOMCeO, e Raffaele Iandolo, Presidente CAO, con Beux, Di Marco e Tomassi. Un primo passo, ma si profila la necessità di un intervento ministeriale per dirimere la questione.

«Il presidente Iandolo si è impegnato a lavorare con noi alla creazione di un tavolo tecnico. Serve tempo ma siamo sulla strada giusta», ha detto Caterina Di Marco. Sulla stessa linea anche Domenico Tomassi: «Stiamo cercando di trovare una soluzione che dia soddisfazioni a tutti, anche molti odontoiatri non sono contenti. Troveremo la soluzione giusta».

Critico verso la sentenza del Consiglio di Stato e verso l’interpretazione data dalla CAO anche l’avvocato Marco Croce, da sempre vicino al mondo delle professioni sanitarie: «Massimo rispetto per la sentenza del Consiglio di Stato ma ritengo che si riferisca al caso specifico – sottolinea Croce -. In base a tutte le norme in vigore l’attività dell’Igienista Dentale è autonoma e responsabile».

Il Presidente Alessandro Beux ha ricordato come la prima circolare a firma congiunta tra CdA Nazionale e Federazione nazionale sia stata proprio quella firmata con gli Igienisti Dentali: «Ora trattiamo a livello istituzionale da pari con le altre professioni, è un risultato straordinario a cui abbiamo creduto tutti. L’ultimo tassello della Legge 3 del 2018 è l’allargamento del Comitato centrale della Federazione da 7 a 15 con il coinvolgimento delle altre professioni: a marzo si terranno le elezioni».

Il Presidente del CONAPS Antonio Bortone ha invece annunciato la trasformazione del Coordinamento in una Fondazione che avrà come scopo «l’alta formazione dedicata al management delle professioni sanitarie».

IL FUTURO DI UNID

Con la costituzione delle Commissioni d’Albo Nazionali anche UNID cambierà veste e da Associazione Maggiormente Rappresentativa diventa Associazione Tecnico Scientifica: «Abbiamo un comitato scientifico molto valido che si occuperà di tutte le questioni professionali legate a corsi e congressi a livello didattico e scientifico», spiega il Presidente UNID Domenico Tomassi.

Nella giornata di sabato si è svolto anche un toccante momento dedicato alla memoria della collega Grazia Merla: un panel dedicato alla prevenzione del cancro ovarico con i rappresentanti delle associazioni dei pazienti e con la dottoressa Domenica Lorusso del Policlinico Gemelli che ha parlato delle nuove terapie contro queste malattie.

 

Iscriviti alla newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Pandemia e cure dentistiche, l’igiene “casalinga” è in picchiata ma decollano le terapie ortodontiche
Frojo (presidente CAO Napoli): «Per molte persone questo è il momento migliore per un investimento a lungo termine sulla propria salute dentale»
Vaccini Covid, arrivano i rinforzi: nella campagna anche odontoiatri, pediatri e farmacie
Con l'approvazione del Dl Sostegni, rientrano tra i vaccinatori nuove categorie: infermieri e odontoiatri negli hub senza conflitto di interessi, i pediatri copriranno i caregiver. In farmacia nuovi spazi, ma Fnomceo chiede la presenza di un medico
Sit-in al Ministero della Salute di medici e odontoiatri libero professionisti: «Noi ancora senza vaccino»
I camici bianchi in piazza per protestare contro l’ineguale trattamento con gli altri medici: «Perché siamo stati esclusi dalla fascia prioritaria del piano vaccinale?». A guidare la protesta Paolo Mezzana: «Nel Lazio differenze anche tra ASL. Ministro Speranza è consapevole della nostra condizione»
Covid-19, UNID Lazio: «Ecco i volti degli Igienisti dentali, operatori sanitari dimenticati dal piano vaccinale della regione»
«Riteniamo doveroso e giusto essere considerati come operatori ad alto rischio quindi in diritto di essere vaccinati al più presto» si legge in una nota dell'Unione Nazionale Igienisti Dentali del Lazio
Covid-19, la denuncia degli Igienisti dentali di Roma: «Docenti e amministrativi vaccinati prima di noi»
«Gli Igienisti dentali e gli altri professionisti sanitari non sono stati ancora contattati dalle proprie Asl e sono ancora in preoccupante attesa. Alla luce di quest’ultimo dato, nasce l’esigenza di promuovere il più presto possibile un iter per una vaccinazione di massa della categoria» spiega in una nota la Commissione d'Albo degli igienisti dentali di Roma e provincia
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 20 aprile, sono 142.112.632 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.030.299 i decessi. Ad oggi, oltre 904,92 milioni di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata ...
Salute

Terapia domiciliare anti-Covid, guida all’uso dei farmaci

Antivirali, antitrombotici, antibiotici e cortisone: facciamo chiarezza con gli esperti della SIMG (Società Italiana di Medicina Generale) ed il dirigente medico in Medicina Interna presso l&rs...
Politica

Cosa prevede il nuovo decreto legge, tra scudo penale e obbligo vaccinale per i sanitari

Licenziato il nuovo decreto legge a firma del Consiglio dei Ministri. Tutta Italia rossa e arancione fino al 30 aprile, ma scuole aperte fino al primo anno di secondaria. Arrivano obbligo vaccini per ...