Politica 27 Maggio 2019

Piemonte, Chiamparino sconfitto. La Regione va al centrodestra di Alberto Cirio

«I dati mi sembrano confermati, con un margine molto alto, sono molto soddisfatto», esulta Alberto Cirio candidato alla presidenza del Piemonte per il centrodestra

In Piemonte vince il centrodestra: è Alberto Cirio il nuovo presidente della Regione. A un terzo dello scrutinio il candidato del centrodestra ha raggiunto il 48%, in netto vantaggio su Sergio Chiamparino fermo al 38%.

«I dati mi sembrano confermati, con un margine molto alto, sono molto soddisfatto. Il Piemonte ha bisogno di ripartire, saremo subito al lavoro per dare un’altra velocità al Piemonte», esulta Alberto Cirio candidato alla presidenza del Piemonte per il centro destra. «Il Piemonte – ha aggiunto Cirio – è la regione del Nord Italia che cresce di meno, è quella con i tassi di disoccupazione più elevati quindi abbiamo bisogno di ripartire subito con una squadra fresca, dinamica e con tanta energia». Già secondo le proiezioni Rai il candidato del centrodestra sfiorava il 50%, mentre il presidente uscente Sergio Chiamparino (centrosinistra) si fermerebbe al 35% e Giorgio Bertola (Movimento Cinque Stelle) sarebbe al 14%.

«Chiamparino mi ha telefonato e mi ha fatto i complimenti. Ci vedremo nei prossimi giorni per il passaggio di consegne», rivela Alberto Cirio dal suo quartier generale di Alba, commentando lo spoglio iniziato intorno alle 14.00. Il neo presidente sul suo avversario: «Sergio Chiamparino è una persona per bene, che rispetto. È stata una campagna ricca di contenuti che aiuterà chiunque a fare meglio, abbiamo bisogno di lavorare insieme per il bene del Piemonte».

Articoli correlati
Patto per la Salute, Icardi (Ass. Piemonte): «Respingeremo norma su commissariamenti»
Al Forum Risk Management di Firenze emerge l'insoddisfazione degli assessori verso l'ultima stesura del Patto per la Salute: «Sarebbe una sciagura per il paese non firmare il Patto entro il 31 dicembre» sottolinea l'assessore alla Sanità della Regione Piemonte
di Giovanni Cedrone e Arnaldo Iodice
Città Salute Torino, Nursing Up: «Reparti a rischio chiusura per carenza di organico. Chiediamo incontro al presidente Cirio»
«Apprendiamo dalla delegazione del Piemonte la grave situazione che si sta configurando presso la Città della Salute di Torino, dove sarebbe imminente la chiusura di alcuni reparti a causa della carenza di personale. Un fiore all’occhiello della Sanità pubblica rischia così di andare in malora grazie ad una visone miope ed ottusa della politica, che […]
Malattie rare, anche la Regione scende in campo per aiutare il piccolo “Giovanni”
Giovanni, un bambino padovano di soli due anni, ha un gravissimo handicap ortopedico e rischia l’amputazione di una gamba, a causa di una malattia rarissima, l’emimelia della tibia. «Oggi abbiamo stanziato 50 mila euro per un progetto di studio, che realizzeremo d’accordo con la famiglia del piccolo e in collaborazione con il Paley Orthopedic & […]
Griglia LEA, 16 regioni promosse: Piemonte al top, arretra la Calabria
Le Regioni sono tenute ad una serie di adempimenti per poter accedere a maggior finanziamento. Migliora la Campania anche se ha un punteggio migliorativo anche se non raggiunge ancora il livello minimo accettabile. Ultima Bolzano, ma dati sono parziali. Sileri (Comm. Sanità): «Inutile averne tantissimi sulla carta per poi non avere i soldi per portarli avanti».
OMS premia ospedale da campo del Piemonte, la ‘cittadella della salute’ pronta ad operare in scenari difficili
Conferimento durante la 68esima sessione del Regional Committee for Europe. Il direttore della Maxiemergenza 118 Mario Raviolo: «Siamo gli unici in Italia ad avere la certificazione di secondo livello, sono nove in tutto il mondo»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Riscatto agevolato della laurea, l’esperto: «Ecco cosa cambia dopo circolare INPS»

Anche chi ha studiato prima del 1996 può richiederlo. Tomi (F.F.S. S.r.l. e collaboratore di Consulcesi & Partners): «Possibile riscattare fino a 5 anni di studi universitari versando la somma di 5....
Salute

Coronavirus e Sars, la storia che si ripete. Ecco cosa è successo nel 2003

Anche la Sindrome Acuta Respiratoria Grave si diffuse dalla Cina al resto del mondo con le stesse modalità. La patologia causò 800 morti
Non Categorizzato

La diffusione del Coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 25 febbraio 2020 sono 80.248 i casi di Covid-19 confermati in tutto il mondo. I pazienti guariti e dimessi dagli ospedali sono 27.768 mentre i morti sono 2.704. I CASI IN ITALIA Bollettino delle or...