Politica 23 Luglio 2019 11:43

Medici di Medicina Generale, Snami replica a Bartolazzi: «Su Rapporto Osmed prima di parlare conoscere»

Il sottosegretario alla Salute Armando Bartolazzi aveva dichiarato durante la presentazione del rapporto Osmed 2018: «Il grosso delle prescrizioni vengono fatte da Mmg, da quando ero studente questi professionisti sono bombardati dagli informatori farmaceutici. Non è mai stata prevista la figura di un informatore ‘statale’, di Aifa o del Ssn, che spiega ai medici, ciclicamente, qual è la realtà dei fatti»

Medici di Medicina Generale, Snami replica a Bartolazzi: «Su Rapporto Osmed prima di parlare conoscere»

Il sindacato autonomo replica al sottosegretario alla Salute Armando Bartolazzi che alla presentazione del rapporto Osmed 2018 ha chiamato in causa i Medici di Medicina Generale con queste dichiarazioni riportate dalla stampa «Il grosso delle prescrizioni vengono fatte da Mmg, da quando ero studente questi professionisti sono bombardati dagli informatori farmaceutici che promuovono i loro prodotti. Non è mai stata prevista la figura di un informatore ‘statale’, di Aifa o del Ssn, che spiega ai medici, ciclicamente, qual è la realtà dei fatti. Bisognerebbe magari introdurre dei fattori di incentivazioni per ottenere performance ottimali anche dal punto di vista finanziario e di corretta prescrizione. Non è mai stata prevista una figura di monitoraggio per ottimizzare sempre di più il loro modo di prescrivere. Questo per me è un punto critico».

LEGGI: «MEDICI DI FAMIGLIA FACCIANO PRESCRIZIONI CORRETTE E AL COSTO MINIMO». A FIMMG NON PIACE LA STOCCATA DI BARTOLAZZI

«Al sottosegretario rispondo – replica Angelo Testa, presidente nazionale dello Snami – che in primis i Medici prescrivono nell’assoluto interesse dei pazienti secondo scienza e coscienza, attenendosi alle norme in essere in tema di prescrizioni farmaceutiche e che siamo contrari agli incentivi per prescrivere meno. Ricordo inoltre che la spesa farmaceutica territorale in Italia è in continuo calo ed è secondo il report Ocse ‘Health at a Glance Europe 2018’ tra le più basse d’Europa».

«Lo Snami stigmatizza – conclude Domenico Salvago, vice presidente nazionale Snami – le generalizzazioni ed in particolare quelle nate dai ricordi giovanili di un sottosegretario. Lo stesso avremmo fatto se noi stessi avessimo avuto ‘omnicomprensivi’ ricordi giovanili di presunti comportamenti della ‘categoria’ dei sottosegretari. Peccato che si stia riflettendo e parlando di cose serie in cui dovrebbero prevalere la conoscenza dei problemi ed il rispetto per la Medicina Generale».

Articoli correlati
SNAMI: «Fuga dalla Medicina generale, si aggravano le carenze»
Attacchi contro i professionisti e nuovi compiti assegnati durante la pandemia hanno peggiorato la situazione: si fugge dalla medicina del territorio, con il rischio di aumentare ulteriormente carenze già evidenti
Vaccinazioni, Figliuolo alle Regioni: «Coinvolgere di più MMG e farmacisti». Plauso FIMMG, no dello SNAMI
Il Commissario all’emergenza ha stilato le “Linee guida per la prosecuzione della campagna vaccinale”. Anelli (FNOMCeO): «Medici pronti a contribuire di più alle vaccinazioni»
Bozza intesa per vaccinazioni anti-Covid dal medico di famiglia. Le reazioni dei sindacati
Fimmg: «Vanno omogeneizzati percorsi e procedure per garantire cittadini e operatori». Snami: «No alle nozze con i fichi secchi»
Snami Lazio: «Sì alla campagna vaccinale anti-Covid ma tutele per i medici vaccinatori»
Il sindacato autonomo dei medici Snami ha aderito alla Campagna vaccinale anti-COVID-19 organizzata nella Regione Lazio, ma ha chiesto di tenere conto di alcune precisazioni nell’elaborazione del Dispositivo Regionale attutativo (DCA). «Lo SNAMI Lazio – si legge in un comunicato – dopo il Comitato regionale per la Medicina generale svoltosi in data 12/2 u.s., ha […]
Tar Lazio: «Visite domiciliari a malati Covid compito esclusivo delle Usca». Le reazioni
La sentenza accoglie in parte il ricorso di Smi: le visite domiciliari ai malati Covid non dovrebbero essere compito dei medici di famiglia. Appoggio anche da FNOMCeO, che ricorda i morti per mancanza di protezioni. Contraria l'Unità di Crisi Lazio
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 9 dicembre, sono 267.880.128 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 5.280.456 i decessi. Ad oggi, oltre 8,28 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Ecm

Proroga ECM in scadenza, De Pascale (Co.Ge.A.P.S.): «Inviate agli Ordini posizioni formative degli iscritti»

Il presidente del Consorzio Gestione Anagrafica Professioni Sanitarie a Sanità Informazione: «Pronti ad affrontare fine proroga, poi Ordini valuteranno che azioni intraprendere con inadem...
Salute

Perché nonostante i vaccini i casi di Covid-19 aumentano?

di Guido Rasi, ex Direttore Esecutivo dell'EMA e Direttore Scientifico Consulcesi
di Guido Rasi, ex Direttore Esecutivo dell'EMA e Direttore Scientifico Consulcesi