Politica 2 novembre 2017

G7: la salute al centro del ‘mondo’: medicina, clima, innovazione, sicurezza farmaceutica e sullo sfondo l’EMA

Francia, Germania, Giappone, Regno Unito e Stati Uniti, Oms, Fao, Oie, Ocse ed Efsa: un grande parterre per fare il punto sull’impatto dei fattori climatici e ambientali sulla salute, la resistenza microbica e la sicurezza farmaceutica

Immagine articolo

Countdown per il G7 Salute che avrà luogo a Milano il 5 e il 6 novembre. Le location per il vertice dei ministri d’Italia, Canada, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito e Stati Uniti saranno la meravigliosa cornice di Palazzo Reale, per secoli la roccaforte dei poteri della città longobarda, il Museo della Scienza e della Tecnologia ‘Leonardo da Vinci’ e infine la sede dello storico ospedale Maggiore oggi Policlinico di Milano. Parteciperanno, inoltre, il commissario Ue alla salute e i direttori di Oms, Fao, Oie, Ocse ed Efsa. La data è decisiva, arriva infatti a due settimane dalla decisione dell’Ue (20 novembre) sul nuovo quartier generale dell’Agenzia europea del farmaco (Ema) che dovrà lasciare Londra dopo la Brexit. Milano si è candidata è ha offerto Palazzo Pirelli, oggi sede del Consiglio regionale. Nel corso del vertice i focus trattati saranno:

LE TRASFORMAZIONI CLIMATICHE E L’IMPATTO SULLA SALUTE

Il cambiamento climatico influisce inevitabilmente sulle condizioni della salute mondiale: soprattutto negli ultimi dieci anni gli effetti dei cambiamenti di temperatura imprevisti, eventi climatici estremi, stanno esponendo le popolazioni del mondo a pericolose conseguenze come nuove malattie, epidemie e varie ripercussioni fisiologiche. A suggellare l’emergenza un rapporto pubblicato su Lancet realizzato da ricercatori di vari atenei e istituzioni tra cui l’Organizzazione mondiale della Sanità, la Banca mondiale, l’Organizzazione meteorologica mondiale intitolato ‘The Lancet Countdown on Health and Climate Change’ che prende in esame 40 indicatori per monitorare gli impatti dei cambiamenti climatici sulla salute globale e di qui in avanti sarà aggiornato ogni anno. Su questo tema l’Organizzazione Mondiale della Meteorologia (WMO) in questi giorni, ha reso noti dei dati allarmanti sulle percentuali di anidride carbonica nell’aria che, secondo il rapporto, crescono inesorabilmente ad una velocità preoccupante. Nel 2016, come riporta un interessante approfondimento su Focus.it vi è stato il “salto” più grande nell’aumento di anidride carbonica da 30 anni a questa parte e che questo ha portato i valori della concentrazione a un tetto mai raggiunto da 800.000 anni a questa parte. Da segnalare in argomento l’evento organizzato dalla Gates Foundation sulla ‘Nutrizione globale’ e l’incontro dell’Istituto neurologico Besta di Milano su ‘Innovazione e ricerca per l’invecchiamento in salute’, entrambi in programma sabato 4 novembre.

LA RESISTENZA ANTIMICROBICA

Altro caposaldo nell’ambito della salute mondiale, argomento di primo piano durante il vertice G7, sarà l’evoluzione, il progresso, le nuove scoperte nell’ambito dei trattamenti per combattere le malattie infettive, microbi sempre più forti e ‘globalizzati’, batteri e infezioni di nuova generazione. Di pari passo alle nuove scoperte va la ‘resistenza’ che i microrganismi pericolosi per l’uomo sviluppano rispetto alle terapie esponendo le comunità umane a epidemie, pandemie e nuove infezioni. In questo ambito un ruolo di primo piano lo svolgerà l’European Food Safety Authority (Efsa) che tratterà l’argomento anche legato ai rischi di diffusioni batteriche derivanti dalla catena alimentare.

LA SALUTE DELLE DONNE

Nella cornice del G7 all’attenzione sarà puntata anche sulla salute al femminile, infatti è prevista per lunedì 6 novembre la conclusione e la premiazione dell’evento ‘More than Pink’, un’iniziativa promossa da Susan G. Komen Italia e dell’Associazione ItaliaCamp, in collaborazione con il Polo di Scienze della Salute della Donna e del Bambino della Fondazione Policlinico Universitario Gemelli di Roma. Il progetto promuove l’emersione, la diffusione e la valorizzazione di progettualità e pratiche innovative nell’ambito della salute della donna. A premiare i progetti vincitori sarà il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin che oltre ad intervenire sull’importanza della prevenzione dei tumori al seno, sulla necessità di sostenere la ricerca per trovare sempre più possibilità di cura per malattie oncologiche, si soffermerà anche sulla salute fisica e mentale degli adolescenti che oggi sono sottoposti a molti più stress rispetto al passato.

SICUREZZA FARMACEUTICA MONDIALE

Nel quadro degli eventi in calendario per la Presidenza italiana del vertice G7, il Ministero della Salute, l’Arma dei Carabinieri ed il Comando Carabinieri per la Tutela della Salute hanno organizzato, a latere della riunione ministeriale, la conferenza “Strategies to fight pharmaceutical crime“, che si svolgerà a Milano il 5 novembre, presso il Museo della Scienza e della Tecnologia “Leonardo Da Vinci”. La conferenza costituisce un’importante occasione per affrontare, a livello internazionale, il delicato tema del contrasto al crimine farmaceutico in tutte le sue forme, individuando i principali fattori di criticità e, al contempo, tracciare percorsi risolutivi comuni. Durante l’evento si affronterà il tema della sicurezza farmaceutica in un contesto più ampio attraverso l’esame delle strategie adottate nei singoli Paesi e le prospettive di collaborazione di un network esteso oltre i confini continentali. Nel corso della giornata saranno evidenziati i risultati ottenuti nell’azione di contrasto al crimine farmaceutico attraverso le attuali forme di cooperazione e verranno analizzate in chiave prospettica nuove modalità di implementazione delle procedure già esistenti. Durante la sessione mattutina interverranno esponenti delle amministrazioni dei Paesi del G7 competenti in materia farmaceutica quali la Food and Drug Administration (Usa), ZKA Zollkriminalamt (Germania), Medicine and Healthcare Products Regulatory Agency (Regno Unito), Central Office against environmental and public health crime (Francia) e AIFA Agenzia Italiana del farmaco. Nella sessione pomeridiana si alterneranno rappresentanti di istituzioni internazionali quali Consiglio d’Europa, Organizzazione Mondiale della Sanità, Interpol, Europol. I lavori si concluderanno con un intervento del Pharmaceutical Security Institute in rappresentanza del settore privato. Sul tema della sicurezza farmaceutica anche l’incontro promosso da Farmindustria sul tema delle ‘Nuove tecnologie per l’assistenza sanitaria’. Proprio quest’ultimo incontro sarà occasione di confronto tra le varie realtà farmaceutiche che potranno dialogare sulla questione Ema per condividere le rispettive posizioni e magari trovare una quadra. Non è casuale infatti la presenza di  Guido Rasi, direttore esecutivo dell’Ema che parteciperà ai lavori.

LEGGI ANCHE: EMA: G7 BANCO DI PROVA. ECCO PERCHÉ L’AGENZIA EUROPEA DEL FARMACO VUOLE ‘TRASLOCARE’ A MILANO

Articoli correlati
Sanità, a Milano nasce il nuovo Centro di Formazione Avanzata e Simulazione (CeFAeS)
Da tempo la formazione esperienziale ha raggiunto e abbracciato l’ambito sanitario. Non più solo lezioni teoriche di tipo frontale ma vere e proprie simulazioni di ciò che accade nella pratica clinica quotidiana. In quest’ottica, apre i battenti a Milano una struttura innovativa e unica nel suo genere. Verrà infatti inaugurato il 24 ottobre prossimo, a […]
Velenosi, allucinogeni, commestibili se cotti: è tempo di funghi. Assisi (Niguarda): «Anche troppi porcini possono far male»
La dottoressa del Centro Antiveleni milanese: «Tra i più pericolosi quelli con le amatossine che producono danno epatico». Poi mette in guardia: «Fateli prima vedere da un micologo e non date retta alle credenze popolari»
Vaccini, SIPPS: «Non aspettare focolaio di epidemia per procedere a vaccinazioni»
Un osservatore esterno che volesse cercare di comprendere le motivazioni che stanno spingendo la politica italiana a sostituire, a distanza di poco più di un anno dalla sua approvazione da parte del Parlamento, una legge che aveva aumentato il numero delle vaccinazioni obbligatorie da 4 a 10 ed esteso l’obbligo a vaccinazioni raccomandate già presenti […]
Giulia Grillo alle Regioni: presto l’intesa sui piani di efficientamento degli ospedali
Il Ministro ha chiesto al presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome Stefano Bonaccini di accelerare il percorso per migliorare la qualità delle cure. Da un anno il decreto è in stand by
Il paradosso di Vanzago: 1600 bambini e nessun pediatra. Il sindaco: «Cure a rischio per chi non può spostarsi»
Gli abitanti del Comune dell’hinterland milanese dovranno presto andare altrove per curare i loro figli. Problemi anche per il medico di famiglia. Il primo cittadino Sangiovanni: «Chiedo al Ministro di rinegoziare il contratto con i pediatri e i medici di base, serve flessibilità in deroga alle norme attuali»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

ECM e validazione delle competenze mediche: più spazio alla professione. Lavalle (Agenas): «Ecco come funzionerà»

«Dare un valore all’apprendimento non certificato è utile stimolo per professionista» così Franco Lavalle, vicepresidente OMCeO Bari e membro dell’Osservatorio Nazionale del’ Age.na.s
Professioni Sanitarie

Professioni sanitarie, Beux (TSRM e PSTRP): «Ordine favorirà qualità. Ora servono decreti attuativi»

Inizia a prendere vita il nuovo ordine istituito nella scorsa legislatura. 33mila i professionisti già censiti ma se ne stimano 230-240mila
Lavoro

Allarme chirurghi, Marini (Acoi): «Specialità scelta solo da 90 giovani. Siamo tra i migliori al mondo, appello alle istituzioni»

Il messaggio lanciato da Sic e Acoi riunite in congresso: «Sostenete la chirurgia italiana che, nonostante tutto, c’è ed è forte. Contenzioso medico-legale e stipendi tra i peggiori in Europa dis...