Politica 13 Settembre 2018

Diritti dei medici e novità legislative: istituzioni a confronto in Senato

Il 18 settembre Sanità Informazione organizza un confronto con i principali esponenti del mondo politico e sanitario sui principali problemi dei camici bianchi alla luce delle ultime novità giuridiche e delle più recenti sentenze che interessano il settore. Coinvolti giuristi, membri del Governo ed esponenti di tutti gli schieramenti parlamentari

Immagine articolo

Diritti dei medici al centro del dibattito politico e istituzionale. Il prossimo 18 settembre, a partire dalle 9.30, avrà luogo nella sede del Senato, alla Sala Capitolare del Convento di S. Maria sopra Minerva, un incontro organizzato dalla nostra testata giornalistica Sanità Informazione che si concentrerà sui principali problemi dei camici bianchi alla luce delle ultime novità giuridiche e delle più recenti sentenze che interessano il settore medico e sanitario nel suo insieme.

Interverranno a questa giornata il Senatore Antonio De Poli, Questore anziano del Senato; l’Onorevole Lorenzo Fioramonti, Sottosegretario all’Istruzione; il Senatore Pierpaolo Sileri, Presidente della Commissione Sanità del Senato; il Senatore Antonio Saccone, membro della Commissione Bilancio del Senato; la Senatrice Sonia Fregolent, componente della Commissione Sanità del Senato; l’Onorevole Federico Gelli, Dirigente azienda sanitaria Toscana centro e l’Avvocato Marco Tortorella, Patrocinante in Cassazione ed esperto del contenzioso. Modererà l’incontro il Direttore editoriale di Sanità Informazione, Cesare Buquicchio.

Tra i tanti temi che saranno affrontati, il dibattito si concentrerà in particolare sulla violazione delle direttive Ue in tema di retribuzione degli specializzandi (75/362/CEE, 75/363/CEE e 82/76/CEE), una violazione che ha già costretto le casse dello Stato a corrispondere finora ai medici ricorrenti diverse centinaia di milioni di euro a titolo di risarcimento e che le espone, proprio alla luce di recenti novità giuridiche, ad un esborso totale calcolato in oltre 16 miliardi di euro, a fronte di una platea di oltre 110mila medici che si sono specializzati tra il 1978 ed il 2006 senza ricevere il corretto trattamento economico.

In Senato, dunque, in occasione di una giornata interamente dedicata alle novità giurisprudenziali e normative sul tema, verranno presentate le possibili soluzioni per mettere fine a questo contenzioso dalla durata ormai ultra-ventennale. Il convegno è organizzato da Sanità Informazione, testata giornalistica specializzata da sempre nel documentare tutti gli aspetti della vita professionale degli operatori sanitari e nel denunciare le violazioni dei loro diritti.

L’incontro affronterà anche altre tematiche di interesse della categoria come, tra le altre, la responsabilità professionale dei medici alla luce della Legge 24/2017 e l’evoluzione della formazione continua in medicina dei camici bianchi. Prenderanno parte al convegno autorevoli giuristi ed esponenti del mondo sanitario, tra i quali: il professor Guido Alpa, Ordinario di Diritto civile presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Roma “Sapienza”, il professor Bernardo Giorgio Mattarella, Ordinario di Diritto amministrativo presso il Dipartimento di Giurisprudenza della Luiss “Guido Carli” e la professoressa Paola Frati Ordinario di Medicina legale presso l’Università di Roma “Sapienza”.

 

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK <— CLICCA QUI

 

 

Articoli correlati
Sassoli e Castaldo ai vertici del Parlamento Ue, medici ex specializzandi e Formazione ECM al centro della loro agenda
A Strasburgo l’esponente Pd è stato eletto presidente prendendo il posto di un altro italiano, Antonio Tajani. Confermato vicepresidente l’eurodeputato M5S. Giusta remunerazione dei medici ex specializzandi e incentivi alla formazione, tante idee per la sanità: aumentano le chance per il riconoscimento dei diritti di medici e operatori sanitari
di Cesare Buquicchio e Giovanni Cedrone
David Sassoli è il nuovo presidente del Parlamento europeo. Ecco cosa ha proposto per la sanità in campagna elettorale
Incentivare la formazione, risolvere i contenziosi tramite mediazione e affrontare la questione degli ex specializzandi. GUARDA L'INTERVISTA
Responsabilità professionale, Gelli: «Entro l’autunno avremo i decreti attuativi legge 24»
Il testo dei quattro decreti è stato elaborato dal MISE e ha ricevuto il parere positivo da parte del MEF e del ministero della Salute. Il padre della legge Gelli: «Ora manca concertazione. Accolto il 90% delle nostre proposte»
Ex specializzandi, Foad Aodi(Amsi): «Resa giustizia a tanti medici che lottano per i loro diritti»
«Perché i medici – spiega il presidente dell’associazione medici di origine straniera in Italia (Amsi), Foad Aodi - tante volte ultimamente vedono i loro diritti e anche la loro professione a rischio, tra aggressioni e denunce»
Decreto Calabria, la protesta della sanità privata regionale: «A rischio servizi e posti di lavoro»
Critico anche il senatore Giovanni Pittella: «Non credo sinceramente che questo tipo di problemi si risolvono attraverso i commissariamenti»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Lo psicologo di famiglia è un diritto riconosciuto dalla legge. Alle Regioni il compito di trovare accordi con gli MMG

La norma inserita nel Dl Calabria. Lazzari (Cnop): «Gli psicologi saranno al servizio dei cittadini anche nell’ambito delle cure primarie, accanto ai medici di medicina generale ed ai pediatri di l...
di Isabella Faggiano
Lavoro

Contratto medici e unificazione fondi: ecco cosa sta succedendo all’Aran

Il nuovo pomo della discordia è l’unificazione dei fondi della dirigenza medica, sanitaria non medica e delle professioni sanitarie. Palermo (Anaao-Assomed): «A guadagnarci sono i medici». Quici ...
Salute

Boom di denunce per “malpractice”, i chirurghi non ci stanno: «Nessuno vuole fare più questo mestiere»

Dei 35mila procedimenti che si aprono ogni anno oltre il 90% si risolvono in un nulla di fatto. Il Presidente del Collegio Italiano dei Chirurghi (CIC), Filippo La Torre: «Serve legge che regoli la m...