Politica 13 Settembre 2018

Diritti dei medici e novità legislative: istituzioni a confronto in Senato

Il 18 settembre Sanità Informazione organizza un confronto con i principali esponenti del mondo politico e sanitario sui principali problemi dei camici bianchi alla luce delle ultime novità giuridiche e delle più recenti sentenze che interessano il settore. Coinvolti giuristi, membri del Governo ed esponenti di tutti gli schieramenti parlamentari

Immagine articolo

Diritti dei medici al centro del dibattito politico e istituzionale. Il prossimo 18 settembre, a partire dalle 9.30, avrà luogo nella sede del Senato, alla Sala Capitolare del Convento di S. Maria sopra Minerva, un incontro organizzato dalla nostra testata giornalistica Sanità Informazione che si concentrerà sui principali problemi dei camici bianchi alla luce delle ultime novità giuridiche e delle più recenti sentenze che interessano il settore medico e sanitario nel suo insieme.

Interverranno a questa giornata il Senatore Antonio De Poli, Questore anziano del Senato; l’Onorevole Lorenzo Fioramonti, Sottosegretario all’Istruzione; il Senatore Pierpaolo Sileri, Presidente della Commissione Sanità del Senato; il Senatore Antonio Saccone, membro della Commissione Bilancio del Senato; la Senatrice Sonia Fregolent, componente della Commissione Sanità del Senato; l’Onorevole Federico Gelli, Dirigente azienda sanitaria Toscana centro e l’Avvocato Marco Tortorella, Patrocinante in Cassazione ed esperto del contenzioso. Modererà l’incontro il Direttore editoriale di Sanità Informazione, Cesare Buquicchio.

Tra i tanti temi che saranno affrontati, il dibattito si concentrerà in particolare sulla violazione delle direttive Ue in tema di retribuzione degli specializzandi (75/362/CEE, 75/363/CEE e 82/76/CEE), una violazione che ha già costretto le casse dello Stato a corrispondere finora ai medici ricorrenti diverse centinaia di milioni di euro a titolo di risarcimento e che le espone, proprio alla luce di recenti novità giuridiche, ad un esborso totale calcolato in oltre 16 miliardi di euro, a fronte di una platea di oltre 110mila medici che si sono specializzati tra il 1978 ed il 2006 senza ricevere il corretto trattamento economico.

In Senato, dunque, in occasione di una giornata interamente dedicata alle novità giurisprudenziali e normative sul tema, verranno presentate le possibili soluzioni per mettere fine a questo contenzioso dalla durata ormai ultra-ventennale. Il convegno è organizzato da Sanità Informazione, testata giornalistica specializzata da sempre nel documentare tutti gli aspetti della vita professionale degli operatori sanitari e nel denunciare le violazioni dei loro diritti.

L’incontro affronterà anche altre tematiche di interesse della categoria come, tra le altre, la responsabilità professionale dei medici alla luce della Legge 24/2017 e l’evoluzione della formazione continua in medicina dei camici bianchi. Prenderanno parte al convegno autorevoli giuristi ed esponenti del mondo sanitario, tra i quali: il professor Guido Alpa, Ordinario di Diritto civile presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Roma “Sapienza”, il professor Bernardo Giorgio Mattarella, Ordinario di Diritto amministrativo presso il Dipartimento di Giurisprudenza della Luiss “Guido Carli” e la professoressa Paola Frati Ordinario di Medicina legale presso l’Università di Roma “Sapienza”.

 

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK <— CLICCA QUI

 

 

Articoli correlati
Il Ddl aggressioni è legge. Cosa prevede il testo approvato all’unanimità dal Senato
Sanzioni da 500 a 5mila euro e dai 4 ai 16 anni di reclusione per chi aggredisce gli operatori della sanità. Le reazioni
Ex specializzandi, lo Stato paga altri 18 milioni. Il racconto della vicenda dagli inizi ad oggi
Continuano le sentenze in favore dei camici bianchi che non hanno ricevuto il corretto trattamento economico durante la scuola post-laurea. Online un reportage esclusivo che racconta ciò che è successo in questi anni, dal ritardo con cui lo Stato italiano si è adeguato alle direttive europee agli ultimi Ddl presentati in Senato
Ex specializzandi, raffica di sentenze: Stato condannato a pagare altri 18 milioni
Con le ultime vittorie salgono ad otto le pronunce positive da gennaio nonostante lo stop imposto dal Covid-19. Tortorella (Presidente Consulcesi): «Tribunali e Corti continuano a sanare ingiustizia. Impegno politico bipartisan su Ddl per l’accordo conferma volontà politica di trovare soluzione ma il provvedimento va migliorato»
Responsabilità e Covid-19, Gelli: «Decreti attuativi legge 24 e scudo per tutelare professionisti sanitari»
Manca solo la firma del ministro Patuanelli per completare l’iter dei decreti attuativi della legge Gelli. E intanto iniziano ad arrivare le prime richieste di risarcimento dai familiari delle vittime del Covid. Il presidente della Fondazione Italia in Salute: «Serve norma ad hoc»
«Misure anti-Covid fino al 31 luglio». Le comunicazioni del ministro Speranza in Parlamento
«Nessuna decisione presa sulla proroga dello stato di emergenza. Verrà coinvolto il Parlamento. Ora non abbassare la guardia, l'Italia ha alle spalle la tempesta ma non è ancora in un porto sicuro»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 5 agosto, sono 18.543.662 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 700.714 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 5 agosto: nell’ambito del ...
Contributi e Opinioni

«Contro il Covid non fate come noi. Non sta funzionando». La lettera di 25 scienziati e medici svedesi

Un gruppo di 25 scienziati e medici dalla Svezia scrive una lettera su Usa Today al resto del mondo: «La strategia "soft" non funziona, abbiamo perso troppe vite»
di 25 dottori e scienziati svedesi
Lavoro

SIMG, appello ai Ministri Azzolina e Speranza: «Utilizziamo i medici in pensione nelle scuole»

«Una eccezionale risorsa professionale totalmente inutilizzata, professionisti esperti e perfettamente formati con esperienza ultratrentennale, ben aggiornati e spesso in prima linea su Covid-19», s...