Politica 13 Settembre 2018

Diritti dei medici e novità legislative: istituzioni a confronto in Senato

Il 18 settembre Sanità Informazione organizza un confronto con i principali esponenti del mondo politico e sanitario sui principali problemi dei camici bianchi alla luce delle ultime novità giuridiche e delle più recenti sentenze che interessano il settore. Coinvolti giuristi, membri del Governo ed esponenti di tutti gli schieramenti parlamentari

Immagine articolo

Diritti dei medici al centro del dibattito politico e istituzionale. Il prossimo 18 settembre, a partire dalle 9.30, avrà luogo nella sede del Senato, alla Sala Capitolare del Convento di S. Maria sopra Minerva, un incontro organizzato dalla nostra testata giornalistica Sanità Informazione che si concentrerà sui principali problemi dei camici bianchi alla luce delle ultime novità giuridiche e delle più recenti sentenze che interessano il settore medico e sanitario nel suo insieme.

Interverranno a questa giornata il Senatore Antonio De Poli, Questore anziano del Senato; l’Onorevole Lorenzo Fioramonti, Sottosegretario all’Istruzione; il Senatore Pierpaolo Sileri, Presidente della Commissione Sanità del Senato; il Senatore Antonio Saccone, membro della Commissione Bilancio del Senato; la Senatrice Sonia Fregolent, componente della Commissione Sanità del Senato; l’Onorevole Federico Gelli, Dirigente azienda sanitaria Toscana centro e l’Avvocato Marco Tortorella, Patrocinante in Cassazione ed esperto del contenzioso. Modererà l’incontro il Direttore editoriale di Sanità Informazione, Cesare Buquicchio.

Tra i tanti temi che saranno affrontati, il dibattito si concentrerà in particolare sulla violazione delle direttive Ue in tema di retribuzione degli specializzandi (75/362/CEE, 75/363/CEE e 82/76/CEE), una violazione che ha già costretto le casse dello Stato a corrispondere finora ai medici ricorrenti diverse centinaia di milioni di euro a titolo di risarcimento e che le espone, proprio alla luce di recenti novità giuridiche, ad un esborso totale calcolato in oltre 16 miliardi di euro, a fronte di una platea di oltre 110mila medici che si sono specializzati tra il 1978 ed il 2006 senza ricevere il corretto trattamento economico.

In Senato, dunque, in occasione di una giornata interamente dedicata alle novità giurisprudenziali e normative sul tema, verranno presentate le possibili soluzioni per mettere fine a questo contenzioso dalla durata ormai ultra-ventennale. Il convegno è organizzato da Sanità Informazione, testata giornalistica specializzata da sempre nel documentare tutti gli aspetti della vita professionale degli operatori sanitari e nel denunciare le violazioni dei loro diritti.

L’incontro affronterà anche altre tematiche di interesse della categoria come, tra le altre, la responsabilità professionale dei medici alla luce della Legge 24/2017 e l’evoluzione della formazione continua in medicina dei camici bianchi. Prenderanno parte al convegno autorevoli giuristi ed esponenti del mondo sanitario, tra i quali: il professor Guido Alpa, Ordinario di Diritto civile presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Roma “Sapienza”, il professor Bernardo Giorgio Mattarella, Ordinario di Diritto amministrativo presso il Dipartimento di Giurisprudenza della Luiss “Guido Carli” e la professoressa Paola Frati Ordinario di Medicina legale presso l’Università di Roma “Sapienza”.

 

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK <— CLICCA QUI

 

 

Articoli correlati
Ex specializzandi: altri 10 milioni a 400 medici nel 2019. Da Bruxelles spinta decisiva all’accordo transattivo
Il confronto con il vice-presidente Castaldo e gli eurodeputati Bartolo e Rinaldi conferma la necessità di una soluzione legislativa che permetterebbe allo Stato risparmi da reinvestire anche nella sanità pubblica. L’appello del Presidente di Consulcesi Massimo Tortorella, in vista dell’approvazione della Manovra finanziaria: «L’occasione giusta per tagliare gli sprechi e riconoscere il diritto dei medici danneggiati»
Sentenza Cassazione su specializzandi, Guicciardi: «Principio corretto, ma siamo lasciati soli»
Il presidente di FederSpecializzandi: «È vero che non siamo meri esecutori di ordini, ma è anche vero che dovremmo essere sempre affiancati da un tutor. Sappiamo bene che non è sempre così. Spesso si chiede anche agli specializzandi dei primi anni di coprire i turni di notte»
Manovra 2020, luci e ombre del testo: dai Lea al personale. Tutte le voci della sanità…
Intanto, dal testo su cui lavoreranno entrambi i rami del Parlamento emerge quello che, molto probabilmente, sarà l’indirizzo finale della Legge, soprattutto per quel che riguarda la sanità
Bilancio 2020, Cartabellotta (GIMBE): «Personale e Lea i lati oscuri. Altri aspetti positivi»
«Diversi aspetti seducenti nel testo che arriva in Parlamento. Ma è realmente tutto oro quello che luccica?» si domanda la Fondazione Gimbe analizzando punto per punto la Legge di Bilancio. «Tra i grandi assenti ci sono gli investimenti su personale sanitario, nuovi Lea e farmaci innovativi»
Manovra 2020 approda in Aula, confermati gli stanziamenti in Sanità. Detrazioni anche se si usano i contanti
Iniziato in Senato il percorso parlamentare della Legge di Bilancio. Non si fermano le polemiche sulle nuove tasse. Confermato stanziamento di 30 miliardi per l'edilizia sanitaria, abolizione del superticket a decorrere dal 1° settembre 2020
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Bilancio 2020: «Caro Ministro, ecco dove trovare i soldi per pagare di più i medici. Senza che lo Stato aggiunga un euro»

Intervista al segretario nazionale Anaao-Assomed Carlo Palermo: «Nei prossimi 8 anni nelle aziende sanitarie ci saranno 250 milioni di euro di “retribuzione individuale di anzianità”. Basterebbe...
Ecm

ECM estesa a tutte le professioni sanitarie. L’Agenas pubblica la delibera

L’Educazione Continua in Medicina sarà obbligatoria per tutte le professioni sanitarie aventi ordini di categoria, prima esclusi dal vincolo formativo
Salute

Burnout in sanità, i più colpiti? Giovani, donne e ospedalieri. I risultati della survey AME

Simonetta Marucci, coordinatrice del sondaggio dell’Associazione Medici Endocrinologi: «Continueremo ad analizzare il fenomeno per poi proporre risposte adeguate per migliorare la nostra attività ...