7 giorni in Parlamento 6 Marzo 2023 10:14

Mozioni SSN, PNRR e cyberbullismo nella settimana parlamentare

Nella Affari sociali a Montecitorio continua la discussione per l’istituzione di una commissione d’inchiesta sulla gestione dell’emergenza Covid. In Aula spazio alle mozioni sul potenziamento del SSN. In commissione Lavoro e Sanità al Senato spazio al Ddl sul ristoro dei medici lesi da SARS-CoV-2

Mozioni SSN, PNRR e cyberbullismo nella settimana parlamentare

La questione dei migranti e la tragedia del naufragio di Cutro tengono ancora banco del dibattito parlamentare. E lo saranno anche nella settimana dal 6 al 10 marzo quando il Ministro dell’Interno Matteo Piantedosi, finito al centro della bufera per alcune dichiarazioni, si recherà in Parlamento per un’informativa ( il 7 marzo a Montecitorio e l’8 marzo a Palazzo Madama).

Alla Camera continua l’esame delle cinque mozioni a supporto del Sistema sanitario nazionale firmate da Gilda Sportiello (M5S), Elena Bonetti (Terzo Polo), Luciano Ciocchetti (Fdi), Marco Furfaro (Pd) e Luisa Zanella (Verdi). Resta da capire se alla fine si riuscirà a trovare una convergenza su un testo unitario o se resteranno le diverse sfumature.

Sempre a Montecitorio si discuterà anche la mozione di Fratelli d’Italia sullo scandalo Qatargate e il Decreto legge sulla ricostruzione a seguito di interventi calamitosi.

In Senato è il turno del Decreto legge sulla Trasparenza del prezzo dei carburanti e, se la commissione Lavoro e Sanità avrà terminato la discussione, anche della legge delega al Governo in materia di politiche in favore delle persone anziane.

In Commissione Bilancio è stato avviato intanto l’esame del ddl di conversione in legge del d-l n. 13 per l’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) e del Piano nazionale degli investimenti complementari al PNRR (PNC), nonché per l’attuazione delle politiche di coesione e della politica agricola comune

Commissione Affari sociali

Nella commissione presieduta dal forzista Ugo Cappellacci calendario fitto di impegni: lunedì 6 marzo scade il termine per la presentazione di proposte emendative riferite alla pdl di Giorgio Mulè (Forza Italia) sulle “Disposizioni concernenti la definizione di un programma diagnostico per l’individuazione del diabete di tipo 1 e della celiachia nella popolazione pediatrica” e in settimana comincerà il voto sugli emendamenti.

Continua l’esame della proposta di legge sulle Disposizioni in materia di prevenzione e contrasto del fenomeno del bullismo e del cyberbullismo e di misure rieducative dei minori. Previste le audizioni di Claudia Caramanna, procuratore della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Palermo, di Roberto Di Bella, presidente del Tribunale per i minorenni di Catania, di Renato D’Antuono, presidente della Camera penale di Torre Annunziata e Paola Rubini, vicepresidente dell’Unione delle Camere penali italiane.

Continua l’esame della mozione di Imma Vietri (Fdi) sulle iniziative per aggiornare gli standard per la distribuzione dei punti nascita.

In sede consultiva la commissione è chiamata ad elaborare un parere sull’istituzione di una Commissione parlamentare di inchiesta sulle condizioni di sicurezza e sullo stato di degrado delle città e delle loro periferie.

Due gli atti dell’Unione europea su cui è al lavoro la commissione: in primis le comunicazione della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio sul “Piano europeo di lotta contro il cancro” (relatrice la leghista Arianna Lazzarini) e poi la Proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio sulle tariffe e sugli oneri spettanti all’Agenzia europea per i medicinali. In questo secondo caso previste le audizioni di rappresentanti dell’Agenzia italiana del farmaco (AIFA), di Farmindustria, di Egualia-Industrie farmaci accessibili.

Giovedì 9 marzo, in una audizione congiunta che coinvolge altre commissione tra cui la 10a del Senato Lavoro e Sanità audizione della Commissaria europea per l’uguaglianza, Helena Dalli.

Si torna a parlare di Covid nell’ambito dell’analisi delle proposte di legge per l’istituzione di una Commissione parlamentare di inchiesta sulla gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Saranno ascoltati Massimo Luciani, professore ordinario di Istituzioni di diritto pubblico presso la Facoltà di giurisprudenza dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, Giovanni Salvi, ex procuratore generale presso la Corte di Cassazione, Nicola Magrini, direttore dell’Unità operativa Qualità e governo clinico dell’AUSL Romagna, rappresentanti della Federazione nazionale degli Ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri (FNOMCeO) e della Federazione nazionale Ordini professioni infermieristiche (FNOPI), Claudio Calzoni (detto Robert Lingard), esperto di comunicazione e analisi delle politiche pubbliche.

Scade, infine, giovedì 9 marzo il termine per la presentazione di proposte emendative riferite alla proposta di inchiesta parlamentare di Chiara Gribaudo (Pd) recante “Istituzione di una Commissione parlamentare di inchiesta sulle condizioni di lavoro in Italia, sullo sfruttamento e sulla tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro pubblici e privati”.

Commissione Lavoro e Sanità

Nella commissione presieduta da Francesco Zaffini (Fdi) si esamineranno, in sede consultiva, i Ddl sulla compartecipazione dello Stato alle spese per minori in comunità o istituti e al Ddl sull’attuazione del PNRR.

Anche in questa commissione è partito l’iter per l’istituzione di una commissione parlamentare di inchiesta sulle condizioni di lavoro in Italia (relatore Celestino Magni, Sinistra italiana).

Continua l’esame anche del disegno di legge sul Ristoro medici lesi da SARS-CoV-2 (Relatore Giovanni Satta di Fratelli d’Italia).

Continua, infine, l’indagine conoscitiva sulle forme integrative di previdenza e di assistenza sanitaria nel quadro dell’efficacia complessiva dei sistemi di welfare e di tutela della salute con l’audizione di rappresentanti di ISTAT e il seguito dell’audizione di rappresentanti di IVASS.

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Politica

Liste d’attesa: nel decreto per abbatterle c’è anche la Carta dei diritti dei cittadini

Il Cup dovrà attivare un sistema di “Recall”. Il paziente che non si presenterà alla visita senza disdirla dovrà pagare la prestazione. Cambiano le tariffe orarie per ...
Contributi e Opinioni

Giornata Infermieri. Testimonianze: “Chi va via, e chi ritorna…”

Rosaria ha accolto l’ordine di servizio arrivato a dicembre 2013. Ad accompagnarlo una frase: “Sono pazienti particolari, si prenda cura di loro”. Era il 2013 e Rosaria da allora non...
Politica

Diabete: presentate al Governo le istanze dei medici e dei pazienti

Dopo aver promosso gli Stati Generali sul Diabete, lo scorso 14 marzo, alla presenza del ministro della Salute, di rappresentanti dell’ISS e di AGENAS, FeSDI, l'Università di Roma Tor Ver...