PNRR 4 Maggio 2023 11:33

Telemedicina, Schillaci: «Lavoriamo alla creazione di una piattaforma nazionale»

Pubblicato il decreto di ripartizione per l’assistenza domiciliare. Oltre alla telemedicina evidenziata la necessità di ampliare le terapie digitali, ovvero tecnologie che offrono interventi terapeutici guidati da programmi software di alta qualità e basati su evidenza scientifica

Telemedicina, Schillaci: «Lavoriamo alla creazione di una piattaforma nazionale»

«È stato pubblicato il decreto di ripartizione delle risorse fra le Regioni per potenziare l’assistenza domiciliare, che nel 2026 dovrà coprire almeno il 10% degli over 65. Allo stesso tempo, stiamo lavorando alla realizzazione della Piattaforma nazionale di Telemedicina, un progetto che pone l’Italia all’avanguardia nell’utilizzo dei fondi del Pnrr e che consentirà la gestione dell’erogazione dei servizi di telemedicina». Lo ha annunciato il ministro della Salute, Orazio Schillaci, intervenendo al convegno “Un nuovo paradigma di sanità  pubblica”. tenutosi nei giorni scorsi Roma.

Il Portale Nazionale per la telemedicina

«Anche il Portale Nazionale per la diffusione della telemedicina, gestito dal Ministero della Salute – ha aggiunto il ministro – avrà  un ruolo centrale di informazione e formazione per i cittadini, i professionisti sanitari e le imprese di settore, nonché  una funzione di monitoraggio dell’effettivo utilizzo della telemedicina nell’assistenza sanitaria su tutto il territorio nazionale».

Le terapie digitali

Accanto alla telemedicina c’è, però, anche la necessità di ampliare le terapie digitali, ovvero tecnologie che offrono interventi terapeutici guidati da programmi software di alta qualità e basati su evidenza scientifica allo scopo di prevenire o trattare condizioni fisiche, mentali e comportamentali. «Nel 2022, la Food and Drug Administration ha approvate, negli Usa, 90 nuove digital therapeutics, la maggior parte in ambito cardiovascolare e radiologico – ha sottolineato Schillaci-. Tali terapie – ha concluso il ministro – aprono scenari che meritano massima attenzione e giusta prudenza per bilanciare lo slancio fra le promesse della tecnologia e dell’intelligenza artificiale con la solidita’  delle necessarie evidenze scientifiche».

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Advocacy e Associazioni

Cirrosi epatica, i pazienti chiedono meno burocrazia e maggior accesso al teleconsulto

Nella nuova puntata di The Patient Voice, Ivan Gardini (EpaC Ets), Ilenia Malavasi (Affari Sociali) e Francesca Ponziani (Pol. Gemelli)
Politica

Liste d’attesa: nel decreto per abbatterle c’è anche la Carta dei diritti dei cittadini

Il Cup dovrà attivare un sistema di “Recall”. Il paziente che non si presenterà alla visita senza disdirla dovrà pagare la prestazione. Cambiano le tariffe orarie per ...
Politica

Liste di attesa addio? La risposta del Consiglio dei Ministri in due provvedimenti

Ieri il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente, Giorgia Meloni, e del Ministro della salute, Orazio Schillaci, ha approvato due provvedimenti, un decreto-legge e un disegno di legge, che i...
Salute

Tumori: boom di casi nei paesi occidentali. Cinieri (Aiom): “Prevenzione attiva per ridurre carico della malattia”

Nel 2024 negli USA, per la prima volta nella storia, si supera la soglia di 2 milioni di casi di tumore. Una crescita importante, comune a tutti i Paesi occidentali. Per Saverio Cinieri, presidente di...