Voci della Sanità 6 Aprile 2020

Tamponi, Cisl Medici Lazio: «Bene Raggi su screening per senza fissa dimora, ma non dimenticatevi dei sanitari»

«La Cisl Medici Lazio e di Roma Capitale/Rieti – dichiarano Luciano Cifaldi, segretario della Cisl Medici Lazio, e Benedetto Magliozzi, segretario della Cisl Medici di Roma Capitale/Rieti – esprime apprezzamento per la richiesta del sindaco di Roma di sottoporre al tampone per il Covid-19 le persone senza fissa dimora che si trovano nell’area della stazione […]

«La Cisl Medici Lazio e di Roma Capitale/Rieti – dichiarano Luciano Cifaldi, segretario della Cisl Medici Lazio, e Benedetto Magliozzi, segretario della Cisl Medici di Roma Capitale/Rieti – esprime apprezzamento per la richiesta del sindaco di Roma di sottoporre al tampone per il Covid-19 le persone senza fissa dimora che si trovano nell’area della stazione Tiburtina. Una iniziativa sulla quale grava il rischio di una “bomba sociale” ed epidemiologica ed una dichiarazione in linea con la storica solidarietà che permea il tessuto sociale della Capitale».

«Ci sembra però doveroso evidenziare, senza alcuno spirito polemico – continuano -, che ad oggi sono state rarissime le richieste e le iniziative concrete delle Autorità politiche relativamente alla necessità indifferibile di sottoporre al tampone i medici, gli infermieri, i tecnici e gli operatori sociosanitari. Se non di rischio bomba sociale in questo caso si può parlare di autentica “bomba sanitaria” ed epidemiologica pronta ad esplodere proprio tra coloro, ritenuti a torto o a ragione eroi, che si occupano in prima linea di garantire la piena assistenza ai malati Covid-19 ed a quelli non ancora accertati come tali ma che necessitano tuttavia di adeguate misure per il contenimento del contagio in fase di approccio e di adeguate cure mediche successive».

LEGGI ANCHE: AGGRESSIONI, CIFALDI (CISL MEDICI LAZIO): «SONO TORNATE BEN PRIMA DI QUANTO CI ASPETTASSIMO»

«I dati dimostrano, con buona pace di precedenti improvvide dichiarazioni di qualche presunto esperto, che proprio il personale sanitario è quello maggiormente a rischio di contagiarsi, di ammalarsi e di trasmettere a propria volta il virus. Il numero dei contagiati è drammaticamente alto».

«Chiediamo certezza negli idonei dispositivi di protezione, chiediamo l’esecuzione dei tamponi per tutto il personale che si occupa della assistenza ai cittadini e chiediamo a quanti ricoprono ruoli istituzionali di non tollerare in alcun modo eventuali tentativi di minimizzare il grave problema. Come medici non abbandoneremo mail la persona malata ma ci sentiamo abbandonati da chi dovrebbe darci gli strumenti per tutelare la nostra e la altrui salute nelle strutture dove siamo chiamati a garantire il nostro impegno professionale», concludono Cifaldi e Magliozzi.

Articoli correlati
La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia
Al 22 settembre, sono 31.328.238 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 964.839 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 21 settembre: Ad oggi in Italia il totale delle persone che hanno contratto il virus è di 299.506 (1.350 in più rispetto a ieri). 83.428 i […]
Covid-19, l’infettivologo: «Virus non è più debole, non abbassare la guardia»
Con il professor Luigi Toma, iscritto della Cisl Medici Lazio e consulente infettivologo aziendale dell’Ifo di Roma, chiariamo come stiamo convivendo con il Covid-19 oggi e come sarà il domani. Di certo, ciò che non possiamo sapere è quanto durerà questo nuovo stile di vita che abbiamo intrapreso dalla fine di febbraio di quest’anno. Professore, […]
di Vanessa Seffer, Uff. stampa Cisl Medici Lazio
Coronavirus, nell’ultima settimana +26% di ricoveri e +41% di terapie intensive
Nella settimana 9-15 settembre si stabilizza l’incremento dei nuovi casi, ma cala di oltre 58mila il numero dei tamponi. Il report di Gimbe
Contenziosi, aggressioni e assicurazioni: l’importanza della tutela legale in sanità
Mellacina (Cisl Medici Lazio): «I contenziosi sono in aumento, fondamentale tutela legale»
di Vanessa Seffer, Uff. stampa Cisl Medici Lazio
«Assessore D’Amato, ben fatto. Ma ora risponda a queste domande»
di Luciano Cifaldi, segretario generale Cisl Medici Lazio
di Luciano Cifaldi, segretario generale Cisl Medici Lazio
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 22 settembre, sono 31.328.238 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 964.839 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 21 settembre: Ad oggi in...
Formazione

Test di Medicina 2020, ecco come è andata: la cronaca dalle università di Roma, Firenze, Milano, Napoli e Bari

Oltre 66 mila candidati per 13.072 posti disponibili. Tra speranze, sogni, proteste e irregolarità, anche quest’anno il Test di medicina ha fatto parlare di sé. Pubblicate le risposte corrette al ...
Salute

Covid-19, studio italiano scopre meccanismo responsabile della morte dei pazienti in terapia intensiva

Lo studio, che vede come capofila il S. Orsola di Bologna, è stato pubblicato su “Lancet Respiratory Medicine” lo scorso 27 agosto