Voci della Sanità 28 Gennaio 2021 15:56

Social, Regimenti (Lega): «Servono nuove stringenti norme per tutelare minori in Rete»

«L’Europa intervenga per evitare che la Rete diventi sempre più una giungla ingestibile», l’appello dell’eurodeputata della Lega Luisa Regimenti

«Cyberbullismo, dipendenze online, pedopornografia, istigazione all’autolesionismo sono un pericolo costante per i minori, che devono essere quindi tutelati per poter fruire della Rete senza rischi. Serve una maggiore responsabilizzazione da parte di gestori di siti web e providers per favorire il controllo e la sorveglianza preventivi, nuove e più stringenti norme che possano rendere internet un luogo più sicuro». Così Luisa Regimenti, europarlamentare della Lega (Gruppo Identità e Democrazia), che sul tema ha presentato un’interrogazione scritta alla Commissione europea.

«Nei mesi scorsi – aggiunge– proprio la Commissione Ue aveva proposto una normativa provvisoria per consentire ai servizi di comunicazione di individuare più facilmente gli abusi sessuali, ma si tratta di una normativa incompleta e carente. Il legislatore, infatti, non ha considerato tutti quei casi in cui l’abuso sessuale è consumato direttamente online, ovvero, in cui il materiale pedopornografico è fornito direttamente dal minore, a seguito dell’instaurarsi di un rapporto di fiducia tra il predatore e la vittima».

«Purtroppo – prosegue Regimenti – il fenomeno della pedofilia ha assunto connotazioni sempre più gravi e preoccupanti, generando conseguenze drammatiche sulla vita dei minori e il numero di crimini che si consumano sul web sono purtroppo elevati e in costante crescita. I recenti fatti di cronaca, come la ‘influencer’ siciliana denunciata per istigazione al suicidio dalla Polizia Postale per un video pubblicato sul social network Tik Tok, confermano poi una tendenza pericolosa e più ampia, che deve essere arginata al più presto. L’Europa intervenga – conclude l’esponente leghista – per evitare che la Rete diventi sempre più una giungla ingestibile, dove chiunque può sfruttare le debolezze di bambini e ragazzi, aggravate dal distanziamento sociale e dall’isolamento forzato che le restrizioni contro la pandemia impongono”.

Articoli correlati
Vaccini, Regimenti (Lega): «Strategia lacunosa, Ue informi su negoziati con azienda Novavax»
L'eurodeputata della Lega ha presentato una interrogazione in cui chiede alla Commissione Ue «quali misure intende adottare per garantire la trasparenza delle negoziazioni dei contratti pubblici di acquisto dei vaccini» con la casa farmaceutica Novavax
Covid-19, Regimenti (Lega): «Dati Oms preoccupanti, Europa in ritardo»
«Gli Stati devono fare di più per sostenere la popolazione e tutelare i più deboli, per risollevare l’economia e gettare le basi di una concreta rinascita sociale» spiega l'europarlamentare della Lega in occasione del World Health Day
Covid-19, Regimenti (Lega): «Terapie intensive al collasso, Ue stanzi fondi per servizi domiciliari socio-assistenziali»
L'eurodeputata della Lega in una interrogazione alla Commissione Ue ha chiesto di avviare una sistematica raccolta di dati e la promozione di studi sulle terapie da somministrare ai pazienti
OMCeO Roma, Luisa Regimenti nominata presidente della Consulta medico-legale dell’Ordine
«Sarà un punto di riferimento per i professionisti del settore, che operano con grande attenzione e impegno nell’attuale complessità dell’emergenza pandemica» sottolinea Luisa Regimenti
Vaccino Covid, Regimenti (Lega): «Fondo indennizzo Ue e ‘scudo penale’ medici per gestire rischio»
L'europarlamentare della Lega, in una interrogazione presentata alla Commissione Ue, chiede di «allocare delle risorse per creare un meccanismo di rimborso per la tutela di pazienti e medici
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 16 aprile, sono 139.109.041 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 2.986.608 i decessi. Ad oggi, oltre 840,94 milioni di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata ...
Salute

Vaccini, mai più dosi avanzate: come funzionano le “liste di sostituti” in Lombardia, Lazio e Campania

Le chiamano "panchine", sono le liste straordinarie che le Regioni utilizzano per ottimizzare le dosi dopo l'ordinanza di Figliuolo. Ma chi rientra tra coloro che verranno contattati?
di Federica Bosco e Gloria Frezza
Salute

Terapia domiciliare anti-Covid, guida all’uso dei farmaci

Antivirali, antitrombotici, antibiotici e cortisone: facciamo chiarezza con gli esperti della SIMG (Società Italiana di Medicina Generale) ed il dirigente medico in Medicina Interna presso l&rs...