Voci della Sanità 1 Luglio 2020

San Raffaele, il 2 luglio presidio UGL Sanità alla Regione Lazio: «Difendiamo lavoro, diritti dignità»

«In ballo c’è la salvaguardia dei posti di lavoro e il rispetto dei diritti di tanti lavoratori dell’intero Gruppo San Raffaele» spiegano Gianluca Giuliano, Segretario UGL Sanità, e Valerio Franceschini, UGL Sanità Roma

«Al fianco dei lavoratori del Gruppo San Raffaele, per difendere i posti di lavoro, i diritti, la dignità. Per questo motivo il 2 Luglio l’UGL Sanità, a partire dalle ore 9.30, sarà presente con un presidio di fronte al Consiglio Regionale del Lazio, in Via della Pisana». È quanto si legge in una nota dell’UGL Sanità di Roma.

«Lo avevamo detto pochi giorni fa- dichiarano il segretario nazionale UGL Sanità, Gianluca Giuliano e il segretario provinciale UGL Sanità di Roma, Valerio Franceschini – che il tempo delle parole era ormai esaurito. Le istituzioni tacciono, nonostante le nostre richieste di incontro, e la situazione diventa sempre più drammatica. Le vicende della struttura di Rocca di Papa, con l’avvio della procedura di licenziamento per circa 150 lavoratori e la mancata applicazione di ammortizzatori sociali, ha avuto anche l’attenzione della Rai. Ma se saremo di fronte al Consiglio Regionale è perchè nulla di concreto è stato fatto. In ballo c’è la salvaguardia dei posti di lavoro e il rispetto dei diritti di tanti lavoratori dell’intero Gruppo San Raffaele: a alcuni di loro, per il calo delle prestazioni effettuate nell’emergenza per la pandemia, sono state imposte arbitrariamente ferie forzate e, nel caso di esaurimento delle stesse, la collocazione in aspettativa non retribuita. È un autentico gioco al massacro cui l’UGL Sanità si oppone con forza. Chiediamo che la Regione Lazio ascolti la nostra voce per poter aprire un tavolo che scongiuri licenziamenti e ulteriori azioni nei confronti di tanti lavoratori. In assenza di risposte e di mosse concrete la nostra protesta non si fermerà».

Articoli correlati
Strascichi psichiatrici per più di metà dei guariti da Covid-19, i risultati di uno studio italiano
Le più colpite sono le donne, in cui gli straschichi psichiatrici sono più forti: depressione, ansia e insonnia. Tra le causa risposta immuntaria e stress
Sanità privata, Paolo Capone (Segretario UGL): «Inaccettabile mancata ratifica del contratto che tutela gli operatori del settore»
«Non è accettabile che dopo 14 anni di trattative resti ancora in bilico la definizione del rinnovo contrattuale CCNL sanità privata Aiop–Aris. È un comportamento inaccettabile che coinvolge oltre 100mila lavoratori che, al pari dei loro colleghi del settore sanitario pubblico, sono stati preziosi per affrontare l’emergenza Covid-19. Nonostante tutto, viene loro negato il diritto […]
Sanità privata, UGL: «Non disperdere gli accordi della pre-intesa. Ora responsabilità»
In base alla pre-intesa siglata il 10 giugno il contratto doveva essere stipulato entro il 30 luglio. «Noi come sindacato saremo garanti dei diritti degli operatori coinvolti, che attendono questa firma da 14 lunghissimi anni. Per tale ragione ci riserviamo, qualora in tempi brevi non si arrivi all’auspicata soluzione, di intraprendere qualunque iniziativa a tutela dei lavoratori» spiega il Segretario UGL Sanità Gianluca Giuliano
Sanità privata, accordo tra UGL e Regione Lazio per salvaguardia occupazionale
Il protocollo prevede l’insediamento di una Cabina di Regia, con gli Assessorati alla Salute e al Lavoro. Valiani e Giuliano (UGL): «Revochiamo presidio al Consiglio regionale ma non abbassiamo la guardia»
Dati Inail, Giuliano (UGL Sanità): «Non sia vano il sacrificio del personale sanitario»
«L’assenza di un piano pandemico aggiornato nella prima fase dell'emergenza di dispositivi di protezione ha fatto sì che il personale sanitario abbia pagato a caro prezzo e sulla propria pelle la lotta al virus» sottolinea il Segretario UGL Sanità Gianluca Giuliano
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 5 agosto, sono 18.543.662 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 700.714 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 5 agosto: nell’ambito del ...
Contributi e Opinioni

«Contro il Covid non fate come noi. Non sta funzionando». La lettera di 25 scienziati e medici svedesi

Un gruppo di 25 scienziati e medici dalla Svezia scrive una lettera su Usa Today al resto del mondo: «La strategia "soft" non funziona, abbiamo perso troppe vite»
di 25 dottori e scienziati svedesi
Lavoro

SIMG, appello ai Ministri Azzolina e Speranza: «Utilizziamo i medici in pensione nelle scuole»

«Una eccezionale risorsa professionale totalmente inutilizzata, professionisti esperti e perfettamente formati con esperienza ultratrentennale, ben aggiornati e spesso in prima linea su Covid-19», s...