Voci della Sanità 19 Febbraio 2022 11:08

Ristori a medici colpiti da Covid, Avano (Ass. Medici a mani nude): «Vadano a figli e coniugi senza distinzioni»

«Ora ci auguriamo si vada avanti con accordo di tutte le forze politiche nel più veloce tempo possibile per erogare ristori equi a figli, mogli e mariti e riconoscere il valore dei medici deceduti come vittime del dovere» afferma il Presidente dell’associazione che riunisce i familiari di MMG e pediatri di libera scelta deceduti per Covid

«L’annuncio del ministro della Salute, Roberto Speranza di un fondo di 15 milioni per ristori a medici ci fa ben sperare. Finalmente lo Stato torna a farsi sentire porgendo una mano e offrendo un sostegno concreto ai figli, alle mogli e ai mariti dei medici deceduti per Covid 19», è quanto afferma Gennaro Avano, Presidente di “Medici a mani nude”, associazione no profit che riunisce e familiari di Medici di Medicina Generale e Pediatri di Libera Scelta deceduti a seguito di contagio da Covid-19.

«Apprezziamo il tempismo con cui, a seguito della bocciatura del disegno di legge a firma della senatrice Cantù, il Governo ha sollevato la questione dei medici contagiati e deceduti nell’esercizio delle loro funzioni. Esprimiamo la nostra gratitudine al Presidente della Fnomceo, la Federazione nazionale degli Ordini dei Medici, Dott. Filippo Anelli, che ci ha affiancati umanamente e materialmente perorando la nostra causa. Ringraziamo il ministro Roberto Speranza e la ministra Elena Bonetti per aver sollevato la questione in CdM. Ora ci auguriamo si vada avanti con accordo di tutte le forze politiche nel più veloce tempo possibile per erogare ristori equi a figli, mogli e mariti e riconoscere il valore dei medici deceduti come vittime del dovere»

Articoli correlati
Covid, Medici a Mani Nude: «Non basta una data per onorare sacrificio. Ora subito ristori alle famiglie dei medici deceduti»
L'associazione che riunisce i famigliari dei medici di medicina generale e pediatri di libera scelta deceduti nel corso della pandemia chiede il varo del decreto attuativo del fondo per i ristori varato in Consiglio dei ministri
“Medici a mani nude”, i familiari dei MMG deceduti per Covid si uniscono: «Lo Stato garantisca le giuste tutele»
A differenza dei medici ospedalieri, ai MMG e ai pediatri di libera scelta il Covid non viene riconosciuto come infortunio sul lavoro. Il presidente Avano: «Alle istituzioni chiediamo di tutelare questa categoria di medici che durante la pandemia ha avuto un ruolo importante». A loro la solidarietà del presidente FNOMCeO Anelli
di Francesco Torre
“Medici a mani nude”: nasce l’associazione che unisce familiari di MMG e pediatri di libera scelta deceduti per Covid-19
L'associazione nei prossimi giorni si interfaccerà con tutte le forze politiche per richiedere tavoli di discussione sugli emendamenti al Disegno di legge 2350 su “Interventi finalizzati a garantire un giusto ristoro in favore dei medici deceduti o che hanno riportato lesioni o infermità di tipo irreversibile a causa dell’infezione da SARS-CoV-2”
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Dalla Redazione

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Ad oggi, 7 dicembre 2022, sono 646.415.951 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.644.903 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I casi in Italia L’ultimo bollettino di...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono gli effetti collaterali della quarta dose?

Gli effetti collaterali dell'ultimo richiamo di Covid-19 sono simili a quelli associati alle dosi precedenti: un leggero gonfiore o arrossamento nel punto di iniezione, stanchezza e mal di testa
Covid-19, che fare se...?

Che differenze ci sono tra i sintomi del Covid e quelli dell’influenza?

Da quando Omicron è diventata la variante dominante è più difficile riuscire a distinguere l'infezione Covid-19 da una normale influenza. Ci sono solo lievi differenze fra le due ...