Voci della Sanità 2 Agosto 2021 16:48

Reti di riabilitazione, FNO TSRM PSTRP: «Esclusi 100mila professionisti da stesura, Conferenza delle regioni ci coinvolga»

La Conferenza delle Regioni, lo scorso 29 luglio, stava per approvare le “Linee di indirizzo per l’individuazione dei percorsi appropriati nella rete di riabilitazione”. Peccato, però, che le professioni sanitarie di area riabilitativa, regolamentate e ordinate all’interno della FNO TSRM PSTRP (podologi, logopedisti, fisioterapisti, ortottisti, TNPEE, TeRP, terapista occupazionale ed educatore professionale) non siano state […]

La Conferenza delle Regioni, lo scorso 29 luglio, stava per approvare le “Linee di indirizzo per l’individuazione dei percorsi appropriati nella rete di riabilitazione”. Peccato, però, che le professioni sanitarie di area riabilitativa, regolamentate e ordinate all’interno della FNO TSRM PSTRP (podologi, logopedisti, fisioterapisti, ortottisti, TNPEE, TeRP, terapista occupazionale ed educatore professionale) non siano state coinvolte nella stesura. Per questo, pere evitare che “100mila professionisti vengano esclusi”, la Presidente della Federazione, Teresa Calandra, ha formalmente chiesto che il punto all’ordine del giorno della conferenza sia rinviato.

«A seguito della recente segnalazione da parte della Commissione di albo nazionale dei Fisioterapisti, la scrivente Federazione nazionale degli Ordini dei Tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione (FNO TSRM e PSTRP) è venuta a conoscenza della discussione in atto riferita all’oggetto. Si rende noto che gli Ordini professionali agiscono quali enti sussidiari dello Stato con funzione di garanzia sociale e di tutela per il corretto esercizio di attività professionali in cui sono coinvolti interessi pubblici. In forza delle attribuzioni affida loro in tema di tutela degli interessi pubblici, garantiti dall’ordinamento, connessi all’esercizio professionale, si ritiene di dover evidenziare, con estremo rammarico, che il documento recante “Linee di indirizzo per la individuazione dei percorsi appropriati nella rete di riabilitazione” non ha visto il formale coinvolgimento di alcuna delle professioni sanitarie di area riabilitativa, regolamentate e ordinate all’interno della FNO TSRM PSTRP».

«Ribadendo – continua la lettera inviata a – come l’iter non abbia visto il coinvolgimento formale delle rappresentanze istituzionali dei professionisti sanitari di area riabilitativa, si evidenzia che alcuni contenuti del predetto documento fanno riferimento a concezioni piuttosto datate in tema di organizzazione ed erogazione delle cure e di collaborazione/interazione tra i diversi professionisti in esse coinvolti. Si rende, pertanto necessaria una revisione con la doverosa partecipazione di tutti i professionisti coinvolti nei processi a cui il documento si riferisce.
Auspicando, dunque, un celere quanto doveroso processo di confronto, ci preme sottolineare la necessità di adeguare il documento ai più avanzati modelli di risposta ai bisogni di salute, anche di tipo riabilitativo, in maniera coerente con quanto indicato dalla missione 6 – salute del PNRR, nonché dai primi documenti di indirizzo che stanno impegnando gli enti del Sistema sanitario nazionale, anche alla luce di quanto emerso durante la pandemia.

Articoli correlati
FNOPO e FNO TSRM e PSTRP insieme per celebrare il “World Patient Safety Day”: impegno comune per cure sicure e di qualità
Il 17 settembre si celebra la Giornata nazionale per la sicurezza delle cure e della persona assistita, già “World patient safety day”, giunta alla sua terza edizione nazionale. Nata per sottolineare che la sicurezza delle cure è parte costitutiva del diritto alla salute, come riporta l’art.1 della legge 24 del 2017, questa giornata è stata […]
Tecnici della prevenzione nei luoghi di lavoro, Di Giusto (TPALL): «All’appello ne mancano 1400»
Il Presidente della Commissione d’Albo nazionale dei Tecnici della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro commenta l’aumento degli infortuni e i fatti che hanno funestato l’estate: «Morti bianche dovute non solo a carenze organizzative e di processo, ma anche culturali e formative, e, non di meno, da carenze strutturali dovute agli impianti normativi»
FNO TSRM PSTRP, avviata interlocuzione con Ministero del Lavoro per una Cassa previdenziale
In previsione del prossimo incontro con il Ministero la FNO TSRM PSTRP lavorerà per predisporre un piano di sostenibilità economica attuariale e per definire l’iter tecnico, come previsto dalla norma
La FNO TSRM PSTRP presenta la Costituzione Etica. Speranza: «Contributo alla creazione di un orizzonte comune»
I 48 articoli del testo creano una base valoriale comune per le 19 professioni sanitarie afferenti alla FNO TSRM PSTRP. Il Ministro della Salute annuncia: «La Consulta delle professioni sanitarie avrà un ruolo nella definizione della sanità del futuro». Da Persona a Privacy, ecco il decalogo
Laboratorio 20/30, FNO TSRM PSTRP protagonista. Calandra: «Nostra esperienza ha contribuito a ripensamento sistema salute»
La FNO TSRM e PSTRP è stata presente con i propri delegati, Francesco Della Gatta, Laila Perciballi, Massimo Scarpetta e Massimo Tosini, che hanno partecipato a diversi tavoli di lavoro
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 16 settembre, sono 226.391.916 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.659.920 i decessi. Ad oggi, oltre 5,78 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Salute

Aumentano i contagi tra i sanitari: 600% in più in un mese, l’84% sono infermieri

La presidente FNOPI Mangiacavalli interpreta i dati dell'ISS. Anche nel Regno Unito gli studi confermano che la protezione dall'infezione si riduce dopo 5 mesi dalla seconda dose per Pfizer e AstraZen...
Covid-19, che fare se...?

Chi ha diritto alla certificazione di esenzione dal vaccino anti Covid-19?

Il vademecum della SIMG, in collaborazione con ministero della Salute e Istituto Superiore di Sanità, sui casi particolari in cui la vaccinazione contro il Covid-19 è controindicata o ri...