OMCeO, Enti e Territori 4 aprile 2017

A Pisa tecnologie all’avanguardia per San Rossore Breast Unit, centro per salute del seno

È la salute del seno in ogni sua sfaccettatura l’obiettivo della Breast Unit istituita presso la Casa di Cura San Rossore di Pisa e inaugurata lo scorso 29 marzo. Un team di medici altamente specializzato che può contare su tecnologie all’avanguardia accompagnerà la donna in un percorso personalizzato e multidisciplinare volto a prevenire e curare […]

È la salute del seno in ogni sua sfaccettatura l’obiettivo della Breast Unit istituita presso la Casa di Cura San Rossore di Pisa e inaugurata lo scorso 29 marzo. Un team di medici altamente specializzato che può contare su tecnologie all’avanguardia accompagnerà la donna in un percorso personalizzato e multidisciplinare volto a prevenire e curare tutte le patologie e problematiche legate al seno, ponendo ovviamente particolare attenzione ai tumori alla mammella. «Sono certo che l’impegno e le risorse che hanno permesso la nascita di questa realtà daranno ottimi frutti a favore della salute delle donne», ha affermato il Dottor Alberto Luini, chirurgo senologo della San Rossore Breast Unit.

Si calcola che, nel corso della vita, una donna su 8 si ammali di tumore al seno, spesso conseguenza non solo dell’aumento dell’età e della familiarità ma anche di fattori quali fumo, alcol e obesità. Ma grazie alle nuove tecnologie diagnostiche e al progresso delle terapie e delle cure, la percentuale di guarigioni è aumentata notevolmente, soprattutto in centri all’avanguardia come Breast Unit: si stima infatti che la percentuale di donne che superano la malattia e che si rivolgono a centri specializzati è più alta del 18% rispetto a coloro che si rivolgono a centri più generici.

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Diritto

Ex specializzandi, 16 miliardi a rischio per le casse dell’erario. Arriva Ddl per accordo Governo e camici bianchi

C’è una bomba ad orologeria nelle casse pubbliche: la vertenza tra gli ex specializzandi ’78-2006 e lo Stato. Gli aventi diritto ammontano a oltre 110mila medici e il contenzioso costerà all’e...
Formazione

ECM e validazione delle competenze mediche: più spazio alla professione. Lavalle (Agenas): «Ecco come funzionerà»

«Dare un valore all’apprendimento non certificato è utile stimolo per professionista» così Franco Lavalle, vicepresidente OMCeO Bari e membro dell’Osservatorio Nazionale del’ Age.na.s
Professioni Sanitarie

Professioni sanitarie, Beux (TSRM e PSTRP): «Ordine favorirà qualità. Ora servono decreti attuativi»

Inizia a prendere vita il nuovo ordine istituito nella scorsa legislatura. 33mila i professionisti già censiti ma se ne stimano 230-240mila