OMCeO, Enti e Territori 29 Gennaio 2019

Ostetriche, Fnopo: «Incontro con rappresentanti politici della Regione Abruzzo bel segnale della politica»

«Come rappresentanti nazionali della Professione Ostetrica abbiamo ritenuto importante sostenere la richiesta dei presidenti degli Ordini provinciali della Regione Abruzzo, Cinzia Di Matteo (Chieti), Federica Sisani (L’Aquila), Annarita Lanciotti (Pescara) e Allegrina Di Giorgio (Teramo) affinché vi fosse un incontro regionale con i politici locali l’Assessore regionale alla Sanità, Silvio Paolucci, il Direttore dell’Agenzia Sanitaria […]

«Come rappresentanti nazionali della Professione Ostetrica abbiamo ritenuto importante sostenere la richiesta dei presidenti degli Ordini provinciali della Regione Abruzzo, Cinzia Di Matteo (Chieti), Federica Sisani (L’Aquila), Annarita Lanciotti (Pescara) e Allegrina Di Giorgio (Teramo) affinché vi fosse un incontro regionale con i politici locali l’Assessore regionale alla Sanità, Silvio Paolucci, il Direttore dell’Agenzia Sanitaria Regionale, Alfonso Mascitelli e il Direttore della Clinica Ostetrica di Chieti, Marco Liberati, per parlare dell’assistenza sanitaria offerta da parte delle ostetriche». È quanto affermano le componenti del Comitato centrale della Federazione Nazionale degli Ordini della Professione di Ostetrica commentando l’incontro che si è svolto presso il Dipartimento Salute della Regione Abruzzo al quale hanno preso parte, per la FNOPO, la presidente Maria Vicario e la tesoriera Cinzia Di Matteo.

«In particolare, l’incontro ha rappresentato l’opportunità privilegiata di presentare, anche in queste sede, il modello monoprofessionale ostetrico che gli attuali vertici della FNOPO hanno inserito nella propria agenda politica, collocandolo tra i punti più importanti» spiegano. «Come presidente dell’Ordine di Chieti e come componente della Federazione sono contenta che i rappresentanti politici della mia Regione abbiano dimostrato tanta sensibilità sul tema – ha commentato la dottoressa Cinzia Di Matteo, tesoriera FNOPO, a margine dell’incontro odierno -. Spero che questo incontro rappresenti un punto di partenza per l’implementazione del modello monoprofessionale ostetrico che prevede la presenza di ostetriche come professioni sanitarie nell’area ginecologico-ostetrica, il potenziamento delle attività ostetriche a livello territoriale e quindi una maggior sicurezza nei punti nascita, dove le ostetriche possono affrontare e gestire con professionalità e competenza le emergenze ostetriche. Si tratta pertanto di un’assistenza di qualità per le tutte le donne in una regione che, vogliamo sottolineare, sta ancora affrontando, anche in ambito sanitario, le conseguenze degli ultimi terremoti che l’hanno colpita».

Soddisfatta anche la presidente FNOPO, Maria Vicario: «Siamo certe che, anche alla luce del memorandum che abbiamo inoltrato all’assessore regionale alla Sanità, Silvio Paolucci, potrà esserci un proficuo lavoro che potremo portare avanti sinergicamente come Federazione, politica regionale e Ordini professionali provinciali locali. Il tutto allo scopo di dare maggiore continuità assistenziale nella rete territorio-ospedali» ha concluso.

 

Articoli correlati
Circoncisione, FNOPO: «Necessario regolamentare la pratica all’interno del SSN»
FNOPO: «Quanto accaduto evidenzia la necessità di regolamentare questa pratica all’interno del Sistema sanitario nazionale ed evitare così esiti infausti, nei quali le vittime sono piccole vite»
Responsabilità sanitaria, Fnopo: «Giornata storica la firma dell’Accordo con il Consiglio Superiore Magistratura e il Consiglio Nazionale Forense»
«La firma dell’accordo con il CSM e il CNF è un risultato che potremmo definire quasi storico – commentano i vertici FNOPO - . Sono stati mesi di confronto attento e incessante che ha avuto sempre un solo obiettivo: garantire al sistema giudiziario, ai professionisti coinvolti in contenziosi e ai cittadini che reputano di aver subìto un danno, la migliore assistenza di qualità e imparzialità»
Autonomia differenziata, Vicario (FNOPO): «Nascere al Nord o al Sud ha già esiti diversi. Non peggioriamo le cose»
La presidente delle ostetriche sulle prossime battaglie dell’Ordine: «Con l’ostetrica di famiglia e di comunità evitiamo che in ospedale arrivino bisogni di salute che possono essere trattati sul territorio»
FNOPO e TSRM PSTRP presentano accordo con il CSM su albi periti e consulenti tecnici
Il prossimo 12 marzo la Federazione degli Ordini della Professione di Ostetrica (FNOPO) e la Federazione degli Ordini dei Tecnici Sanitari di Radiologia Medica e delle Professioni Sanitarie Tecniche, della Riabilitazione e della Prevenzione (FNO TSRM PSTRP) firmeranno l’Accordo con il Consiglio Superiore della Magistratura e il Consiglio Nazionale Forense per l’armonizzazione dei criteri e delle procedure di formazione […]
Allattamento al seno: carente la formazione per il personale. Vicario (FNOPO): «Promuovere percorsi adeguati per professionisti di ogni ordine e grado»
«Sostenere l’allattamento materno significa garantire personale sanitario preparato, necessari percorsi formativi e una rete locale di professionisti competenti», ha affermato la presidente della Federazione Nazionale degli Ordini della Professione Ostetrica
di Lucia Oggianu
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Equivalenza titoli, TAR Lazio accoglie ricorso ANEP. L’avvocato Croce (Consulcesi & Partners): «Risultato apre strada anche alle altre figure»

Questo provvedimento impone l’avvio di iniziative dirette a far sì che si proceda all’individuazione dei criteri e delle modalità per il riconoscimento dell’equivalenza dei titoli conseguiti c...
Lavoro

Massofisioterapisti e fisioterapisti: uguali o diversi? La posizione di Beux (TSRM e PSTRP)

Alessandro Beux (TSRM e PSTRP): «Iscrizione solo per quelli che hanno conseguito titolo prima 1999»
Formazione

Il presidente del Parlamento Ue Antonio Tajani: «Formazione obbligatoria ECM, l’Europa vigila e premia solo chi si aggiorna»

ESCLUSIVA | Il Presidente dell’Europarlamento, in visita a Roma al Gruppo Consulcesi, si è schierato al fianco dei medici che attendono la remunerazione della specializzazione: «Lo Stato deve semp...