Voci della Sanità 25 Giugno 2021 16:58

Osteopatia, De Poli (Udc): «Riconoscimento non rimanga a metà, ora definire programma di formazione»

In un video-messaggio al VI Congresso del ROI (Registro Osteopati italiani) De Poli ha messo in evidenza «l’importanza della funzione degli osteopati per la tutela della salute dei cittadini»

«Sono oltre 24 milioni gli italiani che attualmente convivono con malattie croniche. Secondo l’Oms, l’80% della spesa pubblica per la salute è indirizzata a cure e gestione di questo tipo di pazienti. L’osteopatia può rappresentare un valido sostegno al sistema sanitario nella sfida alla cronicità ma a patto che gli italiani possano accedere ai trattamenti sanitari degli osteopati al pari delle altre professioni sanitarie. Su questo fronte, molto è stato fatto (l’approvazione della legge n.3/2018 nella scorsa legislatura) ma molto rimane ancora da fare». È quanto ha affermato il senatore UDC Antonio De Poli in un video-messaggio al VI Congresso del ROI (Registro Osteopati italiani).

«Il riconoscimento professionale dell’osteopata non può e non deve rimanere a metà – ha messo in evidenza De Poli -. La legge ha riconosciuto, infatti, gli osteopati come professionisti della salute e, pertanto, è stato compiuto un passo in avanti. Ora la parola spetta al MIUR (Ministero dell’Istruzione) e al CUN (Consiglio universitario nazionale). È indispensabile procedere ora alla definizione del programma di formazione universitaria», ha concluso De Poli che ha messo in evidenza «l’importanza della funzione degli osteopati per la tutela della salute dei cittadini».

Articoli correlati
Osteopatia, gli italiani chiedono regolamentazione della professione e corso di studi ad hoc
Al Congresso ROI 2022 a Napoli il punto su percorsi accademici e tirocini formativi, equipollenze ed inserimento nei LEA
Osteopatia, dal 18 al 24 aprile il progetto CronOs 2022 con prime visite gratuite per pazienti long Covid
Obiettivo del progetto promosso dal Registro Osteopati d'Italia è quello di informare i cittadini sul supporto che l’osteopatia può offrire ai pazienti che presentano disturbi cronici
Malattie rare, il testo unico è legge. Sileri: «Ora al lavoro su decreti attuativi»
Il testo è stato approvato all'unanimità in sede deliberante dalla Commissione Igiene e Sanità del Senato. Le reazioni
Osteopati, Sciomachen (ROI): «Dopo il profilo professionale, attendiamo istituzione del percorso universitario»
La presidente del ROI: «Stabilita la modalità di equipollenza dei titoli ogni tassello sarà al suo posto ed anche gli osteopati potranno ambire ad un ruolo nel Sistema sanitario nazionale, contribuendo soprattutto alla gestione dei malati cronici»
di Isabella Faggiano
Sanità, De Poli (Udc): «Governo intervenga su carenza medici e anestesisti, valutare specializzandi in corsia per fronteggiare emergenza»
«L’allarme sulla carenza di medici e anestesisti lanciato dal presidente Domenico Crisarà, presidente dell’Ordine dei medici di Padova, è l’ennesimo SOS che arriva dal mondo di chi lavora nelle corsie. Da anni questa denuncia è rimasta inascoltata e oggi ne paghiamo le conseguenze. La pandemia ha messo in evidenza ciò che noi, purtroppo, denunciamo da […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 23 settembre 2022, sono 614.093.002 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.533.948 i decessi. Ad oggi, oltre 12.25 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata ...
Covid-19, che fare se...?

Se risulto negativo al test ma ho ancora i sintomi posso contagiare gli altri?

Sintomi come febbre e tosse possono durare più della positività al test antigenico rapido. Gli scienziati si stanno interrogando quindi sulla durata della contagiosità. L'ipotesi ...
Covid-19, che fare se...?

Quanto durano i sintomi del Long Covid?

La durata dei sintomi collegati al Long Covid può essere molto variabile: si va da qualche settimana fino anche a 24 mesi