Voci della Sanità 19 Dicembre 2017 16:59

OMCeO Roma, neopresidente Magi: «Ordine diventerà punto di riferimento per tutti i medici»

«Queste votazioni per l’Ordine di Roma, il più grande d’Italia e di tutta Europa sono state una grande prova d’unità del gruppo della lista “Medici Uniti”» dichiara Antonio Magi, Segretario generale del SUMAI fresco della nomina alla presidenza dell’Ordine dei Medici di Roma. «Ora si tratta di realizzare il nostro programma – prosegue il neopresidente – […]

«Queste votazioni per l’Ordine di Roma, il più grande d’Italia e di tutta Europa sono state una grande prova d’unità del gruppo della lista “Medici Uniti”» dichiara Antonio Magi, Segretario generale del SUMAI fresco della nomina alla presidenza dell’Ordine dei Medici di Roma. «Ora si tratta di realizzare il nostro programma – prosegue il neopresidente – di cui uno dei punti più innovativi è nominare, in ogni ASL un delegato dell’Ordine, a tutela sia della salute dei cittadini che della nostra deontologia professionale. Dovremo poi creare tutti quei servizi che faranno dell’Ordine un punto di riferimento costante per tutti i medici, per qualsiasi problema. E vogliamo creare un Osservatorio giovani, per aiutare i giovani colleghi nella ricerca del lavoro: questo, in vista anche di quella stabilizzazione dei precari, e assunzione di nuovi operatori della sanità, a cui s’è impegnato, ultimamente, il Presidente della Giunta regionale, Zingaretti».

«Facciamo gli auguri al neo Presidente Magi, al Vicepresidente con delega nazionale per la FNOMceO, Bartoletti, e a tutta la squadra che compone la nostra lista» interviene il Professore Foad Aodi, rieletto per la quarta volta al Consiglio Direttivo dell’Ordine dei Medici e Odontoiatri di Roma e nominato una legislatura come Consigliere della Fondazione dello stesso Ordine. «I problemi da affrontare sono tanti – prosegue il Professor Aodi, anche Presidente dell’Associazione Medici di Origine Straniera in Italia (AMSI) e fondatore del Movimento internazionale, interculturale e interprofessionale – dalla lotta alla disoccupazione, alla sottoccupazione e al precariato dei medici, specialmente giovani, al fenomeno crescente e sempre più preoccupante della medicina difensiva, alla necessaria riqualificazione della professione medica, ad una, altrettanto necessaria, distribuzione dei medici nei vari presìdi sanitari del Lazio. Tutti hanno dimostrato serietà, responsabilità, compattezza».

Articoli correlati
Omceo Roma, approvato il conto consuntivo 2021 e bilancio preventivo 2022
L’Assemblea dell’Ordine ha approvato ad ampia maggioranza il conto consuntivo 2021 e il bilancio preventivo 2022
1.200 mmg in meno in 3 anni, De Lillo (OMCeO Roma) lancia l’allarme e chiede al Lazio la graduatoria 2021
Il vicepresidente dell'Omceo Roma lancia quindi un appello alla Regione: «Noi chiediamo all'assessorato di pubblicare la graduatoria del bando 2021, per capire quanti colleghi possono essere sul campo nel concreto»
La sanità si interroga sul rapporto tra medicina e tecnologia: quale il ruolo del professionista del futuro?
Alla presentazione della piattaforma dell’Enpam Tech2Doc i rappresentanti dei camici bianchi si sono confrontati sulla relazione tra macchine e camici. Ma in ogni caso, saranno fondamentali la formazione e l’aggiornamento continuo del personale sanitario
Formazione ECM, Magi (OMCeO Roma): «Fino al 31 dicembre per mettersi in regola»
Il Presidente dell’Ordine dei medici della Capitale conferma ai microfoni di Sanità Informazione l’importanza dell’aggiornamento professionale e auspica un continuo aumento della qualità dell’offerta. E avverte: «Preciso compito degli Ordini vigilare e nel caso applicare sanzioni»
Case della salute, PNRR e attenzione alle professioniste. La nuova sanità secondo Sumai-Assoprof
Ai microfoni di Sanità Informazione, il Segretario Generale Antonio Magi spiega qual è la strada da percorrere e cosa deve cambiare per rafforzare il sistema salute italiano: «È servita una pandemia per ragionare sui cambiamenti ma non vorrei che proprio dopo una pandemia ci dovessimo ritrovare senza un Servizio sanitario nazionale»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 1° luglio, sono 547.500.575 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.335.874 i decessi. Ad oggi, oltre 11,74 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dall...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono i sintomi della variante Omicron BA.5 e quanto durano?

La variante Omicron BA.5 tende a colpire le vie aeree superiori, causando sintomi lievi, come naso che cola e febbre. I primi dati indicano che i sintomi durano in media 4 giorni
Covid-19, che fare se...?

Negativo con i sintomi, quando posso ripetere il test?

Capita sempre più spesso che una persona con i sintomi del Covid-19 risulti negativa al primo test. Con Omicron sono stati segnalati più casi di positività ritardata. Meglio ripet...