OMCeO, Enti e Territori 10 aprile 2018

Nursing Up, previsti disagi e blocco attività per sciopero infermieri 12 e 13 aprile

Grande mobilitazione degli infermieri italiani a due giorni dallo sciopero di 48 ore del 12 e 13 aprile indetto dai sindacati di categoria dopo la mancata firma del Ccnl comparto Sanità: sono previsti disagi su tutto il territorio nazionale in ospedali, ambulatori e Asl, nell’erogazione dei servizi sanitari e amministrativi. Lo fa sapere Nursing Up […]

Grande mobilitazione degli infermieri italiani a due giorni dallo sciopero di 48 ore del 12 e 13 aprile indetto dai sindacati di categoria dopo la mancata firma del Ccnl comparto Sanità: sono previsti disagi su tutto il territorio nazionale in ospedali, ambulatori e Asl, nell’erogazione dei servizi sanitari e amministrativi. Lo fa sapere Nursing Up in una nota stampa, in cui la sigla autonoma avverte che saranno comunque garantiti, come prevede la normativa vigente, i servizi minimi essenziali.

Alcune manifestazioni accompagneranno la protesta: è previsto davanti all’ospedale San Martino di Genova un presidio di infermieri il 12 aprile dalle 7.30 alle 10, mentre il giorno dopo si sposterà di fronte alla Prefettura, dove alle 12 chiederà di essere ricevuto dalle autorità per consegnare il documento con le ragioni dello sciopero. Sempre il 13 aprile è in programma a Torino un corteo che cingerà d’assedio idealmente uno dei più grandi nosocomi del Piemonte, Le Molinette, dove interverrà il presidente del sindacato Nursing Up, Antonio De Palma. Mentre a Trento il contestato rinnovo contrattuale del comparto sarà al centro della discussione presso l’Auditorium dell’ospedale S. Chiara dalle 14.30 alle 17, per trasferirsi l’indomani
nell’Aula Magna dell’ospedale S. Maria del Carmine.
Ma le iniziative non finiscono qui. Proseguono le assemblee degli attivisti per discutere delle criticità del nuovo contratto firmato da Cgil, Cisl e Uil, e delle elezioni delle RSU che si svolgeranno il 17, 18 e 19 aprile prossimi. Tra le rivendicazioni degli infermieri: dignità professionale, un contratto che rispetti l’evoluzione della professione, regole che supportino la declinazione operativa delle potenzialità professionali, pari opportunità tra i professionisti della salute e un riconoscimento economico congruo alle responsabilità. Dopo le riunioni tenute in ogni città italiana, ora gli infermieri si danno appuntamento a:

  •  Milano, il 10 aprile dalle 8 alle 10 presso l’IRCCS Policlinico di Milano e dalle 14,30 alle 16,30 presso l’ASST Santi Paolo e Carlo, P.O. San Paolo;
  • Verbania, il 10 aprile assemblea dalle 13 alle 15 presso il presidio Ospedaliero di Verbania;
  • Rossano, il 10 aprile assemblea dalle 12 presso l’Ospedale Civile Nicola Giannettasio;
  • Cremona, il 10 aprile ‘banchetto comparto Sanità’ dalle 13 alle 16 all’ASST Cremona;
  • Savona, il 10 aprile ‘banchetto comparto Sanità’ dalle 14.30 alle 16 presso la ASL di Savona;
  • Padova, l’11 aprile assemblea dalle 11 alle 13 all’Azienda Ospedaliera di Padova;
  • Genova, l’11 aprile assemblea dalle 12 alle 14 presso Ospedali Galliera;
  • Borgosesia, l’11 aprile assemblea dalle 10 alle 12 presso la ASL di Presidio Santi Pietro e Paolo;
  • Vercelli, l’11 aprile assemblea dalle 13 alle 15 presso il presidio di Vercelli;
  • Frascati, l’11 aprile assemblea dalle 13 alle 15 presso la ASL Roma 6;
  • Trento, il 12 aprile assemblea dalle 14.30 alle 17 presso l’Auditorium dell’ospedale Santa Chiara;
  • Palermo, il 12 aprile assemblea dalle 12.30 alle 15 presso il P.O. Partinico;
  • Padova, il 12 aprile assemblea dalle 10 alle 12.30 presso l’Ospedale Piove di Sacco, e il 13 aprile dalle 13 alle 15 presso l’Ospedale Sant’Antonio di Padova;
  • Rovereto, il 13 aprile assemblea dalle 14.30 alle 17 presso l’Ospedale S. Maria del Carmine;
  • Cagliari, il 13 aprile assemblea dalle 15 alle 18 presso l’Azienda Ospedaliera G. Brotzu;
  •  Anzio, il 16 aprile assemblea dalle 13 alle 15 presso l’Azienda Ospedaliera di Anzio.

Il calendario degli eventi viene aggiornato di ora in ora sulla pagina FACEBOOK NURSING UP

Articoli correlati
I sindacati della dirigenza medica e sanitaria sospendono lo sciopero ma mantengono lo stato di agitazione
Nel corso dell’incontro con l’intersindacale, il ministro della Salute Giulia Grillo ha mostrato l’emendamento che annulla la retroattività del comma 687 della Legge di Bilancio e si è impegnata a far convocare i sindacati dall’Aran. Sul tavolo, anche confronto per lo sblocco della RIA
Operazione “Mondo Sepolto”, la FNOPI: «Nessun infermiere coinvolto, il buon nome della professione va tutelato»
La Federazione interviene sui recenti fatti di cronaca accaduti a Bologna: «Ancora una volta la professione è stata coinvolta erroneamente in notizie inerenti fatti inaccettabili, che violano, prima ancora delle leggi, il codice etico.
Infermieri e intramoenia, come funziona in Italia? Cavaliere (CID): «Più autonomia per fidelizzare paziente e combattere lavoro nero»
«L’infermiere può svolgere attività intramuraria solo in equipe, chiediamo riconoscimento e tariffe adeguate alle nostre competenze», l’appello di Bruno Cavaliere, presidente del Comitato Infermieri Dirigenti
di Serena Santi e Giulia Cavalcanti
Il 15 gennaio OSS in sciopero. Minghetti (Human Caring): «Siamo stanchi di essere sfruttati e inascoltati»
Scoperchiando il vaso di Pandora, il vice-coordinatore nazionale del sindacato denuncia il malcontento della categoria: «Per Ministero e Regioni siamo fantasmi, e nessuno controlla la nostra formazione. Circolano attestati falsi, ci sono ovunque corsi non adeguati e frodi. È il caos. Siamo considerati ‘inferiori’, ma ci vengono assegnate mansioni che non ci competono. E adesso le aziende sanitarie ci impediscono di scioperare»
Master professioni sanitarie, Nursing Up: «No al limite del numero di posti»
«Apprendiamo dagli organi di stampa che l’Osservatorio nazionale per le professioni sanitarie ha definito, dopo sei anni di lavoro, i 90 master universitari specialistici destinati alle 22 professioni sanitarie, riorganizzando così un comparto che vede impegnati oltre 650mila operatori. Ma leggiamo che ci sarebbe anche la volontà di delineare ‘a monte’ gli ordinamenti dei nuovi […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

Formazione ECM, tutte le novità 2019: dall’aggiornamento all’estero alla certificazione

Un dovere sentito sempre più come opportunità professionale. Ecco, in una rapida carrellata, i principali cambiamenti che hanno investito negli ultimi anni il sistema dell’Educazione Continua in M...
Politica

Deroga iscrizione Ordini, Beux (TSRM e PSTRP): «Condividiamo obiettivi ma così si rischia sanatoria. In decreti attuativi si ponga rimedio o faremo da soli»

Il provvedimento inserito in legge di Bilancio prevede che chi ha lavorato 36 mesi negli ultimi 10 anni possa continuare ad esercitare anche senza i titoli per iscriversi al maxi Ordine delle professi...
Lavoro

Taglio pensioni e quota 100, che succede ai medici iscritti all’Enpam? Parla il vicepresidente Malagnino

Ad agosto le prime uscite dei dipendenti pubblici con 62 anni di età e 38 di contributi. Secondo i sindacati, saranno circa mille i medici che ogni anno approfitteranno della riforma pensionistica, c...