OMCeO, Enti e Territori 10 aprile 2018

Nursing Up, previsti disagi e blocco attività per sciopero infermieri 12 e 13 aprile

Grande mobilitazione degli infermieri italiani a due giorni dallo sciopero di 48 ore del 12 e 13 aprile indetto dai sindacati di categoria dopo la mancata firma del Ccnl comparto Sanità: sono previsti disagi su tutto il territorio nazionale in ospedali, ambulatori e Asl, nell’erogazione dei servizi sanitari e amministrativi. Lo fa sapere Nursing Up […]

Grande mobilitazione degli infermieri italiani a due giorni dallo sciopero di 48 ore del 12 e 13 aprile indetto dai sindacati di categoria dopo la mancata firma del Ccnl comparto Sanità: sono previsti disagi su tutto il territorio nazionale in ospedali, ambulatori e Asl, nell’erogazione dei servizi sanitari e amministrativi. Lo fa sapere Nursing Up in una nota stampa, in cui la sigla autonoma avverte che saranno comunque garantiti, come prevede la normativa vigente, i servizi minimi essenziali.

Alcune manifestazioni accompagneranno la protesta: è previsto davanti all’ospedale San Martino di Genova un presidio di infermieri il 12 aprile dalle 7.30 alle 10, mentre il giorno dopo si sposterà di fronte alla Prefettura, dove alle 12 chiederà di essere ricevuto dalle autorità per consegnare il documento con le ragioni dello sciopero. Sempre il 13 aprile è in programma a Torino un corteo che cingerà d’assedio idealmente uno dei più grandi nosocomi del Piemonte, Le Molinette, dove interverrà il presidente del sindacato Nursing Up, Antonio De Palma. Mentre a Trento il contestato rinnovo contrattuale del comparto sarà al centro della discussione presso l’Auditorium dell’ospedale S. Chiara dalle 14.30 alle 17, per trasferirsi l’indomani
nell’Aula Magna dell’ospedale S. Maria del Carmine.
Ma le iniziative non finiscono qui. Proseguono le assemblee degli attivisti per discutere delle criticità del nuovo contratto firmato da Cgil, Cisl e Uil, e delle elezioni delle RSU che si svolgeranno il 17, 18 e 19 aprile prossimi. Tra le rivendicazioni degli infermieri: dignità professionale, un contratto che rispetti l’evoluzione della professione, regole che supportino la declinazione operativa delle potenzialità professionali, pari opportunità tra i professionisti della salute e un riconoscimento economico congruo alle responsabilità. Dopo le riunioni tenute in ogni città italiana, ora gli infermieri si danno appuntamento a:

  •  Milano, il 10 aprile dalle 8 alle 10 presso l’IRCCS Policlinico di Milano e dalle 14,30 alle 16,30 presso l’ASST Santi Paolo e Carlo, P.O. San Paolo;
  • Verbania, il 10 aprile assemblea dalle 13 alle 15 presso il presidio Ospedaliero di Verbania;
  • Rossano, il 10 aprile assemblea dalle 12 presso l’Ospedale Civile Nicola Giannettasio;
  • Cremona, il 10 aprile ‘banchetto comparto Sanità’ dalle 13 alle 16 all’ASST Cremona;
  • Savona, il 10 aprile ‘banchetto comparto Sanità’ dalle 14.30 alle 16 presso la ASL di Savona;
  • Padova, l’11 aprile assemblea dalle 11 alle 13 all’Azienda Ospedaliera di Padova;
  • Genova, l’11 aprile assemblea dalle 12 alle 14 presso Ospedali Galliera;
  • Borgosesia, l’11 aprile assemblea dalle 10 alle 12 presso la ASL di Presidio Santi Pietro e Paolo;
  • Vercelli, l’11 aprile assemblea dalle 13 alle 15 presso il presidio di Vercelli;
  • Frascati, l’11 aprile assemblea dalle 13 alle 15 presso la ASL Roma 6;
  • Trento, il 12 aprile assemblea dalle 14.30 alle 17 presso l’Auditorium dell’ospedale Santa Chiara;
  • Palermo, il 12 aprile assemblea dalle 12.30 alle 15 presso il P.O. Partinico;
  • Padova, il 12 aprile assemblea dalle 10 alle 12.30 presso l’Ospedale Piove di Sacco, e il 13 aprile dalle 13 alle 15 presso l’Ospedale Sant’Antonio di Padova;
  • Rovereto, il 13 aprile assemblea dalle 14.30 alle 17 presso l’Ospedale S. Maria del Carmine;
  • Cagliari, il 13 aprile assemblea dalle 15 alle 18 presso l’Azienda Ospedaliera G. Brotzu;
  •  Anzio, il 16 aprile assemblea dalle 13 alle 15 presso l’Azienda Ospedaliera di Anzio.

Il calendario degli eventi viene aggiornato di ora in ora sulla pagina FACEBOOK NURSING UP

Articoli correlati
Contratto medici, la protesta continua con stop a straordinari, assemblee e scioperi: «Istituzioni evitino crack SSN»
Le richieste dei sindacati: l'incremento del finanziamento del FSN, un vasto programma di assunzioni ed il finanziamento di almeno 3mila nuovi contratti di formazione specialistica
“Estate Tranquilla”, parla il Comandante dei NAS Generale Lusi: «Molti casi di esercizio abusivo della professione infermieristica»
Presentato il report sui controlli estivi del Nucleo Anti Sofisticazioni dell’Arma dei Carabinieri. 3700 le ispezioni, 14 strutture socio-sanitarie chiuse. Grillo: «I nostri cittadini più fragili non possono vivere in strutture igienicamente carenti o in cui la manutenzione dei locali è scarsa o, peggio ancora, in cui le cure non sono erogate come previsto»
di Cesare Buquicchio e Giovanni Cedrone
Contratto medici, Ettore (Fesmed): «Non scioperiamo solo per l’aumento ma per mettere in sicurezza la sanità pubblica»
«Ogni giorno dentro gli ospedali è a rischio la vita», l'allarme del leader sindacale. Sulla carenza di professionisti aggiunge: «Oggi mancano almeno 3mila medici tra ginecologi e neonatologi, specializzazioni tra l'altro rischiose più di altre»
FNOPI, arriva il codice di condotta ‘social’ per gli infermieri. Sanzioni per chi non lo rispetterà
Un documento firmato dai 102 presidenti degli Ordini provinciali regolerà l’uso dei social da parte dei 440mila infermieri in Italia. La FNOPI – Federazione nazionale degli Ordini delle professioni infermieristiche ha deciso di stilare un codice di condotta per i suoi iscritti. Guai quindi all’infermiere che qualificandosi tale agisce sui social e sul web, magari […]
Gli infermieri Nursing Up al ministro Grillo: «Se non ci sono fondi per sostenere Ccnl il Governo riapra contrattazioni»
«Anche il ministro Grillo riconosce ufficialmente quello che noi abbiamo sottolineato e continuiamo a sottolineare da lungo tempo, cioè che non ci sono i fondi per sostenere i contratti: allora ad un certo punto, se non ci sono le risorse, questi contratti nazionali di lavoro che contratti sono? Possono essere considerati tali? Non è meglio […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

ECM e validazione delle competenze mediche: più spazio alla professione. Lavalle (Agenas): «Ecco come funzionerà»

«Dare un valore all’apprendimento non certificato è utile stimolo per professionista» così Franco Lavalle, vicepresidente OMCeO Bari e membro dell’Osservatorio Nazionale del’ Age.na.s
Professioni Sanitarie

Professioni sanitarie, Beux (TSRM e PSTRP): «Ordine favorirà qualità. Ora servono decreti attuativi»

Inizia a prendere vita il nuovo ordine istituito nella scorsa legislatura. 33mila i professionisti già censiti ma se ne stimano 230-240mila
Lavoro

Allarme chirurghi, Marini (Acoi): «Specialità scelta solo da 90 giovani. Siamo tra i migliori al mondo, appello alle istituzioni»

Il messaggio lanciato da Sic e Acoi riunite in congresso: «Sostenete la chirurgia italiana che, nonostante tutto, c’è ed è forte. Contenzioso medico-legale e stipendi tra i peggiori in Europa dis...