Voci della Sanità 17 Ottobre 2022 10:51

Maxiemergenze: si insedia il comitato scientifico del Sismax. Entra anche Gerardo Solaro del Borgo del Cisom

Tra gli obiettivi principali quello di diventare una società scientifica riconosciuta per la produzione di linee guida nella gestione delle Maxiemergenze

Maxiemergenze: si insedia il comitato scientifico del Sismax. Entra anche Gerardo Solaro del Borgo del Cisom

Presso la sede del CISOM a Roma, si è tenuta la presentazione ufficiale del Comitato scientifico dell’Associazione Sismax – Sistema Integrato dei Soccorsi in Maxi Emergenza, organismo che riunisce 26 personalità provenienti dal mondo della sanità, del volontariato e protezione civile.

Tra i quali: Federico Gelli, Direttore Generale Sanità Welfare e Coesione Sociale Regione Toscana, in qualità di Presidente del Comitato scientifico, Pietro Pugliese, ex Direttore centrale operativa SES 118 Roma, in qualità di coordinatore del Comitato Scientifico, Francesco Vaia, Direttore generale Istituto Nazionale malattie Infettive “L. Spallanzani”, Stefano Sironi, Direttore struttura complessa formazione AREU, Elvetio Galanti, ex Direttore Generale Dipartimento Protezione Civile, Pasquale Morano, Vicesegretario generale e Direttore tecnico Croce Rossa italiana, Fabrizio Pregliasco, Presidente Anpas e Direttore sanitario dell’Irccs Galeazzi di Milano, Gerardo Solaro del Borgo, Presidente del Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta – CISOM, fondazione senza scopro di lucro impegnata da oltre 50 anni in attività socio – assistenziali, sanitarie in emergenza e di protezione civile, quali primo soccorso e pronto soccorso, soprattutto in caso di calamità a livello regionale, nazionale ed internazionale.

“Con l’evento di oggi prende forma un percorso che va nella direzione di diffondere la cultura delle Maxi Emergenze attraverso la condivisione di competenze tecnico-scientifiche provenienti dal mondo sanitario, dal terzo settore e volontariato con l’obiettivo di creare un modello scientifico di riferimento a livello nazionale – sottolinea Alessio Lubrani, Presidente Associazione SISMAX- è anche l’occasione per avviare progetti formativi, come quello già in essere con CISOM e fornire gli strumenti necessari ai professionisti del settore per migliorare la gestione di eventi emergenziali.”

L’Associazione – nata a maggio 2022 con l’obiettivo di diffondere la cultura sulla gestione delle Maxiemergenze – prende il nome da SISMAX, metodo creato nel 2004 in Toscana (Empoli) da un team di medici e infermieri per rendere i soccorsi di emergenza più immediati ed efficaci, primo esempio italiano di sistema integrato, dinamico, semplice e fruibile che unisce i quattro anelli essenziali del soccorso in Maxiemergenza: l’unità di crisi aziendale, le centrali NUE 112, le centrali EMS, l’emergenza territoriale e l’ospedale. Da qui l’idea di insegnare questa tecnica di intervento a tutti gli operatori che abitualmente operano in contesti emergenziali. Tra gli obiettivi principali quello di diventare una società scientifica riconosciuta per la produzione di linee guida nella gestione delle Maxiemergenze.

“Siamo lieti di ospitare il nuovo Comitato e di farne parte – ha dichiarato Gerardo Solaro del Borgo, Presidente del CISOM – unire le forze con i maggiori esperti in gestione delle emergenze significa dar vita a un piano di intervento accessibile a tutti coloro che operano in contesti emergenziali. In futuro saremo chiamati ancora più spesso a prestare soccorso in occasione di calamità naturali. I cambiamenti climatici stanno modificando il nostro territorio e di conseguenza assisteremo a fenomeni meteorologici sempre più distruttivi. Dobbiamo essere pronti, organizzati ad affrontare questa eventualità”.

 

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Dalla Redazione

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Ad oggi, 7 dicembre 2022, sono 646.415.951 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.644.903 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I casi in Italia L’ultimo bollettino di...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono gli effetti collaterali della quarta dose?

Gli effetti collaterali dell'ultimo richiamo di Covid-19 sono simili a quelli associati alle dosi precedenti: un leggero gonfiore o arrossamento nel punto di iniezione, stanchezza e mal di testa
Covid-19, che fare se...?

Che differenze ci sono tra i sintomi del Covid e quelli dell’influenza?

Da quando Omicron è diventata la variante dominante è più difficile riuscire a distinguere l'infezione Covid-19 da una normale influenza. Ci sono solo lievi differenze fra le due ...