Voci della Sanità 10 Giugno 2020 10:28

“Le professioni Sanitarie nell’era post Covid-19”: dibattito promosso da Forum Risk e Simedet con tutti i Presidenti di Federazione

L’evento si svolgerà il prossimo 25 giugno. I responsabili scientifici Vasco Giannotti e Fernando Capuano: «La ripresa del Sistema Paese deve avvenire necessariamente dalle Professioni sanitarie e dal riconoscimento del loro capitale umano»

In vista della XV^ Edizione del Forum Risk Management obiettivo Sanità e Salute, il Think Tank, un vero e proprio laboratorio di idee e proposte della Simedet, Società Italiana di Medicina Diagnostica e Terapeutica, e del Forum, ha promosso un grande Seminario formativo on line, per il prossimo 25 giugno dalle ore 14 alle ore 20, liberamente fruibile.

Secondo i promotori e responsabili scientifici dell’evento Vasco Giannotti e Fernando Capuano, la ripresa del sistema Paese deve ripartire necessariamente dalle Professioni Sanitarie e dal riconoscimento effettivo del loro capitale umano e professionale che nella fase critica ed acuta pandemica causata dal Sars-Cov-2 hanno garantito la tenuta del Paese e del Servizio Sanitario Nazionale con un elevato tributo di vittime e contagiati tra gli operatori sanitari.

LEGGI IL PROGRAMMA DELL’EVENTO

Al Webinar interverranno i Presidenti delle Federazioni Nazionali degli Ordini di tutte le Professioni Sanitarie come Filippo Anelli per la FNOMCEO, Gaetano Penocchio per la FNOVI, Andrea Mandelli per la FOFI, Barbara Mangiacavalli per la FNOPI, Maria Vicario per la FNOPO, Alessandro Beux per la FNO TSRMPSTRP, Vincenzo D’Anna per l’Ordine Nazionale dei Biologi, David Lazzari per gli Psicologi, Gianmario Gazzi per gli Assistenti Sociali, Gregorio Cosentino per l’ASSD sul valore strategico della sanità digitale in era Covid, Silvia Angeletti Direttore UOC Laboratorio Clinico Policlinico Campus Biomedico, Massimo Andreoni virologo di rilievo internazionale del PTV Tor Vergata, Beatrice Lorenzin già Ministro della Salute, Tiziana Frittelli Presidente di Federsanità Anci, Federico Gelli Presidente della Fondazione Italia in Salute, Silvestro Scotti che porterà il contributo della figura di contatto territoriale  con i pazienti Covid dei medici di medicina generale, Francesco Saverio Proia esperto delle Professioni Sanitarie, Riccardo Tartaglia Presidente INSH che porterà il contributo sulla sicurezza degli operatori sanitari nella gestione delle fasi di una pandemia ed endemia, Manuel Monti, Vice Presidente nazionale della Simedet porterà il contributo di una struttura ospedaliera no Covid e il valore dell’approccio multidisciplinare, Paolo Casalino, Dirigente delle Professioni Sanitarie del PTV Tor Vergata porterà il contributo della riorganizzazione ad horas dei servizi durante una fase pandemica, Maria Pia Ruggeri affronterà il tema della gestione del paziente Covid nelle aree critiche e di emergenza sanitaria, Antonio Panti tratterà il tema degli aspetti deontologici, Sergio Bovenga della Formazione delle Professioni Sanitarie e Felice Eugenio Agrò delle buone pratiche delle terapie intensive durante la pandemia Covid. Atteso il collegamento con il Ministro della Salute Roberto Speranza.

Le proposte e le esigenze che emergeranno dal webinar del 25 giugno saranno il tema e la base di altri eventi webinar già in programmazione dal Forum Risk Management in collaborazione con la Simedet, che avvieranno un confronto con i decisori politici, OO.SS., Regioni, Conferenza Stato Regioni e rappresentanze degli utenti e pazienti.

Il seminario è accreditato ECM ed è possibile iscriversi sulla piattaforma https://formazione.gutenbergonline.it/.

 

Articoli correlati
“La riforma della sanità post-pandemia”, al centro del convegno Cisl-Simedet anche il nuovo Piano sanitario umbro
«La sanità digitale con la piattaforma nazionale e regionale ci consentirà di conoscere meglio le domande di salute dei pazienti cronici e ridurrà gli accessi inappropriati ai Pronto soccorso» ha spiegato il presidente della Simedet Fernando Capuano
Calandra (TSRM PSTRP): «Il nuovo Ministro continui ad ascoltare le professioni»
La Presidente della Federazione multialbo delle professioni sanitarie sottolinea: «Il DM77 è un punto di partenza, ma ci aspettiamo che le nostre professioni siano chiamate in varietà e numero sufficiente a garantire tutti i servizi che è possibile erogare sul territorio». Poi annuncia l’istituzione di un tavolo paritetico con la FNOMCeO su libera professione e sanità territoriale
di Francesco Torre
Il Calendario dei vaccini per la vita, a Firenze l’evento Simedet: «Sviluppare programmi di formazione ed informazione»
L'evento il 27 settembre a Firenze, a cura dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Careggi e della Simedet, Società italiana di Medicina Diagnostica e Terapeutica
IV Giornata nazionale della sicurezza delle cure, tre lectio magistralis nel webinar della FNO TSRM PSTRP celebra
La giornata è stata ufficialmente istituita nel nostro Paese con direttiva del Presidente del Consiglio dei ministri del 4 aprile 2019. All'evento interverranno alcuni tra i massimi esperti mondiali di sicurezza delle cure e della persona assistita: Renè Amalberti, Peter Lachman e Jeffrey Braithwaite
Professioni sanitarie: chi si aggiudicherà gli oltre 30 mila posti disponibili?
Le possibilità di accesso, rispetto allo scorso anno, sono aumentate del 7,4%, per un totale di 32.884. In vetta alla classifica, con il maggior numero di posti disponibili, c’è l’infermieristica che potrà accogliere 19.375 aspiranti infermieri. A Sanità Informazione i sogni nel cassetto e il parere degli studenti su difficoltà dei test e numero chiuso
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 27 settembre 2022, sono 615.555.422 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.538.312 i decessi. Ad oggi, oltre 12.25 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata ...
Covid-19, che fare se...?

Se risulto negativo al test ma ho ancora i sintomi posso contagiare gli altri?

Sintomi come febbre e tosse possono durare più della positività al test antigenico rapido. Gli scienziati si stanno interrogando quindi sulla durata della contagiosità. L'ipotesi ...
Covid-19, che fare se...?

Quanto durano i sintomi del Long Covid?

La durata dei sintomi collegati al Long Covid può essere molto variabile: si va da qualche settimana fino anche a 24 mesi