Voci della Sanità 8 Novembre 2017 13:02

Istat, per l’Umbria record di longevità: 162 ultra 90enni ogni 10mila abitanti. Il primato alla Liguria

Buone notizie per gli over 60: invecchiare è più semplice se sai come farlo e mantieni il cervello attivo. Il segreto? Imparare in movimento. Lo hanno dimostrato decenni di ricerche nel campo delle neuroscienze che hanno compreso come il cervello sia plastico e continui a creare connessioni per tutta la vita. La sfida era poi capire […]

Buone notizie per gli over 60: invecchiare è più semplice se sai come farlo e mantieni il cervello attivo. Il segreto? Imparare in movimento. Lo hanno dimostrato decenni di ricerche nel campo delle neuroscienze che hanno compreso come il cervello sia plastico e continui a creare connessioni per tutta la vita. La sfida era poi capire come stimolarlo e usare queste scoperte per prevenire le malattie neurodegerative come Alzheimer e Parkinson. Vivere a lungo, lucidi e attivi non è una utopia, ma un obiettivo possibile.

A questi temi è dedicato il Congresso Verso la creativETA’ che si terrà ad Assisi, presso il Centro CTF Wellness il 25 e 26 novembre prossimi, organizzato dall’Associazione WAL Walk and Learn e che vedrà sfilare relatori del calibro del Prof. Pierluigi Gargiulo , Medico nutrizionista, e Responsabile studio “Nutrizione e Cancro” all’ Università di Roma Tor Vergata, il Prof. Massimo Piccirilli della Cattedra di Psichiatria e Psicologia Medica, Università di Perugia, Prof. Luigi Turinese psicologo e analista junghiano, ma anche personalità dello sport e della cultura come Greta Pontarelli, 5 volte campionessa del mondo nella disciplina olimpica chiamata Pole Sport e l’iconica Benedetta Barzini, modella, attrice, giornalista, scrittrice.

«L’Umbria è la seconda regione più longeva d’Italia con 162 ultra 90enni ogni 10mila abitanti, preceduta solo dalla Liguria – spiega la dottoressa Annamaria Crespi, ideatrice del Metodo WAL dati Istat alla mano – il 25% della popolazione regionale ha più di 65 anni pari a 222mila persone. Questo significa che gli umbri sono una popolazione longeva, ora la sfida è che siano anche sani dal punto di vista fisico e cognitivo. Un cervello inattivo è infatti fattore di rischio per il declino e la perdita di indipendenza.

Oggi, possiamo usare le ricerche scientifiche sapendo che il cervello ha bisogno di cibo, in termini di energia, ma anche di stimoli e movimento fisico. Quando uniamo questi elementi otteniamo effetti immediati, ad esempio sulla memoria.

Siamo abituati a pensare agli over 65 come improduttivi e come a un costo, mentre rappresentano una straordinaria risorsa in termini di esperienza.

«Ci stiamo rendendo conto che quella anziana è l’età in cui possiamo scoprire nuove passioni e mettere in campo risorse creative e sociali. Abbiamo guadagnato molti anni in termini di aspettativa di vita che dobbiamo imparare ad utilizzare al meglio» conclude la dottoressa Crespi.

 

 

Articoli correlati
Defibrillatori, è legge la norma ‘salva-vite’ attesa da 20 anni. Più DAE nella PA aperte al pubblico e sui mezzi di trasporto
Dopo un iter lungo due anni, la commissione Affari Sociali ha approvato in via definitiva la norma. Tra le novità campagne di sensibilizzazione nelle scuole e l’immunità per chi presta soccorso senza aver frequentato un corso
Giornata della Sclerodermia, la malattia non tarpa le ali ai sogni. La storia di mamma Gabriella
Si celebra il 29 giugno di ogni anno, in tutto il mondo. La presidente Ails: «La sclerodermia è una malattia molto invalidante, soprattutto nelle sue forme più gravi. Ma non può e non deve impedire la realizzazione dei propri desideri»
di Isabella Faggiano
Medicina, meme e “catarsi comica”. Com’è nato e in cosa consiste il fenomeno social Memedical
Intervista a Nicola Gambadoro, fondatore del gruppo Facebook che raccoglie, al momento, oltre 56mila camici bianchi iscritti
Sesto Rapporto ISS-Istat su impatto pandemia: «Con Covid +15,6% di morti rispetto alla media»
Il documento presenta una sintesi delle principali caratteristiche di diffusione dell’epidemia Covid-19 e del suo impatto sulla mortalità totale del 2020 e un’analisi dettagliata della nuova fase epidemica che, nel primo quadrimestre 2021, si caratterizza anche per la progressiva diffusione della vaccinazione Covid-19
La dieta della tiroide, ecco gli alimenti consigliati e quelli da evitare
Nell’intervista a Sanità Informazione, l’endocrinologa Serena Missori spiega quali sono i cibi che aiutano la tiroide e come lo stress influisce negativamente sulla salute di questa ghiandola. La chef Marisa Maffeo: «Mangiare bene senza rinunciare al gusto»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 30 luglio, sono 196.654.595 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 4.199.164 i decessi. Ad oggi, oltre 4 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dall...
Covid-19, che fare se...?

Posso bere alcolici prima o dopo il vaccino anti-Covid?

Sbronzarsi nei giorni a cavallo della vaccinazione può compromettere la risposta immunitaria e, dunque, depotenziare gli effetti del vaccino?
Salute

Guida al Green pass, può essere revocato? Serve anche ai ragazzi? Le risposte di Cittadinanzattiva

Chi ne è esentato? E cosa deve fare chi è guarito? Intervista a Isabella Mori, Responsabile del servizio tutela di Cittadinanzattiva