Voci della Sanità 8 Settembre 2020

Infermiere scolastico, UGL: «Necessaria introduzione ma non si vada ad ampliare la marea di precari»

«È una grande occasione per stabilizzare con contratti a tempo indeterminato tanti professionisti, ricorrendo in via prioritaria all’utilizzo delle graduatorie valide generate dai concorsi» sottolinea il Segretario dell’UGL Sanità Gianluca Giuliano

«La dura battaglia che si sta combattendo per limitare e sconfiggere il Covid-19 è prossima a un passaggio decisivo: la riapertura delle scuole. Il ritorno in classe dei tanti alunni, dopo i complicati giorni dell’insegnamento a distanza, necessita dell’introduzione della figura professionale degli infermieri scolastici. È una proposta che accogliamo positivamente – dichiara il Segretario Nazionale della Ugl Sanità Gianluca Giuliano – che ora deve trovare una attuazione rapida per la tutela della salute di studenti e insegnanti, e per il futuro lavorativo degli operatori sanitari chiamati a rivestire questo ruolo».

La UGL chiede garanzie affinché gli infermieri scolastici non vadano a ampliare la marea dei precari. «È una grande occasione – prosegue Giuliano – per stabilizzare con contratti a tempo indeterminato tanti professionisti, ricorrendo in via prioritaria all’utilizzo delle graduatorie valide generate dai concorsi. Soluzioni temporanee e senza nessuna garanzia per i lavoratori sarebbero solo un ennesimo palliativo e niente più. Creare una figura di riferimento che sia riconoscibile nel tempo è essenziale, anche per affrontare in futuro situazioni come quella dell’epidemia da Coronavirus dove, lo dimostra quanto accaduto, ci si è fatti trovare del tutto impreparati».

Eppure c’è chi di stabilizzazione non vuole sentire parlare. «Nel Lazio la recente ordinanza del Presidente Zingaretti non farà che allargare la schiera di precari. Non è certo questo il modo di affrontare oggi l’emergenza e creare domani le basi per poter prevenire scenari come quello scatenatosi nello scorso inverno con il propagarsi del Covid-19. Il precariato svilisce la professionalità dei lavoratori e rimane un nemico di un sistema sanitario che vuole guardare con ottimismo al futuro».  

Articoli correlati
Sanità privata, Giuliano (UGL Sanità): «16 settembre sciopero generale e presidio davanti la Regione Lazio»
«Non si può aspettare ancora. Da 14 anni i lavoratori della sanità privata attendono invano la firma per il rinnovo del contratto Aiop-Aris. Le parole e le promesse spese in questo lunghissimo arco di tempo sono cadute nel vuoto. Si sommano – dichiara Gianluca Giuliano, Segretario Nazionale UGL Sanità – a quelle che sono state loro […]
Sanità privata, Ugl indice sciopero generale per il 16 settembre: «Non si calpestino ancora diritti e dignità dei lavoratori»
«Siamo di fronte a una situazione di stallo a cui possiamo rispondere solo con lo sciopero generale. La nostra protesta, a tutela dei circa 150 mila lavoratori della Sanità Privata in attesa del rinnovo del contratto, non si fermerà fino a quando l’accordo non verrà raggiunto» sottolinea il segretario UGL sanità Gianluca Giuliano
Sanità privata, Paolo Capone (Segretario UGL): «Inaccettabile mancata ratifica del contratto che tutela gli operatori del settore»
«Non è accettabile che dopo 14 anni di trattative resti ancora in bilico la definizione del rinnovo contrattuale CCNL sanità privata Aiop–Aris. È un comportamento inaccettabile che coinvolge oltre 100mila lavoratori che, al pari dei loro colleghi del settore sanitario pubblico, sono stati preziosi per affrontare l’emergenza Covid-19. Nonostante tutto, viene loro negato il diritto […]
Sanità privata, UGL: «Non disperdere gli accordi della pre-intesa. Ora responsabilità»
In base alla pre-intesa siglata il 10 giugno il contratto doveva essere stipulato entro il 30 luglio. «Noi come sindacato saremo garanti dei diritti degli operatori coinvolti, che attendono questa firma da 14 lunghissimi anni. Per tale ragione ci riserviamo, qualora in tempi brevi non si arrivi all’auspicata soluzione, di intraprendere qualunque iniziativa a tutela dei lavoratori» spiega il Segretario UGL Sanità Gianluca Giuliano
Sanità privata, accordo tra UGL e Regione Lazio per salvaguardia occupazionale
Il protocollo prevede l’insediamento di una Cabina di Regia, con gli Assessorati alla Salute e al Lavoro. Valiani e Giuliano (UGL): «Revochiamo presidio al Consiglio regionale ma non abbassiamo la guardia»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 23 settembre, sono 31.606.979 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 971.116 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 23 settembre: Ad oggi in...
Formazione

Test di Medicina 2020, ecco come è andata: la cronaca dalle università di Roma, Firenze, Milano, Napoli e Bari

Oltre 66 mila candidati per 13.072 posti disponibili. Tra speranze, sogni, proteste e irregolarità, anche quest’anno il Test di medicina ha fatto parlare di sé. Pubblicate le risposte corrette al ...
Salute

Covid-19, studio italiano scopre meccanismo responsabile della morte dei pazienti in terapia intensiva

Lo studio, che vede come capofila il S. Orsola di Bologna, è stato pubblicato su “Lancet Respiratory Medicine” lo scorso 27 agosto