Voci della Sanità 7 Febbraio 2022 15:48

“Il ruolo degli Ordini ai tempi della pandemia”, i presidenti di Federazione della sanità a confronto su opportunità e criticità delle nuove norme

L’incontro, previsto per il 23 febbraio, andrà in diretta streaming sul canale Youtube dell’Ordine degli Avvocati di Roma. L’avvocato Perciballi (FNO TSRM PSTRP): «Metteremo a confronto le opportunità e le criticità delle regole introdotte, anche negli aspetti di etica, deontologia e responsabilità professionale». Tra i relatori il sottosegretario alla Salute Andrea Costa

Si svolgerà il 23 febbraio, in diretta streaming sul canale Youtube dell’Ordine degli Avvocati di Roma dalle 16.30 alle 18.30, il confronto tra tutti i Presidenti delle Federazioni nazionali degli Ordini delle professioni sanitarie. Tra gli ospiti il sottosegretario al Ministero della Salute, Andrea Costa. Il titolo dell’evento è “Il ruolo degli Ordini ai tempi della pandemia: gli adempimenti previsti dalla legge 3 del 21 gennaio 2022, di conversione, con modificazioni, del decreto-legge 26 novembre 2021, n. 172”. L’evento, gratuito, attribuisce 3.6 crediti ECM, oltre che 3 crediti formativi per gli avvocati.

Tra i presenti Teresa Calandra, Presidente FNO TSRM e PSTRP, Filippo Anelli, Presidente FNOMCeO, Barbara Mangiacavalli, Presidente FNOPI, Gianmario Gazzi, Presidente CNOAS, Silvia Vaccari, Presidente FNOPO, Gaetano Penocchio, Presidente FNOVI, Andrea Mandelli, Presidente FOFI, Vincenzo D’Anna, Presidente ONB, Nausicaa Orlandi, Presidente FNCF, David Lazzari, Presidente CNOP.

Interverrà il Presidente emerito della Corte Costituzionale Cesare Mirabelli. Ci si può iscrivere fino al 22 febbraio a questo link. Ne abbiamo parlato con la responsabile dell’evento per Il Forum Risk Management, nonché referente per i rapporti con la cittadinanza della FNO TSRM E PSTRP, l’avvocato Laila Perciballi, che ha molto a cuore il confronto tra il mondo dell’avvocatura, della sanità e della società.

LOCANDINA ORDINE DEGLI AVVOCATI

Avvocato, come nasce questo convegno?

«Grazie alla disponibilità del Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Roma Antonino Galletti e della Consigliera Donatella Ceré, c’è la grande opportunità di confrontarsi con tutti gli Ordini della sanità che hanno consentito, grazie ai loro professionisti, di traghettare la nostra società verso quella che sembra avviarsi ad essere la fine della pandemia. Almeno ce lo auguriamo. In questo cambiamento, sempre più importanza assumono tutti gli Ordini professionali che, quali enti sussidiari dello Stato, devono promuovere la cultura della responsabilità e della solidarietà rispondendo anche ai difficili adempimenti previsti dalla L.3 del 21 gennaio 2022, di conversione, con modificazioni, del decreto-legge 26 novembre 2021, n. 172, e su cui nel corso del convegno parlerà il Presidente emerito della Corte Costituzionale Cesare Mirabelli».

La pandemia ha portato problemi e opportunità…

«Sono stati due anni difficili, che hanno profondamente modificato la sanità, la società ed il mondo delle relazioni, personali e professionali, sia in ambito pubblico che privato. Anche l’organizzazione del lavoro si è dovuta adattare a soluzioni che rispettassero le norme sulla sicurezza, sul distanziamento, sulla riduzione della mobilità e sul contrasto alla diffusione del contagio. Ed in questo cambiamento, nel proliferare continuo delle regole, nell’appesantimento della burocrazia, nella confusione dell’informazione spesso eccessiva e contraddittoria, oltre che caratterizzata dalle fake news, il ruolo degli Ordini è diventato ancora più importante quale punto di riferimento fondamentale per i professionisti (sia essi avvocati che professionisti sanitari) e per i cittadini. È proprio con nuove norme che il legislatore, riconoscendo il ruolo centrale degli Ordini professionali della sanità, ha conferito agli enti sussidiari dello Stato ulteriori doveri di verifica dei comportamenti degli iscritti e conseguenti adempimenti, ai sensi del D.L. 172 del 26 novembre 2021, come convertito con modifiche, nella Legge 3/2022 sulle “Misure urgenti per il contenimento dell’epidemia da Covid-19 e per lo svolgimento in sicurezza delle attività economiche e sociali”».

Di cosa parlerete nella tavola rotonda?

«Ha lo scopo di mettere a confronto le opportunità e le criticità delle regole introdotte, anche negli aspetti di etica, deontologia e responsabilità professionale. Proprio il 26 gennaio, con la Presidente FNO TSRM PSTRP Teresa Calandra, siamo state ricevute dal sottosegretario Andrea Costa per affrontare i temi cari ai professionisti sanitari e quelli cari alla cittadinanza. Costa si è reso disponibile a partecipare all’evento, ha ascoltato le principali criticità rappresentate tra le quali, l’integrazione e il rapido aggiornamento dei flussi informativi. Com’è noto, da una parte, i professionisti sanitari sono stati sin da subito obbligati alla vaccinazione e, dall’altra, a fine novembre (DL 172/2021) gli Ordini sono stati incaricati di verificarlo, sostituendo le ASL, inizialmente deputate a tale verifica. Quello che stiamo constatando è che ci sono alcuni professionisti vaccinati con terza dose che non risultano tali nella piattaforma nazionale della certificazione verde e, soprattutto, ha fatto presente la Presidente Teresa Calandra, colleghe e colleghi che hanno contratto la malattia risultano inadempienti perché non hanno fatto la terza dose che, in quanto guariti, non devono fare, perlomeno non subito. Ma l’assenza di tale dato nella piattaforma nazionale della certificazione verde, unico riferimento degli Ordini coinvolti nella tavola rotonda, li presenta come inadempienti, pertanto da sospendere ai sensi del DL 172/2021, ora legge 3/2022. Il Sottosegretario Andrea Costa si è messo a disposizione per risolvere le criticità per aiutare le professioni sanitarie e la cittadinanza, calmierando i prezzi dei tamponi rapidi e molecolari e cercando di semplificare questa eccessiva burocrazia da pandemia che sta complicando la ripresa sociale, sanitaria ed economica del paese».

Dove si terrà il convegno?

«Grazie al Consiglio degli Avvocati di Roma, il webinar si svolgerà all’interno della “casa della giustizia”, la Suprema Corte di Cassazione è l’espressione del diritto. Come ha detto il nostro Presidente Mattarella nel suo messaggio di insediamento “la lotta contro il virus non è conclusa, la campagna di vaccinazione ha molto ridotto i rischi, ma non ci sono consentite disattenzioni. Questo impegno si unisce a quello per la ripresa, per la costruzione del nostro futuro”. Ed in questo cammino, pertanto, ritengo un messaggio importante condividere i punti di forza e di debolezza di questa legge 3/2022 all’interno del Palazzaccio, casa del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Roma proprio per la ripresa del nostro paese.

Anche lo scorso anno ci sono stati eventi gemellati tra l’Ordine degli Avvocati di Roma e la FNO TSRM E PSTRP?

«È una collaborazione consolidata quella tra il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Roma e la Federazione nazionale Ordini TSRM e PSTRP, iniziata con il Past Presidente Alessandro Beux in presenza il 2 luglio 2019 e continuata con l’attuale presidente Teresa Calandra. Dopo i due eventi del 2019, l’anno scorso, il sodalizio tra Antonino  Galletti, Presidente dell’Ordine degli avvocati di Roma, la Consigliera Donatella Ceré, Coordinatrice della Commissione responsabilità professionale in sanità e la Federazione, di cui ho l’onore di essere componente, ha dato vita a ulteriori quattro convegni su temi molto sentiti e seguiti nell’ambito del corso “etica, deontologia e responsabilità professionale”:  “Vaccinazione anti covid-19: obbligo o facoltà? e quali responsabilità?”, con  il pieno di iscritti sulla piattaforma degli avvocati (600); oltre 1973 collegati sulla diretta streaming. Poi, “Diritti dei professionisti sanitari e delle persone assistite ai tempi della pandemia”,  con piena partecipazione degli avvocati e 2912 collegati sulla diretta streaming. Ed ancora,  “Salute ambientale e rivoluzione digitale” con il full per gli avvocati; oltre  1595 collegati sulla diretta streaming; ed infine,  “Le notizie ai tempi delle fake news: l’informazione in ambito sanitario giornata multiprofessionale  dello scorso 30 giugno, con il pieno sulla piattaforma degli avvocati e 1955 collegati sulla diretta streaming; pertanto, il 23 Febbraio, confidiamo di confermare ed aumentare i traguardi di partecipazione raggiunti».

C’è qualche novità quest’anno?

«Abbiamo aggiunto un tassello fondamentale, che era stato richiesto a gran voce dai professionisti sanitari, il riconoscimento dei crediti ECM grazie alla preziosa collaborazione della Presidente Giorgia Artiano della Fondazione Gutenberg e Vasco Giannotti del Forum Risk Management obiettivo sanità. Il convegno potrà contemporaneamente soddisfare l’esigenza di formazione degli avvocati e, questa volta, anche dei professionisti sanitari con ben 3.6 ECM».

Si parlerà anche di Costituzione etica?

«Gli adempimenti della legge 3/2022 ruotano intorno ai flussi di informazione della piattaforma nazionale della certificazione verde e in questi due anni di pandemia abbiamo maturato la consapevolezza dell’importanza della competenza digitale tanto che è diventato un valore della nostra Costituzione etica, condivisa anche con l’Associazione Sanità Digitale (ASSD). Insomma, il nostro agire quotidiano è contraddistinto dai valori condivisi e, difatti, prosegue il cammino, anche con Antonio Cerchiaro, delegato all’etica ed alla deontologia della Federazione, nel “progetto di revisione dei codici deontologici alla luce di principi della Costituzione etica della Federazione”. Ed ancora, la parte prima parla della Costituzione parla di “persona” ed ho molto a cuore le relazioni personali che vengono prima di quelle professionali. Quindi, non posso che rinnovare i miei sentiti ringraziamenti all’amico Presidente Antonino Galletti, all’amica Coordinatrice della Commissione responsabilità professionale in sanità Donatella Cere, all’amica Presidente Teresa Calandra della FNO TSRM PSTRP, all’amica Presidente Giorgia Artiano della Fondazione Gutenberg e a tutti i Presidenti delle Federazioni che saranno presenti. Ed un doveroso grazie va a tutto lo staff del Centro Studi del Consiglio dell’Ordine di Roma, a quello della FNO TSRM e PSTRP (ed in particolare all’amico Diego Catania, Vicepresidente delegato alla Comunicazione) ed allo staff del Forum Risk Management che tanto si adoperano per la riuscita dei nostri eventi».

Articoli correlati
Il sottosegretario Costa incontra delegazione FNO TSRM PSTRP: «Coinvolgere i professionisti in analisi nuovi modelli organizzativi»
«Questi professionisti rappresentano un valore ed è importante che da parte delle Regioni e Province autonome ci sia il loro coinvolgimento per l’analisi e l’implementazione di nuovi e più efficaci modelli organizzativi» ha spiegato il Sottosegretario alla Salute Andrea Costa
«Diritti, fragilità, cure: la riforma del SSN passa dall’innovazione tecnologica»
di Laila Perciballi, Referente rapporti con la Cittadinanza della FNO TSRM E PSTRP e Componente Comitato scientifico ASSD
di Laila Perciballi, Referente rapporti con la Cittadinanza della FNO TSRM E PSTRP
Laboratorio 20/30, FNO TSRM PSTRP protagonista. Calandra: «Nostra esperienza ha contribuito a ripensamento sistema salute»
La FNO TSRM e PSTRP è stata presente con i propri delegati, Francesco Della Gatta, Laila Perciballi, Massimo Scarpetta e Massimo Tosini, che hanno partecipato a diversi tavoli di lavoro
Disabilità, associazioni e professionisti sanitari a confronto. Perciballi (FNO TSRM PSTRP): «Persona sia al centro di patto reciproco di sostegno»
L’avvocato Laila Perciballi, Referente per la FNO TSRM PSTRP per i rapporti con la cittadinanza, ha moderato l’incontro con le associazioni delle famiglie con persone con disabilità organizzato dall’Ordine TSRM e PSTRP di Roma e provincia
Professioni sanitarie, al via iter di ratifica della Costituzione Etica della FNO TSRM e PSTRP
«Dopo l'approvazione da parte della Commissione, in poco più di due mesi, a seguito dei vari passaggi formali, si giungerà alla sua adozione definitiva» ha sottolineato il Presidente Alessandro Beux
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 24 giugno, sono 542.130.868 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.326.038 i decessi. Ad oggi, oltre 11,63 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono i sintomi della variante Omicron BA.5 e quanto durano?

La variante Omicron BA.5 tende a colpire le vie aeree superiori, causando sintomi lievi, come naso che cola e febbre. I primi dati indicano che i sintomi durano in media 4 giorni
Covid-19, che fare se...?

Il vaccino può causare il Long Covid?

Uno studio americano ha segnalato una serie di sintomi legati alla vaccinazione anti-Covid. Ma per gli esperti non si tratta di Long Covid, ma solo di normali effetti collaterali