Voci della Sanità 28 Ottobre 2021 11:23

Il Presidente SIRU Luigi Montano premiato al Campidoglio. È “Paladino Italiano della Salute”

A Luigi Montano, uroandrologo, il premio per il progetto di ricerca EcoFoodFertility

Luigi Montano, UroAndrologo dell’ASL Salerno e Presidente della Società Italiana di Riproduzione Umana (SIRU), ha ricevuto dal Comitato Scientifico presieduto da Walter Ricciardi, ex Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, attuale Consigliere del Ministro della Salute e Presidente della Federazone Mondiale di Sanità Pubblica, il prestigioso riconoscimento di “Paladino Italiano della Salute“.

Nell’ambito dell’evento tenutosi presso la prestigiosa Sala della Protomoteca del Campidoglio a Roma, Luigi Montano è stato premiato per il progetto di ricerca EcoFoodFertility, da lui ideato e coordinato. Un esempio concreto di cittadinanza attiva e innovazione scientifica nata dal territorio e per il territorio. Il progetto, partito dalla “Terra dei Fuochi” in Campania, grazie alla partecipazione congiunta di scienziati, associazioni e cittadini secondo i principi della “Citizen Science”, oggi coinvolge diverse aree a rischio ambientale non solo d’Italia (Terre dei fuochi d’Italia e d’Europa) attraverso una rete indipendente denominata Rete Interdisciplinare per la Salute Ambientale e Riproduttiva (R.I.S.A.R.) costituitasi fra ricercatori di diverse università e centri di ricerca prevalentemente pubblici.

EcoFoodFertility mira a proporre nuovi modelli per la valutazione dell’impatto ambientale sulla salute e per la prevenzione primaria e pre-primaria delle patologie cronico-degenerative. Attraverso un innovativo metodo d’indagine scientifica,  individua nel seme maschile un indicatore particolarmente sensibile e precoce di danno ambientale e di salute generale (il seme “sentinella” della Salute Ambientale e Generale), valutando come e quanto gli  inquinanti ambientali influenzano negativamente la salute delle popolazioni che vivono in tali aree e quali misure concrete di contenimento  e prevenzione sarebbe necessario adottare  in attesa dei tempi della riqualificazione territoriale e del disinquinamento delle aree di residenza, declinato nell’hashtag #intantomidifendo.

«I risultati delle ricerche sui territori più a rischio – ha commentato il dr Luigi Montano – hanno svelato alti rischi riproduttivi nei giovani di determinate aree territoriali, che confermano il declino particolarmente importante della qualità seminale negli ultimi decenni riportato da studi epidemiologici non solo nei paesi occidentali, ma anche ancor di più in questi 15 anni nelle aree ritenute a forte fecondità, come Africa, Asia, India. Sebbene misure di intervento come il modello della dieta mediterranea con alimenti biologici, ad alto potere antiossidante e detossificante si siano dimostrate, nei nostri studi appena pubblicati, potenzialmente capaci di modulare e/o ridurre gli effetti degli inquinanti sulla salute riproduttiva, è evidente che c’è necessità di un’accelerazione della transizione ecologica per evitare l’irreparabile nei prossimi tre-quattro decenni. D’altronde, – conclude Montano – la perdita del potenziale riproduttivo del maschio, è un argomento su cui assolutamente non vi è consapevolezza né a livello politico né sanitario. Dovrebbero, invece, preoccupare non poco i policy maker in relazione al rischio sempre più concreto di sopravvivenza della nostra specie nell’immediato futuro».

È stata una straordinaria occasione per rendere merito e visibilità ai ricercatori italiani e ai grandi risultati da loro ottenuti nel campo della ricerca e della medicina applicata. Un’opportunità per creare una rete di rapporti virtuosi tra ricercatori, medici, istituti e imprenditori di valore che sostengono il progresso scientifico e che disegnano il futuro, con cura e attenzione alla vita.

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

 

Articoli correlati
La politica entra nei centri Pma per comprendere le tante criticità
Il Centro Pma del Sant'Anna di Roma apre le porta alla politica. Si tratta dell'ennesima tappa dell'iniziativa SIRU «Aiuta un figlio a nascere: la Pma apre le porte al Parlamento»
«Troppi pochi dietisti nel Ssn, ma con la giusta alimentazione migliori esiti e meno spesa sanitaria». Parla Marco Tonelli, presidente Cda Dietisti
In tutto seimila i dietisti in Italia, solo un terzo nel servizio pubblico. Il presidente della Cda nazionale lancia la proposta del dietista di comunità che lavora in équipe con MMG, PLS e gli altri professionisti sanitari. Spiega Tonelli: «Oggi l’assistenza nutrizionale, settore fondamentale per la salute dei cittadini, non è riconducibile a prestazioni assistenziali chiaramente definite»
di Francesco Torre
Al via il Giro d’Italia delle cure palliative pediatriche. Le riceve solo il 5% dei bambini
Dal 15 maggio al 30 giugno, eventi di sensibilizzazione dal nord al sud della Penisola. A Sanità Informazione la storia di Lavinia, i genitori: «Le cure palliative ci hanno regalato gli anni migliori della nostra vita»
Inquinamento: l’UE boccia l’Italia e la Corte la condanna
Miani (SIMA): «La prima causa d’inquinamento atmosferico in Italia è la combustione per il riscaldamento degli edifici, al secondo posto ci sono gli allevamenti intensivi, al terzo il traffico veicolare. Necessario un cambio di rotta immediato: se dovessimo incentivare da domani l’acquisto di auto elettriche ci vorranno almeno 10 anni prima che ogni italiano ne abbia una»
Tumore al seno HER2+ metastatico: FDA approva trastuzumab deruxtecan per pazienti trattate con terapia a base di anti-HER2
L’approvazione FDA per trastuzumab deruxtecan amplia l'indicazione dell’ADC di Daiichi Sankyo e AstraZeneca per un uso più precoce (seconda linea) nel trattamento del carcinoma mammario metastatico
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 19 maggio, sono 525.383.960 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.283.599 i decessi. Ad oggi, oltre 11,42 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Salute

Epatite acuta pediatrica misteriosa. Caso del bimbo di Prato, Basso (Bambino Gesù): «Migliora spontaneamente»

Si sta facendo strada l’ipotesi che possa trattarsi non dei classici virus che danno vita alle epatiti A, B e C, ma di un adenovirus, spesso causa solo di banali raffreddori, che nei bambini pu&...