Voci della Sanità 1 Aprile 2022 19:54

Igienisti dentali, a Udine il congresso regionale FVG – Veneto dell’UNID: «Garantire prevenzione e salute a 360 gradi»

Sabato 26 marzo si è svolto a Udine il Congresso U.N.I.D. Friuli Venezia Giulia – Veneto dedicato al tema  “Focus on professional comunication in dentistry: maintenance of oral health is possible?”. «Finalmente – si legge nella nota Unid – dopo questo lungo periodo di incertezza e di dispersione a causa della pandemia Covid 19 che […]

Sabato 26 marzo si è svolto a Udine il Congresso U.N.I.D. Friuli Venezia Giulia – Veneto dedicato al tema  “Focus on professional comunication in dentistry: maintenance of oral health is possible?”.

«Finalmente – si legge nella nota Unid – dopo questo lungo periodo di incertezza e di dispersione a causa della pandemia Covid 19 che ha colpito e disorientato tutto il sistema e la vita di ognuno di noi, in questo periodo di riaperture e di ritorno alla normalità abbiamo avuto un esempio molto chiaro di come le persone abbiano la voglia e la necessità di incontrarsi, di rimettersi in gioco professionalmente e di ritrovare la propria autostima. Sabato 26 marzo in occasione del Decimo Congresso Regionale ANTLO ( Associazione Nazionale tecnici di laboratorio odontotecnico) si è tenuto a Udine il Congresso Regionale Friuli Venezia Giulia -Veneto U.N.I.D. (Unione Nazionale Igienisti Dentali) un evento multidisciplinare che ha coinvolto quattro relatori di alto livello professionale presso la location dell’Hotel la di Moret. L’iniziativa dell’evento è nata dal lavoro e dall’impegno della Presidente U.N.I.D. Friuli-Venezia Giulia e Veneto la Dott.ssa Da Ros Elisa con il supporto fondamentale del suo direttivo e collaboratori, la Dott.ssa Sonia Tell, il Dott. Loris Bressanutti, il Dott. Gian Filippo Guella che hanno saputo organizzare ed accogliere una platea di 100 persone per una sessione rivolta a colleghi sia igienisti dentali che odontoiatri».

«La giornata – continuano – è iniziata con i saluti istituzionali coordinati dalla Presidente regionale UNID FVG-Veneto Dott.ssa Elisa Da Ros, insieme al Presidente regionale ANTLO ODT Andrea Rossi. Ai saluti hanno presenziato alcuni esponenti dell’ AIO , dell’ANDI e un componente del direttivo del TSRM PSTRP Fvg Stefano Vergallo che con piacere hanno voluto portare il loro supporto a questo incontro di condivisione dei saperi e della professione che unisce figure altamente qualificate e molto legate dal punto di vista di interesse professionale, essenziali e competenti per un team di successo».

«I lavori scientifici si sono aperti con la relazione del Dott. Edoardo Alvise Gobbato, chirurgo specialista presso studi privati nel Triveneto, che si occupa principalmente di implantologia e di chirurgia e protesi estetica e che collabora e insegna in Università degli studi di Padova, focalizzando l’attenzione sull’estetica delle riabilitazioni protesiche dentali. A seguire la relazione dell’Otd Valter Neri relatore ANTLO Nazionale che ha affrontato il tema della chirurgia protesicamente guidata funzionale al mantenimento long term dell’igiene orale nel paziente protesico; al termine delle due relazioni la platea è stata invitata a una “question time” che ha permesso il confronto in diretta tra tre figure altamente convolte e importanti per il mantenimento della salute del paziente a 360 gradi: l’odontoiatra, l’igienista dentale e l’odontotecnico.  La presenza di tutte e tre le categorie professionali si è dimostrata una garanzia assoluta di partecipazione molto utile di confronto e di condivisione dei saper i con un riscontro pienamente positivo in termini di crescita culturale nonché di piacere e di ritrovo nei momenti di socializzazione come il light lunch presso la sede della ristorazione La Di Moret che hanno unito il gruppo con una partecipazione che ha segnato il record per U.N.I.D. nel Nord Italia».

«I relatori sono stati di massimo livello, la seconda parte della giornata ha ospitato la reazione del Prof. Riccardo Sirello professore presso l’Università degli Studi di Milano, Odontologo Forense perfezionato in medicina aereonautica spaziale, competente in anatomia, attualmente concentrato in implantologia e chirurgia orale avanzata che ha saputo colpire la platea analizzando un argomento assolutamente insolito ma molto affascinante: “La responsabilità dell’odontoiatra e dell’igienista dentale , dal pre contenzioso al giudizio in merito”. La giornata si è conclusa con la relazione di Lisa Cherubin specializzata in marketing che ha saputo dare ai presenti un messaggio importante sulla comunicazione di impresa e su come promuovere il proprio brand. L’incontro è stata un’occasione culturale di formazione che si è svolta nel pieno rispetto delle regole Covid ancora vigenti, ed è stato decisivo e performante nel descrivere e sottolineare l’importanza della sinergia che lega l’igienista dentale, l’odontoiatra e l’odontotecnico tre figure professionali fondamentali per il mantenimento e la garanzia della salute del paziente. L’evento si è dimostrato utile all’aggiornamento degli igienisti dentali ed è riuscito allo stesso tempo, a coinvolgere anche altre figure professionali suscitando la voglia di continuare a collaborare, ad unire esperienze e competenze per dare la possibilità di garantire la prevenzione e la salute 360 gradi. Tutto ciò dimostra che il settore dentale si mantiene vivo e attivo verso tutte le innovazioni che hanno come finalità l’evoluzione e il miglioramento della professione. Auspichiamo quindi che questi incontri Inter-associativi continuino, creando uno scambio di sapere».

Articoli correlati
UNID, Luperini nuovo presidente. Dai Quaderni dell’Igienista dentale al Progetto Grazia, le iniziative in corso
Maurizio Luperini sostituisce Domenico Tomassi, alla guida per tre anni. «Vogliamo dedicarci alla formazione, avremo una sessione ad hoc dedicata a ricerca e sviluppo»
Una cattiva igiene orale mette a rischio la salute cognitiva
Un nuovo studio ha individuato la correlazione tra cattiva salute orale e decadimento cognitivo, Cittone (igienista dentale): «La presenza di periodontite conclamata, perdita di uno o più denti, tasche gengivali profonde e perdita di osso alveolare si sono rivelati associati ad una peggiore salute cognitiva, con un rischio 1,5 volte superiore rispetto a coloro che godono di una buona salute orale».
Igienisti dentali, Spring Meeting AIDI: «Approccio alla disabilità attraverso la salute orale»
Abbinante (AIDI): «L’igiene orale professionale nelle persone diversamente abili non è diversa da quella delle persone normodotate. Quello che cambia sono gli approcci e le tecniche di comunicazione e desensibilizzazione che si usano con la consapevolezza che ogni paziente ha una storia a sé»
Malattie trasmissibili, i diversi ruoli dell’Igienista dentale  
L’argomento è stato oggetto di un convegno organizzato da UNID (Unione Nazionale Igienisti Dentali) a Roma. Ribadito il prezioso contributo della figura professionale nel promuovere salute partendo dalla prevenzione delle patologie del cavo orale
Gli igienisti dentali difendono l’autonomia della professione: in arrivo un unico Codice deontologico
Tiene banco la sentenza del Consiglio di Stato 1703 del 2020 che mette a rischio la possibilità di aprire studi autonomi. L’avvocato Croce: «Non c'è nessuna ancillarità nell'ambito delle proprie competenze». La Presidente della FNO TSRM PSTRP annuncia: «Stiamo elaborando progetti per sfruttare risorse PNRR. Puntiamo su prevenzione, riabilitazione e implementazione della telemedicina»
di Francesco Torre
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Dalla Redazione

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Ad oggi, 31 gennaio 2023, sono 670.603.379 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.831.743 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I casi in Italia L’ultimo bollettino di...
Covid-19, che fare se...?

Come distinguere la tosse da Covid da quella da influenza?

La tosse da Covid è secca e irritante, quella da influenza tende invece a essere grassa. In ogni caso non esistono rimedi se non palliativi, come gli sciroppi lenitivi. No agli antibiotici: non...
Salute

Kraken, la nuova variante di Omicron dietro il boom di contagi negli Usa

Secondo il Cdc, Kraken ha più che raddoppiato il numero di contagi ogni settimana, passando dal 4% al 41% delle nuove infezioni