Voci della Sanità 23 Luglio 2020

Giornata vittime Covid, Lorefice: «È un dovere non dimenticare. Ora al lavoro per aumentare i fondi per la sanità»

«Nella nostra memoria rimarrà impressa in maniera indelebile la giornata del 18 marzo, durante la quale abbiamo assistito al corteo dei camion militari che trasportavano i feretri nelle strade di Bergamo» sottolinea la presidente della Commissione Affari Sociali nel giorno dell’approvazione del Ddl

«Il 18 marzo sarà la giornata dedicata alla memoria delle vittime del Covid-19, per onorare e salutare degnamente migliaia di italiani strappati alla vita dalla violenta pandemia. Tanti non hanno potuto ricevere un ultimo saluto e un ultimo abbraccio dai propri cari. Un’esperienza devastante che ci ha profondamente addolorati». Così in un post Facebook la Presidente della Commissione Affari Sociali della Camera Marialucia Lorefice nel giorno in cui è stato approvato il Ddl che istituisce la Giornata nazionale delle vittime Covid-19.

«Nella nostra memoria – continua Lorefice – rimarrà impressa in maniera indelebile la giornata del 18 marzo, durante la quale abbiamo assistito al corteo dei camion militari che trasportavano i feretri nelle strade di Bergamo.
Quel giorno l’Italia tutta si è sentita unita nello sconforto e nella paura. Ed oggi abbiamo il dovere di non dimenticare, di dedicare un momento ogni anno alla riflessione collettiva e al raccoglimento».

«Per tali ragioni, con la proposta di legge approvata oggi all’unanimità alla Camera abbiamo Istituito una “Giornata in memoria delle vittime del Covid”, durante la quale potranno essere organizzate manifestazioni e celebrazioni e verrà rispettato un minuto di silenzio negli uffici pubblici e privati – conclude la Presidente della Commissione Affari Sociali -. Inoltre, la proposta di legge prevede che nella Giornata del ricordo ogni lavoratore dipendente possa devolvere la propria retribuzione giornaliera o parte di essa alla ricerca, per guardare con più speranza al futuro. Sarà l’occasione per offrire il nostro contributo al Servizio sanitario nazionale che, durante la terribile pandemia, da cui non siamo ancora del tutto usciti, ci ha mostrato tutto il suo valore e l’eccellenza di medici, infermieri, operatori sanitari e volontari, che con spirito di abnegazione hanno lottato in prima linea per garantire il nostro diritto alla salute. Al ricordo collettivo sarà, allora, importante unire l’impegno del governo e del Parlamento per aumentare gli investimenti nella sanità, proseguendo sulla strada che abbiamo già intrapreso».

Articoli correlati
Legge di Bilancio, Misiti (M5S): «Pronto emendamento per estendere premialità alle professioni sanitarie»
«Nella manovra ci saranno 4200 contratti di specialistica in più. Di fatto ci stiamo avviando verso un intervento strutturale». E sulla Calabria: «Sono mortificato, soprattutto da medico, nel vedere la mia regione in queste condizioni»
Manovra 2021, Nocerino (M5S): «75 milioni a fondo caregiver, prossimo step è legge»
«In sede di conversione in Parlamento della manovra, presenteremo degli emendamenti per chiedere al governo di aumentare ulteriormente le risorse del fondo per il Caregiver familiare» annuncia la senatrice del Movimento Cinque Stelle Simona Nocerino
Lauree abilitanti, Tuzi (M5S): «Al lavoro per ridurre al minimo fase transitoria»
La normativa approvata dal Consiglio dei Ministri prevede una radicale semplificazione dell’accesso all'esercizio delle professioni con lo svolgimento del necessario tirocinio pratico-valutativo nei corsi di laurea
NADEF, ok dalla Commissione Affari Sociali che però chiede più risorse per liste d’attesa e borse di specializzazione
Nella relazione elaborata da Elena Carnevali si sottolinea l’aumento della spesa sanitaria, che nel 2020 raggiunge il 7,7% del Pil. Tra le richieste, misure di sostegno economico per le strutture residenziali e semiresidenziali e aiuti alla domiciliarità dei pazienti cronici, fragili e non autosufficienti
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 26 novembre, sono 60.420.355 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.421.650 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 26 novembre...
Voci della Sanità

Manovra 2021, prevista indennità per gli infermieri. Beux (FNO TSRM e PSTRP): «Offesa alle altre professioni sanitarie, si premi il merito»

L’articolo 66 della bozza della Legge di Bilancio prevede una indennità di “specificità infermieristica” in vigore a partire dal primo gennaio 2021. Ma il Presidente del maxi Ordine delle prof...
Salute

Covid-19, Stefano Vella: «Dall’HIV abbiamo imparato che i virus vanno affamati»

Intervista a Stefano Vella dell'Università Cattolica di Roma: «Pandemia dichiarata colpevolmente in ritardo, ci siamo fidati della SARS. Testare tutti è impossibile, dobbiamo raggiungere una copert...
di Tommaso Caldarelli