Voci della Sanità 9 Febbraio 2021 12:36

Giornata nazionale degli stati vegetativi e GCA, Bologna (PP): «Pronta mozione per tutelare malati e famiglie»

«La ricerca deve essere messa al servizio delle famiglie che, nella loro imprescindibile centralità, devono essere guidate attraverso percorsi appropriati e specializzati» spiega Fabiola Bologna, medico ed esponente di Popolo Protagonista

«Nella giornata nazionale degli Stati vegetativi e Gravi Cerebrolesioni Acquisite (GCA) un pensiero va a tutti i malati e alle loro famiglie che vivono il dolore e la difficoltà di questa condizione». Lo scrive in una nota la deputata di Popolo Protagonista, Fabiola Bologna. 

«Gli esiti disabilitanti delle gravi cerebrolesioni costituiscono un problema di particolare rilevanza sanitaria, economica e sociale nel nostro Paese. Infatti, dopo una GCA generalmente permangono diversi problemi che rendono davvero complessa, se non impossibile, una vita autonoma. In tale quadro, assume un ruolo fondamentale il “Sistema di cura & care”, composto dai professionisti sanitari, sociali e dai familiari, che si muove intorno al paziente. Non possiamo ignorare come l’impatto della malattia sia estremamente gravoso e limitante anche nei riguardi di coloro che assistono e si prendono cura di un loro congiunto malato, i caregivers, che di fatto svolgono spesso un vero e proprio lavoro di cura, che in quanto tale necessita di tutele, formazione e assistenza specifiche» continua l’onorevole Bologna, Segr. XII Commissione Affari Sociali e Sanità della Camera dei deputati.

«Con la collaborazione e il supporto delle società scientifiche SIRN e SIMFER e delle associazioni dei pazienti abbiamo lavorato insieme a una mozione, che depositerò in questi giorni, fissando alcuni punti cardine che devono orientare l’azione e l’impegno del Governo – conclude Bologna -. La ricerca deve essere messa al servizio delle famiglie che, nella loro imprescindibile centralità, devono essere guidate attraverso percorsi appropriati e specializzati. Tra gli impegni individuati ci sono quindi il sostegno alla ricerca e la promozione di percorsi virtuosi e appropriati di cura e presa in carico dei soggetti con esiti di GCA. Bisogna inoltre migliorare l’assistenza a domicilio, anche grazie agli strumenti di telemedicina e teleriabilitazione, da parte dei servizi assistenziali e riabilitativi, e quando possibile facilitare il reinserimento sociale, scolastico e lavorativo. La politica può fare tanto ancora può supportare i professionisti che ogni giorno dedicano la loro vita a questi pazienti, ma soprattutto ha il dovere di sostenere le famiglie che soffrono questa condizione».

 

Articoli correlati
Malattie rare, Bologna (PP): «Testo unico in aula il 29 marzo. Priorità a questi malati per le vaccinazioni»
«Il Testo fornisce una cornice normativa completa per rendere uniforme il trattamento delle malattie rare su tutto il territorio italiano e per l’avanzamento della ricerca nel campo delle malattie rare», spiega Fabiola Bologna, deputata di Popolo Protagonista
Liste d’attesa, Bologna (PP): «Con approvazione odg c’è impegno per ridurle. Fondamentale incentivare telemedicina»
«Utilizzare anche gli ambulatori mobili per programmi di screening e prevenzione» sottolinea la deputata Fabiola Bologna che ha presentato un Odg sul tema
«Affrontare la pandemia: sciogliere i nodi vaccini, scuola, lavoro»
di On. Dott.ssa Fabiola Bologna, Segretario Commissione Affari Sociali e Sanità, Popolo Protagonista
di On. Fabiola Bologna, Segretario Commissione Affari Sociali e Sanità
Manovra, Bologna (PP): «Governo ripensi a priorità, no al Fondo malati rari è vergogna»
«La legge di Bilancio non può essere una mera spartizione di denari tra maggioranza e opposizione senza guardare al contenuto e all’importanza delle proposte» ha sottolineato la deputata di Popolo Protagonista Fabiola Bologna
Manovra, Bologna (PP): «Presentato emendamento per Finanziare Piano Nazionale Demenze»
«È tempo di adottare investimenti strumentali e di ricerca finalizzati alla diagnosi precoce, al monitoraggio e al trattamento di persone con malattia di Alzheimer» sottolinea il medico e deputato Fabiola Bologna
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 1 marzo, sono 114.078.673 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 2.531.004 i decessi. Ad oggi, oltre 239,60 milioni di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla...
Cause

Dermatologa condannata a pagare 90mila euro, l’assicurazione le nega la copertura: «Colleghi, attenzione alla clausola claims made»

In Italia succede che un medico possa pagare per anni un’assicurazione che poi, nel momento in cui riceve una richiesta risarcitoria, non vale più. Una stortura che potrebbe essere risolta con un d...
Diritto

Se l’operatore sanitario non è vaccinato può essere licenziato? E in caso di contagio sul lavoro, l’INAIL paga? Le risposte dell’esperto

La campagna vaccinale contro il Covid-19 continua tra mille difficoltà. Cosa succede al lavoratore che rifiuta di vaccinarsi? L’azienda può prendere provvedimenti? Parla l’avvocato Andrea Marzia...