Voci della Sanità 11 Dicembre 2020 16:57

Forum Risk Management, i principi della “Costituzione etica” delle professioni sanitarie al centro degli eventi della FNO TSRM PSTRP

Il 15 Dicembre si svolgerà la  “II Conferenza nazionale sulla Fragilità e sulla Vulnerabilità”: molta attenzione sarà posta sui problemi della quotidianità e in rapporto con la fragilità, e con la sanità, anche all’interno delle RSA, delle Case di Riposo e delle Case di Cura

Mancano pochi giorni all’evento del 15 Dicembre quando si svolgerà la  “II Conferenza nazionale sulla Fragilità e sulla Vulnerabilità, in modalità a distanza,  che ha l’obiettivo di illustrare quali possono essere gli strumenti giuridici, le possibili strategie organizzative ed i cambiamenti delle professioni sanitarie durante il periodo della pandemia per far fronte alle problematiche della terza età e della sanità.

Molta attenzione sarà posta sui problemi della quotidianità e in rapporto con la fragilità, e con la sanità, anche all’interno delle RSA, delle Case di Riposo e delle Case di Cura. Si parlerà  anche del valore della tecnologia, della sanità digitale e dei social quale strumento di abbattimento del distanziamento e per combattere l’isolamento e la solitudine dei nonni. Inoltre, si porrà l’attenzione sulle indicazioni decise dal Ministero della Salute per la gestione in sicurezza delle attività socio-relazionali all’interno delle strutture, attività,  giudicate altrettanto necessarie quanto quelle sanitarie.

Si parlerà della necessità delle strutture residenziali di approntare le misure necessarie affinché ogni ospite possa “collegarsi regolarmente in modalita’ digitale con i propri congiunti e amici”. Ma si parlerà anche di fragilità e cronicità (minori, anziani, dipendenze da stupefacenti, alcool e ludopatia, salute mentale), nuove povertà, tutela degli aspetti assistenziali, sociosanitari, e socio-assistenziali sia dei “curati, sia dei curanti”. L’auspicio è che l’Italia, paese tra i più longevi ed anziani del mondo, possa proporre un nuovo modello di assistenza sanitaria e sociale che aiuti gli anziani a vivere nelle loro case, nel loro habitat, nel tessuto famigliare e sociale.  La parola chiave è rifioritura della sanità e della collettività tanto che la giornata, moderata dal giornalista Cesare Fassari,  prosegue  ponendo a confronto tutte le Federazioni della sanità (Filippo Anelli Presidente FNOMCeO,  Barbara Mangiacavalli Presidente FNOPI,  Alessandro Beux Presidente FNO TSRM PSTRP, Maria Vicario Presidente FNOPO,  David Lazzari Presidente CNOP,  Nausicaa Orlandi Presidente FNCF, Andrea Mandelli Presidente FOFI, Gianmario Gazzi Presidente CNOAS, Gaetano Penocchio Presidente FNOVI, Vincenzo D’Anna Presidente ONB, Rossana Ugenti DG Direzione Professioni Sanitarie Ministero della Salute), alla presenza del Ministro Speranza  ed ha come obiettivo (e così si intitola infatti l’evento ) una profonda e partecipata riflessione “sulle professioni sanitarie e sul rilancio del sistema sanitario”.

Questi eventi, così come quello sulla sicurezza delle cure, promosso da Matteo Migliorini,  hanno un filo conduttore comune che è dato dalla presentazione della bozza della Costituzione etica”, di cui è responsabile e coordinatore l’avv. Laila Perciballi. Si tratta di un progetto unico al mondo dato che non esiste alcuna Carta destinata a 19 professioni sanitarie.  L’obiettivo della presentazione è ambizioso dato che si sta lavorando ad  una Costituzione etica che, oltre a rispecchiare i valori delle 19 professioni sanitarie della Federazione ( FNO TSRM PSTRP), si auspica sia condivisa da tutte le 30 professioni della sanità e che, un giorno non troppo lontano, sia adottata da tutto il mondo della sanità. Insomma, la Carta  verrà presentata nei tre eventi patrocinati dalla Federazione, guidata dal Presidente Alessandro Beux, e dalla Simedet, del Presidente Fernando Capuano durante il Forum Risk Management di Arezzo dal 15 al 18 dicembre: La Conferenza Nazionale sulla fragilità e sulla vulnerabilità, “Durante e dopo il covid-19: la sicurezza dei professionisti sanitari per garantire la sicurezza delle cure e della persona assistita” e “Le professioni sanitarie ed il rilancio del sistema sanitario”.

Articoli correlati
Salute mentale, Famulari (AITeRP): «La cura va oltre i sintomi: è necessario affrontare lo stress, gestire le emozioni ed avere una prospettiva di vita»
Recovery e neuroscienze al centro del 2° Congresso Nazionale AITeRP: “La nuova sfida delle evidenze scientifiche e buone pratiche nei trattamenti riabilitativi in salute mentale”. La presidente Famulari: «Per la nostra Associazione rappresenterà il completamento della trasformazione da associazione maggiormente rappresentativa dei TeRP ad Associazione Tecnico-Scientifica».
«La rivoluzione della sanità? Deve partire dal basso, dalle trincee. Non più pazienti di serie A e B»
Vasco Giannotti (Presidente Forum Risk Management): «Particolare attenzione al Sud Italia per il recupero del gap con il Centro-Nord»
Ostetriche libero professioniste: l’esercito dei 600
Marzetti (ostetrica): «Durante la pandemia molte donne hanno scelto di partorire in casa, non solo per il timore di contrarre l’infezione da Covid-19 durante un eventuale ricovero in una struttura sanitaria, ma anche per l’impossibilità di avere accanto a sé il papà del proprio bambino, sia in sala parto che successivamente in reparto»
Professioni sanitarie, Riposati (CdA Educatori professionali): «Abusivismo ancora diffuso, è il momento di un educatore professionale a tutto tondo»
Il Presidente della commissione d’Albo nazionale degli educatori professionali chiede nuove assunzioni in vista della riforma dell’assistenza territoriale. Tra i problemi anche una disomogeneità nella presenza dei corsi di laurea sul territorio nazionale, con corsi di laurea in educazione professionale scarsamente presenti nel sud Italia
di Francesco Torre
Ortottisti: ecco che ruolo avranno per la realizzazione del PNRR
Lucia Intruglio, presidente della Commissione d’Albo Nazionale degli Ortottisti: «Puntare sulla telemedicina per raggiungere anche le isole minori, dove la figura dell’ortottista è quasi del tutto assente. Sì ad una formazione quinquennale, ma accompagnata da un pari percorso contrattuale»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 12 agosto, sono 588.479.576 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.430.693 i decessi. Ad oggi, oltre 12 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Covid-19, che fare se...?

Paracetamolo o ibuprofene, cosa prendere contro i sintomi del Covid?

È la domanda che si fanno molti di coloro che sono stati colpiti lievemente dal virus Sars-CoV-2
Salute

Troppi malori improvvisi tra i giovani, uno studio rivela la causa

Alessandro Capucci, professore ordinario di malattie dell’apparato cardiovascolare, spiega come un eccesso di catecolamine circolanti possa determinare un danno cardiaco a volte fatale