Voci della Sanità 21 Febbraio 2019 15:32

FNOPO e TSRM PSTRP presentano accordo con il CSM su albi periti e consulenti tecnici

Il prossimo 12 marzo la Federazione degli Ordini della Professione di Ostetrica (FNOPO) e la Federazione degli Ordini dei Tecnici Sanitari di Radiologia Medica e delle Professioni Sanitarie Tecniche, della Riabilitazione e della Prevenzione (FNO TSRM PSTRP) firmeranno l’Accordo con il Consiglio Superiore della Magistratura e il Consiglio Nazionale Forense per l’armonizzazione dei criteri e delle procedure di formazione […]

Il prossimo 12 marzo la Federazione degli Ordini della Professione di Ostetrica (FNOPO) e la Federazione degli Ordini dei Tecnici Sanitari di Radiologia Medica e delle Professioni Sanitarie Tecniche, della Riabilitazione e della Prevenzione (FNO TSRM PSTRP) firmeranno l’Accordo con il Consiglio Superiore della Magistratura e il Consiglio Nazionale Forense per l’armonizzazione dei criteri e delle procedure di formazione degli albi dei periti e dei consulenti tecnici ex art. 15, Legge 8 marzo 2017, n. 24, in attuazione dell’art. 14 del Protocollo d’intesa tra CSM, CNF e FNOMCeO già firmato lo scorso 24 maggio 2018. L’obiettivo è l’applicazione della legge 24/2017 in materia di responsabilità sanitaria e, in particolare, la revisione e tenuta degli albi dei periti e dei consulenti tecnici presso i Tribunali.

In attesa della firma ufficiale presso la Buvette del Consiglio Superiore della Magistratura, la FNOPO e la FNO TSRM PSTRP hanno organizzato il Convegno dal titolo “L’attuazione dell’art. 15 della legge 24/2017: il professionista sanitario come perito nella consulenza tecnica d’ufficio e nella conciliazione” che si svolgerà venerdì 22 febbraio presso il Centro Congresso Frentani di Roma. L’evento ha l’obiettivo di illustrare la natura delle proposte dell’Accordo che è stato sottoposto all’attenzione della VII Commissione del CSM e recepito e approvato in plenum. Il documento è frutto del lavoro del Tavolo tecnico nazionale, interdisciplinare e inter-istituzionale, istituito a partire dal gennaio 2018 tra le due Federazioni e le Società scientifiche di settore, anche medico legali, alla presenza di giuristi e consulenti legali. In seno al Tavolo tecnico è stata condivisa l’elaborazione della proposta di Accordo da presentare al CSM e CNF, nel quale sono stati previsti criteri omogenei per l’individuazione dei professionisti e l’individuazione di indicatori strutturalmente omogenei e riferiti ai criteri qualitativi dei professionisti, afferenti agli albi istituiti dalla Legge 3/2018, sulla base dei quali possono essere affidati gli incarichi di consulenza tecnica d’ufficio e di perito presso i tribunali, a esperti nelle discipline specialistiche riferite a tutte le professioni sanitarie.

CONSULTA QUI IL PROGRAMMA

«Alla luce dei contenziosi medico legali che vedono da una parte cittadini che reputano di aver subìto un danno e dall’altra i professionisti sanitari che si vedono chiamati a rispondere del loro operato, nonché della sempre più diffusa medicina difensiva, ci sembrava necessario e doveroso poter esprimere il nostro parere in tema di individuazione dei criteri con i quali sono scelti consulenti e periti per le consulenze tecniche – affermano i componenti dei Comitati centrali FNOPO e FNO TSRM PSTRP -. La firma dell’Accordo con il Consiglio Nazionale Forense e il Consiglio Superiore della Magistratura è un grandissimo successo per le professioni – spiegano ancora i componenti dei due Comitati centrali -. Un risultato che portiamo a casa grazie alla costituzione di un gruppo di lavoro composito multidisciplinare, nel quale è stato importante il confronto e l’apporto di tutti. Grazie all’accordo che sigleremo a marzo – continuano i rappresentanti nazionali delle due Federazioni – i tribunali italiani e i professionisti sanitari potranno avere un riferimento unico e validato dalle più alte rappresentanze per l’individuazione del professionista giusto al posto giusto. Una tutela che, come verrà ampiamente spiegato da parte dei giuristi, dei docenti e dei consulenti durante il convegno, consentirà agli Ordini territoriali di avere gli strumenti idonei per la valutazione delle candidature».

Articoli correlati
“La sanità digitale come strumento di prevenzione del rischio clinico”: esperti a confronto al Santo Spirito
Nel convegno promosso dall'Asl Roma 1 si parlerà di e-health e di tutte le tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT) necessarie per far funzionare il sistema sanitario in sicurezza e qualità, riducendo i rischi collegati ai processi sempre più complessi ed interprofessionali.
Formazione ECM, Magi (OMCeO Roma): «Azioni disciplinari per chi non è in regola»
Falcinelli (OMCeO Ravenna): «Compito degli Ordini stimolare gli iscritti e verificare crediti». Lazzari (Cnop): «Aggiornamento continuo essenziale»
Legge Gelli: riforma in vista
Dal 12 maggio è in esame in Commissione giustizia e affari sociali della Camera una proposta di modifica della Legge Gelli Bianco
di Riccardo Cantini, intermediario assicurativo (Iscrizione RUI di IVASS: E000570258)
Ordine TSRM e PSTRP Milano e prov: assegnata Borsa di Studio “Giuseppe Bardo”
Si è svolta il 31 maggio, presso la sede dell’Ordine dei Tecnici Sanitari di Radiologia Medica e delle Professioni Sanitarie Tecniche, della Riabilitazione e della Prevenzione di Milano, Como, Lecco, Lodi, Monza Brianza e Sondrio, la premiazione della borsa di studio “Giuseppe Bardo”, rivolta agli studenti del terzo anno del Corso di Laurea Triennale in […]
PNRR e Legge Gelli, Hazan: «La responsabilità professionale cambierà. Occorrono riflessioni importanti»
Il Presidente della Fondazione Italia in Salute fa un bilancio di cosa è cambiato dall’approvazione della legge sulla responsabilità professionale ad oggi e spiega come dovrà cambiare il sistema alla luce delle risorse in arrivo con il PNRR
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Dalla Redazione

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Ad oggi, 27 gennaio 2023, sono 669.913.624 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.821.347 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I casi in Italia L’ultimo bollettino di...
Covid-19, che fare se...?

Come distinguere la tosse da Covid da quella da influenza?

La tosse da Covid è secca e irritante, quella da influenza tende invece a essere grassa. In ogni caso non esistono rimedi se non palliativi, come gli sciroppi lenitivi. No agli antibiotici: non...
Salute

Kraken, la nuova variante di Omicron dietro il boom di contagi negli Usa

Secondo il Cdc, Kraken ha più che raddoppiato il numero di contagi ogni settimana, passando dal 4% al 41% delle nuove infezioni